Riceviamo e pubblichiamo:
Una riflessione sul voto e sulla campagna elettorale

Durante questa campagna elettorale ne abbiamo sentito e visto di tutti i colori, ci sono state, perfino, forze politiche che hanno invitato gli elettori a disertare le urne.
Noi siamo convinti che l’esercizio del voto è uno dei pochi strumenti in possesso dei cittadini per far sentire la loro voce e per cambiare i propri governanti, uno strumento democratico per giudicare sull’operato di chi ha amministrato e sui programmi di chi si propone a governare.
E’ anche diritto e dovere, nello stesso tempo, conquistato a caro prezzo dai nostri padri. Invitiamo, pertanto, tutti i modicani a recarsi a votare il 29 e 30 giugno prossimi, dimostrando, come per il primo turno, la loro maturità e saggezza, per dare alla città un’amministrazione capace di affrontare e risolvere i tanti problemi sul tappeto.
Cogliamo l’occasione, anche, per esprimere tutto il nostro sdegno nei confronti di certi atteggiamenti che hanno portato diversi uomini politici a repentini cambi di casacca, passando da uno schieramento all’altro e tradendo il proprio elettorato. Apprezziamo, invece, chi coerentemente con quanto dichiarato e scelto in prima battuta, ha continuato e continua a spendersi per il bene della città.
Infine, prendiamo le distanze da tutti coloro che in questa campagna elettorale, non rispettando le regole in tema di affissione, hanno sporcato la città con i manifesti abusivi e il volantinaggio selvaggio, arrecando danni e deturpando l’immagine della nostra città.

Modica, 26/06/08 Marcello Medica
Emanuele Spadaro
(Due candidati al Consiglio Comunale)

Letto 18149 volte