Gruppo Consiliare Provinciale
Sinistra Europea

Il Piano Triennale delle Opere Pubbliche approvato dal consiglio provinciale, ed anche dal sottoscritto, nel mese di Ottobre, almeno per quanto riguarda le opere per l’ammodernamento della viabilità secondaria in Provincia di Ragusa, cioè le strade dove i cittadini viaggiano tutti i giorni, che sono in stato di forte degrado visti anche i numerosi incidenti stradali con morti ed invalidi ogni settimana, è un FALSO.
L’URPS (unione delle province siciliane) e quindi anche il nostro presidente Antoci, ha approvato un documento che esprime forte preoccupazione per la perdita dei finanziamenti stanziati dalla finanziaria del 2007 (dal tanto vilipeso governo Prodi) che assegnavano alla Sicilia 1.050 milioni di euro in tre annualità.
Il governo Berlusconi, in modo unilaterale, ha tagliato questi fondi e “sono rimasti disponibili solo le risorse del CIPE pari a 500 milioni di euro per la Sicilia e per la Calabria divise in tre annualità: 90 per il primo anno, 100 per il secondo e 210 per il terzo” cito il documento firmato dai presidenti delle province siciliane.
Ciò significa che per la Provincia di Ragusa invece dei 28 milioni di euro sbandierati per il primo anno, che corrispondono ad una serie di opere viarie divise nei tre distretti equamente e deliberate con il piano triennale delle opere pubbliche, se ne potranno utilizzare solo 5 per il primo anno, 8 per il secondo e 15 per il terzo.
UN BLUFF, una balla di dimensioni colossali che tutti i consiglieri sconoscevano e che credo il Presidente Antoci sapesse già da parecchio tempo, che non ci è stata mai comunicata.
Bisogna affrontare questo problema urgentemente in consiglio con il confronto tra tutti i gruppi consiliari che, se ciò viene confermato, sono stati buggerati e tenuti in scarsa considerazione.
Le menzogne di questo governo centrale di centro-destra si cominciano a svelare in tutta la loro drammaticità e con conseguenze vitali sulla vita di tutti i cittadini non solo di questa provincia ma di tutto il territorio regionale.

Pippo Mustile

Letto 8048 volte