Un anno fa, il 28 Ottobre 2007, la spiaggia di Vendicari è stata teatro dell’ennesima strage del mare, che si somma a tutte quelle che da anni si compiono nelle frontiere europee. Il rovescio di una piccola imbarcazione provocava la morte di 17 egiziani e palestinesi, partiti dall’Egitto.

La trasformazione dell’Europa in fortezza sta provocando crimini e tragedie che si compiono al tempo presente. Le stragi di migranti e rifugiati lungo le frontiere europee continuano imperterrite, accompagnate dal cinismo e dall’indifferenza dell’Europa e dei paesi del Mediterraneo. Centinaia di Milioni di euro vengono spesi per finanziare centri di detenzione all’interno e fuori dall’Unione Europea e per sostenere accordi con regimi di paesi a cui viene affidato il controllo delle frontiere.

Parallelamente viene messa in atto ogni giorno una campagna politica e mediatica di criminalizzazione dei migranti, mentre sopratutto in territori come il sud d’Italia, si favoriscono forme di schiavitù e sfruttamento e la violazione dei diritti fondamentali.

Per non dimenticare tutte le vittime dell’immigrazione e per coinvolgere la società civile in tale questione, invitiamo a partecipare assieme ai familiari delle vittime e ai superstiti del naufragio sabato 1° Novembre 2008 alle ore 15 alla commemorazione del naufragio avvenuto nella notte tra il 27 e il 28 Ottobre del 2007 a Vendicari. Punto d’incontro Villa di Noto (Porta Reale).

Dopo la cerimonia con l’ Imam Mufid, la musica di Ramzi Harrabi e Poesie, si svolgerà alle ore 18 nella Sala Dante di Noto un dibattito sull’immigrazione dove parteciperanno oltre ai familiari delle vittime ed i superstiti del naufragio il giornalista Gabriele del Grande, l’avvocato Paola Ottaviano il documentarista Roman Herzog e la scrittrice Heike Brunkhorst.

Vedi programma in allegato

anniversario-vendicari-2008

Letto 9086 volte