Nino Cerruto

Nino Cerruto

Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Sindaco
All’Assessore all’Urbanistica
All’Assessore all’Ecologia
All’Assessore ai LL.PP
Comune di Modica
E p.c. Agli organi di informazione

Oggetto: piano di conservazione e tutela delle risorse idriche comunali. Interrogazione

Il sottoscritto Cerruto Antonino, consigliere comunale di Una Nuova Prospettiva,

– premesso che il comune di Modica ha dato incarico, con determina sindacale n. 3365 del 4/12/2003 e successiva determinazione n. 3260 dell’8/11/2005, di redigere uno studio idrogeologico finalizzato alla redazione di un piano di conservazione e tutela delle risorse idriche comunali;
– visto che lungo il tracciato di alcune condotte, in cui si riscontrano tra l’altro frequenti perdite, vengono effettuati dei veri e propri prelievi abusivi che, come nel caso delle due sorgenti di Cappellazzo, la cui portata è stimata in almeno 8 litri/sec, riducono quasi a zero l’effettiva fornitura di acqua alla città;
– considerato che nelle sedute del Consiglio Comunale del 25/01/2008, del 07/02/2008 e del 11/02/2008 era stata messa all’ordine del giorno l’adozione del suddetto piano, mai adottato perché successivamente ritirato dalla precedente amministrazione;
– ritenuto che un’amministrazione comunale ha il dovere di salvaguardare le risorse idriche di una città e quindi il diritto di regolamentare la captazione di risorse idriche, che spesso avviene in modo incontrollato se non addirittura abusivo;
– in forza del Decreto Assessoriale del 26/05/2006 il quale, all’art. 3, sancisce l’istituzione di “una zona di protezione per un raggio di 1 km dalla risorsa vincolata, salvo determinazioni maggiormente restrittive che l’amministrazione concedente si riserva di imporre”.

chiede

– di conoscere, se mai ve ne sono, i motivi che hanno indotto la precedente amministrazione a ritirare questo importante punto;
– di inserire al più presto all’ordine del giorno del consiglio comunale l’adozione di tale atto al fine di tutelare le sorgenti ed i pozzi esistenti e per creare un precedente per i pozzi che da qui a breve dovranno realizzarsi per risolvere definitivamente il problema dell’approvvigionamento idrico in diverse zone della città;
– di discutere la presente interrogazione nella prossima seduta del Consiglio Comunale.

Modica, 31/10/2008

Nino Cerruto
Consigliere Comunale
Una nuova prospettiva

Letto 11371 volte