In allegato il testo della comunicazione spedita da associazioni, movimenti, pubblicazioni indipendenti di tutta la provincia di Ragusa al Sig. Prefetto, con cui si richiede un incontro che possa fornire, ai tantissimi cittadini che rappresentano, riscontri e chiarimenti in merito alla questione delle Affissioni Abusive che stanno caratterizzando anche la campagna elettorale in corso.

Al Sig. Prefetto
di Ragusa

Le sottoscritte associazioni, premesso:

– che durante il periodo precedente l’assegnazione degli spazi elettorali alle varie liste, si è rilevata la massiccia presenza di manifesti di propaganda elettorale in tutti gli spazi disponibili nei muri della provincia, dei quali quasi nessuno affisso attraverso gli uffici affissioni comunali;

– che successivamente all’assegnazione degli spazi elettorali, si è rilevato il non rispetto, se non casuale, da parte di tutti i candidati dell’allocazione dei manifesti negli spazi di pertinenza, e comunque la presenza massiccia di manifesti in spazi non previsti per la campagna elettorale, financo coprenti manifesti funebri e le liste ufficiali dei candidati, per una superficie totale stimabile da 5 a 10 volte superiore a quella stabilita dagli uffici elettorali;

– che unanimi testimonianze indicano la presenza di un monopolio delle affissioni da parte di squadre di attacchini a pagamento, diverse per ogni città, che non permettono a nessuno, tramite minacce fisiche, di attaccare manifesti da nessuna parte, neanche nei propri spazi di pertinenza, ma pretendono che tutti si rivolgano alle loro organizzazioni.

Dedotto, da quanto riportato in premessa, che per avere visibilità i candidati devono sottomettersi a queste squadre di attacchini a pagamento, per un giro d’affari complessivo stimabile in 900.000 euro, mentre, per tutti i candidati che non accettano tale sistema, si rileva la quasi sostanziale  impossibilità di avere visibilità.

Tenuto conto che i reati constatabili sui muri della nostra provincia, se efficacemente perseguiti, darebbero luogo ad un incasso da parte dello stato di un’importo che stimiamo essere da 6 a 60 milioni di euro;

Rilevato che non risulta, però, che le denunce e le multe comminate per identici abusi verificatesi  negli scorsi eventi elettorali abbiano avuto alcun seguito.

Tutto ciò considerato, sottoponendo alla S.V.Ill.ma la conseguente grave violazione dell’esigenza di corretto svolgimento della propaganda elettorale e della garanzia del corretto esercizio dei principi della democrazia.

Ravvisata, inoltre, l’inefficacia degli interventi finora riscontrati da parte di sindaci, forze dell’ordine e magistratura, se non per la parziale ed effimera copertura di manifesti abusivi da parte dei comuni, con ulteriore spreco di risorse pubbliche.

Chiedono alla S. V. Ill.ma un incontro che possa fornire, ai tantissimi cittadini che rappresentano, riscontri e chiarimenti sui seguenti punti:

1. stato di avanzamento dei procedimenti seguiti alle denunce per analoghi reati degli anni scorsi, ed in particolare visibilità e trasparenza sui nominativi dei candidati perseguiti, sugli importi in attesa di essere incassati, sulle motivazioni di accoglimento degli eventuali ricorsi;

2. quali provvedimenti vengono presi per vigilare sul corretto svolgimento della campagna elettorale, ed in particolare che iniziative sono state prese per prevenire il suddetto fenomeno del monopolio degli attacchini a pagamento e delle violenze e minacce conseguenti;

3.  che provvedimenti vengono adottati nell’immediato per permettere a chi lo dovesse richiedere, di essere scortato dalle forze dell’ordine durante le operazioni di affissione dei manifesti negli spazi regolamentari, e/o di avere la garanzia di un pronto intervento da parte di esse, in caso di constatazione della presenza di squadre di attacchini intenti ad affiggere manifesti fuori dagli spazi consentiti .

Auspicando l’accoglimento della loro richiesta, colgono l’occasione per porgerLe distinti saluti.

Ragusa, 07.04.2008

firmato
– Movimento Città Ragusa
– Movimento Grilli Ragusani Ragusa
– Movimento Una Nuova Prospettiva Modica
– Collettivo Ombre Rosse Scicli
– Legambiente Ragusa
– Legambiente Vittoria
– Fare Verde Ragusa
– Il Clandestino Modica
– Movimento Studentesco Modica
– Giornale La Goccia Scicli
– Verde Vigna Comiso
– Associazione “La Voce Libera”- Quindicinale Città Nuova Pozzallo
– Coordinamento Culturale “Rino Giuffrida” Pozzallo:
– Bottega Solidale
– Libera Associazioni, Nomi E Numeri Contro Le Mafie
– Arcigay
– Arciclandestino
– La Voce Ribelle-Giornale Di Controinformazione
– Circolo Don Puglisi-Impastato

Letto 9780 volte