Il consiglio comunale convocato per martedì 1 aprile 2008 si può definire senz’altro all’insegna della cementificazione.
Su 12 punti all’odg ben 9 riguardano l’assegnazione di destinazioni urbanistiche in variante al PRG finalizzate a programmi costruttivi.
Qualcuno di questi programmi ricade addirittura in zone destinate a parco urbano.
E’ strano e forse sospettoso che a fine legislatura vengano portate all’attenzione del CC, per la relativa approvazione, tutte queste proposte di programmi costruttivi, ed è ancora più strano e sospettoso che ciò venga fatto pochi giorni prima, si può dire, di approvare il nuovo PRG, già sufficientemente stravolto per via di tutte le concessioni edilizie rilasciate in variante al PRG.
Ci si lamenta che il nuovo piano è inadeguato al nuovo e caotico assetto urbanistico e si continua a renderlo ancora più inadeguato ed a rendere ulteriormente più invivibile la città.
Vorrei ricordare ai consiglieri, che hanno ricevuto disposizioni in merito al voto da esprimere nei confronti di questi piani costruttivi, che hanno a suo tempo giurato fedeltà alla città, e che hanno l’obbligo morale di lasciare alle future generazioni, ad iniziare dai propri figli, una città a misura d’uomo. Votando questi atti non si va certamente in questa direzione.
Nino Cerruto

Letto 14843 volte