Comitato per i Diritti del Cittadino 16 Febbraio 2008

A Modica “più paghi e meno differenzi”

In questi giorni, i cittadini modicani si stanno vedendo recapitare un’altra cartella riguardante l’integrazione della Tassa Rifiuti Solidi Urbani per l’anno 2007, infatti, una prima cartella era già stata consegnata qualche settimana fa, tant’è che c’è tanta confusione tra i cittadini e anche tanta esasperazione. Noi raccogliamo semplicemente le tante lamentele e la rabbia di questi cittadini che ogni giorno lottano per far quadrare il proprio bilancio familiare e, proprio questa non ci voleva. Ma, al di là della forte tassazione che il Comune ha messo in atto da qualche mese, tale integrazione non va proprio giù ai tanti cittadini che pazientemente e civilmente si sacrificano a separare i rifiuti in casa e a riporli nei cassonetti per la raccolta differenziata. Perché a Modica non avviene ciò che avviene in altri comuni della provincia più virtuosi, come ad esempio a Comiso dove chi più differenzia meno paga? Arrivando anche a beneficiare di uno sconto del 40% sulla Tarsu? A Modica invece, non solo, non viene praticato tale sconto, ma, addirittura, si aumenta la Tarsu di una percentuale del 65% in due anni, scoraggiando e demotivando, in questo modo, chi già fa una seria raccolta differenziata. A Modica anziché coniare ed attuare lo slogan “più differenzi e meno paghi” ne è stato coniato ed attuato un altro, “più paghi e meno differenzi”.

(IL PORTAVOCE)
Marco Giurdanella

Letto 9211 volte