A muso duro le organizzazioni sindacali di categoria dei lavoratori della società mista Modica Multiservizi.

Ieri, infatti, la Funzione Pubblica della Cgil, della Uil e la Cub Trasporti, hanno proclamato lo stato di agitazione degli oltre cento lavoratori ma anche una giornata di sciopero.

Martedi pomeriggio, intanto, dalle 15.30 alle 17, il personale dipendente della Multiservizi, si riuniranno in un sit in in piazza Principe di Napoli, antistante il palazzo comunale, per protestare civilmente e silenziosamente. La protesta verrà attuata per il mancato pagamento degli stipendi relativi ai mesi di gennaio e febbraio. Soltanto nelle scorse settimane, i lavoratori hanno ricevuto lo stipendio del mese di dicembre. I dipendenti della Multiservizi, inoltre, si asterranno dal lavoro il 18 marzo con queste modalità: i dipendenti che lavorano nei servizi in orario antimeridiano, incroceranno le braccia dalle 7 alle 9; quelli che lavorano in orario pomeridiano, si asterranno dal lavoro dalle 16 alle 18. Le organizzazioni sindacali fanno sapere, inoltre, che il pagamento di una sola mensilità, quella di gennaio. non determinerà da parte dei lavoratori alcuna revoca delle iniziative di lotta già programmate, in quanto i ritardi nel pagamento degli stipendi non è più tollerabile per le famiglie dei dipendenti della Multiservizi. Già nei mesi scorsi si era aperta una vertenza in quanto la società mista ha pagato soltanto parte delle mensilità arretrate. Il comune, dal canto suo, ha un debito di oltre 3 milioni di euro con la società partecipata, per cui a piangerne le conseguenze sono i dipendenti che, adesso, fanno la voce grossa tramite i propri rappresentanti di categoria per avere quanto loro di diritto.

Tratto da:

http://www.radiortm.it/Notizia.asp?id=10157

Letto 6604 volte