Riceviamo e pubblichiamo una mail che ci ha inviato Francesco.

Siamo a 33 giorni dalle elezioni comunali per la nomina del sindaco e dell’amministrazione che guiderà Modica nei prossimi anni. Dalla ormai quasi inattiva amministrazione, abbiamo visto che governare una città non è cosa facile, ma è seria e di massima responsabilità. L’abbiamo visto grazie a Torchi e tutta la sua maggioranza che senza alcuno scrupolo hanno affossato l’economia e la vivibilità di Modica. Da questi sei anni di declino dobbiamo imparare che il momento del voto è importante per la nostra vita, per il futuro. Vediamo come i dipendenti comunali, i lavoratori della ditta Busso e i fornitori protestano incessantemente per avere quello che gli spetta di diritto, lo stipendio! Questa amministrazione ha lasciato sul lastrico centinaia di famiglie, creando in loro un senso di rabbia. Ma è il momento che questa rabbia venga fuori, che si dimostri veramente che non se ne può più di questa gente che sbandiera falsi valori, false promesse. Gente che non fa altro che apparire in un modo e contemporaneamente prende in giro i lavoratori, i cittadini di Modica. Il suo agire si deve fermare qui, alle prossime elezioni; è il momento di creare le condizioni per una rinascita economica, sociale e morale! Non diamo nuovamente fiducia a chi gestisce il potere, a chi possiede l’informazione a Modica e quindi può decidere cosa comunicare alla gente e cosa no. Questo potere è fondamentale, perché attraverso esso la gente riflette sull’operato di un’amministrazione, sul lavoro che essa svolge. Non lasciamoci ingannare dalle varie promesse fittizie che ci propongono, che spesso sono la strada più facile, ma dimostriamo che i Modicani abbiamo una coscienza critica e soprattutto tanta dignità.

Letto 7648 volte