Il consigliere comunale di Una Nuova Prospettiva, Nino Cerruto, chiede nuovamente al comune di conoscere i costi affrontati per la copertura dei manifesti abusivi.

Segnala altresì al prefetto l’insostenibile situazione che viene puntualmente a crearsi in occasione delle tornate elettorali.

E’ risaputo, infatti, che squadre di attacchini senza scrupoli operino in piena notte affiggendo in ogni dove ed il giorno successivo i vigili urbani provvedono a far coprire i manifesti con impiego non indifferente di tempo e risorse.

Di seguito i testi delle missive inviate da Nino Cerruto al Comune e al Prefetto.

Il sottoscritto Antonino Cerruto nato a Modica il 02/08/1960 e residente in Modica via Risorgimento n.22/A,

premesso che durante la campagna elettorale per le scorse amministrative il sottoscritti ha più volte segnalato a codesto Comune diverse violazioni della normativa in materia di affissioni elettorali;

che il Comune di Modica con nota prot. 86/PM del 21.01.08 in risposta alla nota presentata dal sottoscritto in data 27.12.07 ha fatto presente che le infrazioni rilevate dal corpo di polizia municipale per affissione di manifesti fuori dagli spazi di propaganda elettorale (assegnati con determine del C.C. nn.1030 e 1031 del 11.04.07) in violazione della legge n. 515/93 art. 15/17 sono state 268 e che le stesse sono state trasmesse all’ ufficio territoriale del governo per la determina della sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi della legge 689/81;

che nulla gli uffici comunali hanno risposto in ordine alla richiesta di conoscere i costi che il Comune ha sostenuto per coprire i manifesti abusivi e i costi per la notifica dei verbali di infrazione;

che a i sensi dell’art. 15 3° comma della legge 515/93 detti costi sono a carico, in solido, all’autore materiale e del committente responsabile senza che nel caso de quo sia possibile l’applicazione dell’art. 6 della legge 689/81 non trattandosi di sanzione pecuniaria amministrativa ma norma di carattere civilistico che attribuisce un diritto di rivalsa del Comune contro coloro che ne hanno cagionato un danno economico,

reitera

la richiesta presentata in data 27.12.07 in ordine alla comunicazione dei costi sostenuti dal Comune per contrastare la cd. affissione selvaggia;

chiede

di conoscere quali accertamenti codesto Ente abbia effettuato in ordine all’individuazione dei committenti responsabili dei manifesti abusivi;

di conoscere ai sensi della vigente normativa in materia di accesso e pubblicità degli atti della P.A., il responsabile del relativo procedimento amministrativo.

Con riserva di adire le competenti autorità giudiziarie per gli ulteriori provvedimenti che queste intenderanno adottare.

Con osservanza.

——————————————————————————————

I sottoscritti Antonino Cerruto nato a il e residente in Modica via Risorgimento n.12 e Ezio Castrusini nato aa Modica il 16.11.64 ed ivi residente in via Sacro Cuore 101bis,

premesso che durante la campagna elettorale per le scorse amministrative i sottoscritti ha più volte segnalato a codesta prefettura diverse violazioni della normativa in materia di affissioni elettorali;

che il Comune di Modica con nota prot. 86/PM del 21.01.08 in risposta alla nota presentata dal sottoscritto Nino Cerruto in data 27.12.07 ha fatto presente che le infrazioni rilevate dal corpo di polizia municipale per affissione di manifesti fuori dagli spazi di propaganda elettorale (assegnati con determine del C.C. nn.1030 e 1031 del 11.04.07) in violazione della legge n. 515/93 art. 15/17 sono state 268 e che le stesse sono state trasmesse all’ ufficio territoriale del governo per la determina della sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi della legge 689/81;

chiedono

ai sensi della vigente normativa in materia di accesso e pubblicità degli atti della P.A. e fatta salva la normativa in materia di privacy, il responsabile dei procedimenti amministrativi relativi ai verbali trasmessi dalla polizia municipale di Modica e il loro esito, ovvero l’importo delle sanzioni comminate e le motivazioni con le quali sono stati eventualmente archiviati.

Con riserva, all’esito della presente richiesta, di adire le competententi autorità per gli ulteriori provvedimenti.

Con osservanza.

Letto 10482 volte