Antonello BuscemaMentre Modica versa in condizioni gravissime (chiusa momentaneamente la vertenza con gli operatori ecologici, rimangono irrisolte quella dei lavoratori delle cooperative sociali, delle società miste e dei dipendenti comunali) il centrodestra, invece di assumersi le proprie responsabilità, cerca di sviare l’attenzione con posizioni a dir poco originali.

Scucces per primo ha minacciato per inadempienza la ditta titolare della nettezza urbana, dimenticando che il Comune le deve 3 milioni di euro, Drago parla di responsabilità diffuse e dichiara che la Multiservizi rappresenta per la città un lusso insostenibile facendo gravare un’ombra scura sul futuro dei lavoratori dopo averli “utilizzati” con una pervicace azione clientelare, e in ultimo apprendiamo che il consigliere provinciale Sebastiano Failla, riprendendo una vecchia mozione contro la soppressione del Tribunale di Modica, sta cercando di montare una sterile polemica, inutile ed anacronistica.
Rispetto a questi tentavi di “depistaggio” a nome del centrosinistra e come candidato sindaco mi preme fare chiarezza e ribadire innanzitutto che le responsabilità del disastro finanziario del Comune di Modica sono esclusivamente di quella classe dirigente del centrodestra che in questi sei anni ha gestito “allegramente” le finanze comunali.
In questo senso noi lavoreremo per non far pagare ai lavoratori le drammatiche conseguenze di una scriteriata politica clientelare, privilegiando la garanzia dei posto di lavoro esistenti.

In riferimento alla questione del Tribunale e alle accuse che Failla ha esternato nei confronti del centrosinistra, ritengo opportuno fare assoluta chiarezza sulla vicenda e confermare il nostro intento di difendere sempre con tutte le nostre forze la presenza del Tribunale a Modica, come abbiamo fatto in passato e come dimostra l’azione vigile e costante di autorevoli rappresentanti del centrosinistra, a prescindere dal voto estemporaneo di qualche consigliere provinciale.

Antonello Buscema

Letto 29584 volte