VITTORIA: TRENTAMILA MANIFESTI ELETTORALI ABUSIVI.
Interessi illegali e squadrismo mercenario foraggiato da diversi candidati.

Durante elezioni regionali e nazionali della primavera scorsa la Città di Vittoria è stata invasa e stuprata dai numerosi manifesti abusivi per la propaganda elettorale dei vari candidati. Gli arroganti  manifesti abusivi hanno coperto indistintamente muri, cose, cabine telefoniche, cassonetti e persino segnali stradali e hanno oltraggiato anche le Chiese e i Cimiteri!! Tali pratiche illegali, non circoscritte solo nella zona di Vittoria, si ripetono ciclicamente durante le varie tornate elettorali e foraggiano interessi economici non indifferenti: si stampano al nero tonnellate di materiale cartaceo e vengono costituite squadre mercenarie di attacchinaggio che talora hanno un’organizzazione di tipo para-militare. Attorno alle tornate elettorali c’è nell’area ipparina e iblea un inenarrabile business illegale foraggiato e supportato da diversi politici candidati o da loro prestanomi.
Il problema però da anni viene sottovalutato e una cappa di silenzio avvolge, all’indomani delle elezioni, tale questione ed a un certo punto non se ne parla piu’.
Occorre rompere il muro di silenzio e per tale motivo nel Maggio scorso, in Prefettura, assieme a diverse associazioni, gruppi di cittadini, singoli consiglieri comunali abbiamo sollevato tale triste fenomeno.
Siamo ad Ottobre e il problema sembra essere caduto puntualmente nel dimenticatoio
In questi giorni una mia specifica interrogazione consiliare sull’argomento, presentata quattro mesi fa al Sindaco Nicosia, ha avuto finalmente una risposta credibile ed articolata.
L’Ufficio Affissioni e Tributi, la Polizia Municipale hanno accertato con mezzi video-fotografici nel solo territorio di Vittoria trentamila manifesti elettorali abusivi!
Le somme complessive spese dal Comune di Vittoria per censire, rimuovere o oscurare i manifesti sono impressionanti: quasi centomila euro il danno arrecato.
Un candidato ha commesso, nella sola Vittoria, ventimila infrazioni. Diversi candidati  superano le dieci mila infrazioni.
Il Comune di Vittoria inoltre è dovuto intervenire, con mezzi propri, anche per rimuovere e distruggere diverse strutture portanti di pubblicità elettorale abusiva: in questi casi è anche intervenuto l’Ufficio Tecnico.
Il Comune di Vittoria ha il dovere di inviare questi materiali urgentemente al Prefetto di Ragusa per iniziare seriamente un lavoro di denuncia e di repressione di un fenomeno gravissimo foraggiato da diversi candidati e onorevoli che rendono la politica sempre piu’ irrespirabile.

Vittoria, 11-10-08
Peppe Cannella, consigliere comunale di Bellaciao-Rifondazione

Consigliamo la visione di questi video:

Mommo Capentieri

Nino Minardo e Mommo Carpentieri

Letto 13463 volte