Rimozione immediata della “baraccopoli” di casette pseudo-alpine antistante il Palazzo della Cultura e la “tendopoli” realizzata davanti all’Istituto magistrale. Ironizza sull’allestimento natalizio nel centro storico, il segretario dei Ds per il Partito Democratico, Giancarlo Poidomani, il quale si appella all’amministrazione comunale “perché – scrive Poidomani – vengano rimosse queste “baracche” che oltre ad essere un’offesa al buon gusto e al decoro urbano e architettonico del centro storico, non pochi problemi stanno creando ai residenti del centro storico e a tutti i modicani che sono costretti a transitare, a piedi o in auto, da quella che ormai è diventata una strettoia peggiore delle Forche caudine! Le casette pseudo-alpine, infatti, debordano oltre misura sulla carreggiata e appena si incrociano due autobus o due camion si crea la paralisi del traffico in uno dei punti nevralgici della città. Inoltre tali costruzioni sono state realizzate togliendo quei pochi parcheggi gratuiti di cui potevano usufruire i residenti in una zona (giustamente) a intensa concentrazione di strisce blu. Lo stesso dicasi per la “tendopoli” di fronte all’istituto Magistrale. Anche lì si assiste a una sottrazione di posti-auto utili (gratuiti e a pagamento), all’intralcio per chi transita a piedi, alla bruttura di tendoni bianchi tra alcuni degli edifici più belli e caratteristici del centro storico. Si sarebbe potuto pensare di realizzare un mercatino di Natale – conclude l’esponente di sinistra – come quelli che ci sono in tante altre città, in un spazio dedicato ad hoc e non in un punto nevralgico per il traffico ma ad esempio in una via larga e meno centrale come Viale Medaglie d’Oro”.

Letto 4214 volte