Indietro Menù

Una Nuova Prospettiva

Le feste a Modica tra memoria e futuro

E quando verrà l’ora del timore
che chiuderà questi miei occhi umani,
aprimene, Signore, altri più grandi
per contemplare la tua immensa luce,
e la morte mi sia un più grande nascere.

Maragall

Carissimi genitori,
è con grande piacere che vogliamo iniziare insieme con voi un viaggio scandito dalle feste e dai riti della nostra tradizione. Vogliamo riscoprirli sentendoci uniti nell’apertura di ogni famiglia alla grande famiglia che è la città.

La prima tappa sarà la ricorrenza dei “morticini”. Perché non resti troppo esteriore attingiamo ai ricordi della nostra infanzia: ricordiamo com’era bello essere contenti di piccole cose, come non fosse importante l’oggetto ma l’atmosfera e l’affettività che si viveva. In quel giorno si ritrova un colloquio con l’invisibile, con i nostri cari che non sono più con noi, coltivando dimensioni oggi difficili ma importanti come il silenzio, l’attesa, il dono. Rivivere questa tradizione che è nostra – diversamente da altre, come Halloween, che non ci appartengono e che rischiano di far vivere la morte in maniera giocosa ma anche un po’ lugubre e senza speranza – diventa l’occasione per mettere al centro i nostri bambini, non sommergendoli di cose, ma ascoltandoli, mettendoci «ai piedi della loro crescita».

La nostra proposta è quella di continuare a far trovare, la mattina dei morticini, dei piccoli oggetti nascosti, accompagnati dai dolci di frutta martorana, quasi come una caccia al tesoro che sarà il dono portato dai nostri cari morti e che lascia aperto un dialogo con loro e trasmette speranza.

Il pomeriggio di domenica 2 novembre poi, dopo questa dimensione familiare, invitiamo tutti a ritrovarci in piazza Matteotti alle ore 19 per condividere la festa con uno spettacolo – “L’Angeluzzo” – nel quale saranno raccontate fiabe della nostra tradizione. Alla fine un piccolo dono esprimerà l’attenzione di tutta la città ai bambini.

Il viaggio continuerà attraverso altri momenti significativi, come la lettura del Piccolo Principe, il Gran Bazar di Natale nei giorni dell’Immacolata e la preparazione di un Carnevale bello e gioioso attorno al tema di Pinocchio… Ma di questo vi informeremo in seguito, intanto iniziamo il viaggio!

Modica, 20 ottobre 2008

Il Sindaco di Modica
Antonello Buscema

Letto 8681 volte