Il movimento politico Una Nuova Prospettiva intende porre l’attenzione sulla inadeguatezza della attuale legge elettorale in relazione alle procedure per la nomina degli scrutatori.
Tale legge, infatti, ha modificato la precedente normativa che prevedeva il sorteggio in pubblica adunanza del numero occorrente di nominativi compresi nell’albo degli scrutatori.
Modalità, questa, che è, peraltro, prevista per le consultazioni amministrative e che garantisce a tutti gli aventi diritto pari opportunità di selezione.
Non si comprende, pertanto, la diversa impostazione data alla legge attuale, in quanto, non indicando criteri oggettivi di nomina, lascia margini di discrezionalità che spesso si possono risolvere in dinamiche clientelari e di scambio, tanto care alla peggiore tradizione politica italiana.
Fermo restando il rispetto per le leggittime scelte fatte da tutti i consiglieri comunali, il consigliere di Una Nuova Prospettiva, Nino Cerruto, rinuncia alla quota di nomi che, come da consuetudine recente, la commissione consiliare assegna a ciascun consigliere, e demanda alla commissione stessa l’indicazione del relativo numero di scrutatori.
Inoltre, il movimento politico Una Nuova Prospettiva, facendosi interprete delle legittime aspettative dei circa 3800 iscritti all’albo comunale degli scrutatori, chiederà al ministro competente e ai candidati alle imminenti consultazioni elettorali per la camera e il senato di adoperarsi per una modifica in tal senso della attuale legge elettorale.

Modica, 18 marzo 2008
Nino Cerruto
Consigliere comunale
Una Nuova Prospettiva

Letto 6857 volte