D’Antona Vito

Consigliere Comunale SD

Modica

 
     Dichiarazione del Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, Vito D’Antona.

 
  I toni trionfalistici manifestati dal Sindaco di Modica in occasione della conferenza stampa di fine anno appaiono in questo momento fuori luogo e tentano, come ormai siamo stati abituati in questi anni, di mistificare la realtà con la propaganda di sé stessi.

   Nel richiamare alla realtà il Sindaco e la sua coalizione, vogliamo per sommi capi ricordare che queste ultime settimane sono state caratterizzate dallo stato di malessere di intere categorie di lavoratori, direttamente o indirettamente legati al Comune, dai dipendenti comunali ai soci delle cooperative sociali, dai dipendenti della Multiservizi agli operatori ecologici e, infine dalle centinaia di piccoli imprenditori che hanno fornito la loro opera e i loro servizi alla città, i quali attendono di essere pagati.

   E, ancora, basta rileggere alcuni dei titoli dei giornali di questi mesi, per rammentare le grandi insolvenze dell’Amministrazione Torchi tuttora presenti: gli otto milioni di Euro al Comune di Scicli per l’uso della discarica, i quattro milioni di Euro all’Università di Catania, i tremilioni e mezzo di Euro alla Multiservizi, il debito con la precedente ditta appaltatrice del servizio di nettezza urbana che ha determinato il blocco dei fondi dell’Ato Ambiente e, perfino, il decreto ingiuntivo della Multiservizi, le decine di accordi transattivi sottoscritti e non rispettati, i cui oneri per interessi e spese legali vengono addebitati ai cittadini.

    E mentre ci si vanta di avere predisposto il bilancio preventivo entro il mese di dicembre si omette volutamente di dire che per l’anno 2008 è prevista a carico dei cittadini una stangata senza precedenti: il raddoppio della tassa sui rifiuti, l’introduzione dell’addizionale Irpef, l’introduzione o l’aumento di tariffe, la conferma per il secondo anno del canone idrico, il tutto dopo cinque anni di propaganda politica.

    Nel campo ambientale, poi, si conferma la strumentalità della contrarietà alle trivellazioni, mentre si sceglie una posizione notarile ed asettica rispetto ad interventi edilizi autorizzati dal Comune nel nostro territorio che sistematicamente vengono bloccati o sospesi dopo le denunce dei cittadini, della stampa o dell’opposizione.      

    Perfino i toni e i contenuti delle recenti dichiarazioni di autorevoli esponenti del partito dell’Udc smentiscono la propaganda inutile e dannosa del Sindaco: dalla presa di distanze dell’azione del Sindaco espressa dal dott. Lavima, già segretario dell’Udc e punto di riferimento del movimento “Iniziativa Popolare”, alle parole durissime dell’on. Drago, il quale conferma quanto ampiamente sostenuto in questi anni dal centrosinistra sulla assenza di scelte rigorose in cambio della ricerca del consenso elettorale spicciolo.

    Di fronte a questa realtà abbiamo il dovere di denunciare il danno che la città subisce quotidianamente da un atteggiamento politicamente irresponsabile, ancora una volta basato sull’occultamento della realtà e sulla propaganda elettorale.

Modica, 29.12.2007

                                                                                         Vito D’Antona

Letto 12082 volte