Indietro Menù

Una Nuova Prospettiva

Giunta Buscema: taglio di indennità, telefonini e auto di servizio
Antonello Buscema

Antonello Buscema

Da Corriere di Ragusa:

Per sindaco ed amministratori arriva la “cura dimagrante”. Da oggi guadagnano il 20% in meno e non usufruiscono di vari benefit tra cui l’uso del cellulare aziendale e delle macchine di servizio. Antonello Buscema ha voluto dare un segnale a dipendenti e ai cittadini sulla reale volontà della giunta di contribuire a risollevare le finanze comunali.

La giunta ha votato nella seduta di ieri la decurtazione del venti per cento per il sindaco, per gli assessori, per il presidente del consiglio e per il suo vice. “ Abbiamo voluto dare seguito a quanto detto in campagna elettorale – dice Antonello Buscema – E’ una decisione che vuole essere un esempio ed un atteggiamento utile per sostenere il risanamento , per la parte che ci compete, della situazione economica dell’ente”. La delibera è stata votata all’unanimità dopo la relazione dell’assessore al personale Giuseppe Sammito ed al Bilancio , Emanuele Muriana.Il risparmio non è stato quantificato da parte della giunta ma si aggira almeno sui centomila euro l’anno. Muriana e Sammito hanno tra l’altro posto dei paletti ben precisi per controllare i flussi di cassa; il controllo di entrate ed uscite è stato infatti chiesto dal sindaco per avere chiaro il quadro della situazione in tempo reale.

L’obiettivo è quello di assicurare in via prioritaria i pagamenti degli stipendi ai dipendenti ed i servizi essenziali per i cittadini come l’assistenza sociale, la pulizia della città, lo smaltimento dei rifiuti. Emanuele Muriana non ha negato la difficoltà della contingenza finanziaria a palazzo S. Domenico con i dipendenti ancora in attesa del pagamento del mese di maggio e senza grandi speranze se non arriveranno anticipazioni da parte della Serit o i trasferimenti da parte della regione.

L’assessore al bilancio naviga a vista anche per pagare somme di modesta entità ma essenziali per far camminare i mezzi comunali o pagare le assicurazioni.

Letto 10020 volte