COMUNICATO STAMPA
INTORNO ALLA DISCARICA SI DANNO NUMERI
Le dichiarazioni del Sindaco Torchi apparse sulla stampa, secondo cui, realizzando una discarica comunale, la tariffa di conferimento dei rifiuti scenderebbe dagli attuali 82 €/tonn. di Scicli a 67 €/tonn., hanno del fantastico ed alimentano false aspettative.
Infatti l’importo di ciascuna delle singole voci che compongono la tariffa di conferimento viene stabilito mediante Ordinanza Commissariale emanata dal Commissario Delegato per l’emergenza rifiuti e la tutela delle acque in Sicilia e pubblicata sulla G.U.R.S. Ora sembra a dir poco strano che un sindaco conosca in anticipo, per un’opera che ancora si dovrà realizzare, quanto si dovrà pagare per usufruirne.
Tra l’altro le quote di conferimento sono uguali per tutti i comuni, compreso quello che ospita la discarica; l’unica differenza sta nelle spese per le opere di mitigazione ambientale da realizzare nel territorio circostante alla sede della discarica e che per Scicli è di 0,76 €/tonn.
Se poi la tariffa sbandierata da Torchi venisse veramente applicata, sarebbe la più bassa in assoluto a livello nazionale, visto che le quote di conferimento si aggirano mediamente intorno a 90 – 100 €/tonn.
Si ritengono quindi scarsamente credibili i numeri dati dal sindaco, anche perché, dovendosi costruire una nuova discarica, nella tariffa va inserita la quota di ammortamento per la realizzazione della stessa, che va dai 3,81 € di Scicli, in quanto pre-esistente, ai 23,24 € di Vittoria, di più recente costruzione.
L’unica possibilità di veder diminuita la tariffa è quella di avviare immediatamente la Raccolta Differenziata spinta, secondo il piano comunale della raccolta differenziata, anche perché, in base all’Ordinanza Commissariale dell’11/08/2004, si applica una maggiorazione sul tributo speciale, pari all’1% per ogni punto percentuale di mancato raggiungimento dell’obiettivo minimo di raccolta differenziata; obiettivo pari al 15%
entro il 31/12/2003, al 25% entro il 31/12/2005 ed al 35% a regime.
Chi si dichiara “appassionato di comunicazione” dovrebbe anzitutto essere un appassionato della verità e non comunicare ciò che in un dato momento gli torna utile in vista del raggiungimento di personali obiettivi.
Il piano di comunicazione messo su da Torchi, si ribadisce ancora una volta, tende a nascondere le sue responsabilità come sindaco e come componente dell’ATO. E la principale responsabilità consiste, oltre nel mancato avvio della rd, anche nella grave situazione economica e nei debiti contratti, a causa dei quali Modica non trova in provincia dove conferire i rifiuti.

Modica, 04/02/2008
Nino Cerruto
Consigliere Comunale
Una Nuova Prospettiva

Letto 9322 volte