Al Sindaco
All’Assessore alle Politiche Ambientali
E p.c. al Presidente del Consiglio Comunale
del Comune di Modica
Agli organi di informazione
Oggetto: rimozione e mancato ricollocamento dei cestelli per i rifiuti presso la Parrocchia del S. Cuore. Interrogazione
Ricorrere ad una interrogazione per richiedere un semplicissimo intervento al fine di erogare un servizio è fortemente indicativo della totale inaffidabilità della gestione di un assessorato.
Nel mese di Ottobre u.s. il Parroco della Chiesa del S. Cuore aveva formalmente presentato istanza di ripristinare il collocamento dei cestini per i rifiuti, nel cortile della Parrocchia, che qualche settimana prima erano stati inspie gabilmente rimossi.
A Dicembre mi sono rivolto agli uffici competenti, ed ho informalmente notiziato l’Assessore, perché si provvedesse al collocamento di un cassonetto oppure, ove ciò non fosse possibile, al ricollocamento dei cestelli.
La richiesta non è priva di fondamento visto che la Parrocchia è giornalmente frequentata da centinaia di ragazzi per le attività di catechesi e di scoutismo, oltre che da numerose persone coinvolte nelle diverse attività pastorali. Il cassonetto per i rifiuti più vicino si trova in via S. Cuore e per usufruirne bisogna attraversare la strada.
Alla luce di questa vicenda viene da chiedersi come fa un Assessore a gestire il complesso problema dei rifiuti se non è in grado, dopo oltre 4 mesi, di erogare un semplicissimo servizio come quello richiesto.
Se a questo aggiungiamo anche la mancata risposta per un adeguato servizio di ritiro dei cartoni in qualche zona (più volte segnalato); il mancato svuotamento delle campane per la raccolta differenziata (per cui ancora non è stata data risposta ad un’interrogazione presentata dallo scrivente in data 29/08/2007), contenitori che in questo periodo si riempiono più velocemente del solito; la rimozione dei cassonetti per la Raccolta
differenziata a S. Giovanni; la mancata realizzazione dell’isola ecologica che, secondo i proclami dell’Assessore, doveva essere già pronta a settembre 2007; il mancato raggiungimento della percentuale di rifiuti differenziati previsti dalla legge, che sta alla base degli aumenti dei costi che grava no sui cittadini, il quadro che si prospetta è alquanto desolante per un assessorato così delicato e fondamentale per il decoro e la qualità della vita della città.
Si chiede alle SS.VV. che la presente venga discussa alla prossima riunione del consiglio Comunale.
Modica, 16/02/2008
Nino Cerruto
Consigliere Comunale
Una nuova prospettiva

Letto 4934 volte