Da Radio R.T.M.:

Giornata modicana per il Sindaco di Gela, Rosario Crocetta, che, per il suo impegno e per il coraggio, è oramai simbolo dell’antimafia istituzionale in Sicilia.

La giornata all’ombra del Castello è iniziata in mattinata con l’incontro al liceo scientifico “Galileo Galilei”, dove il primo cittadino gelese, assieme al Questore di Ragusa, Giuseppe Oddo, ha incontrato gli studenti dell’istituto diretto da Salvatore Lucifora. Crocetta ha portato il messaggio dell’antimafia. “Non c’è un età per dire no alla mafia – ha detto -.

E’ necessario rifiutare subito, sin dai banchi di scuola, gli atteggiamenti mafiosi o quelle che possono essere le prime avvisaglie. Il vivere civile, l’antimafia, l’onestà inizia da qui”.

Successivamente Rosario Crocetta ha incontrato il Sindaco di Modica, Antonello Buscema, per un incontro preparatorio della tappa iblea della carovana antimafia che farà sosta a Modica a metà dicembre.

“La presenza oggi del Sindaco Crocetta e la tappa della carovana antimafia – ha detto Buscema – sarà un segnale per rilanciare un impegno di educazione alla legalità che passi innanzitutto per l’impegno educativo e la costruzione di un tessuto sociale sano, come primo antidoto ad ogni piccola o grande forma di infiltrazione mafiosa”. I due hanno chiacchierato parecchio, in maniera informale ma anche dal punto di vista “istituzionale”.

“Voglio essere d’esempio – ha detto il sindaco di Gela – per qualunque amministratore. Dire no alla mafia, allontanare dalle stanze dei bottoni i mafiosi, ripulire gli enti locali è possibile.

Serve l’impegno, la determinazione e soprattutto serve essere, in prima persona, limpidi e puliti. Ed in Buscema confido parecchio”.

La giornata modicana del Sindaco antimafia è stata organizzata dall’associazione Libera, nata a Modica nel segno di Rita Borsellino e tenuta a battesimo dalla stessa sorella del magistrato ucciso dalla Mafia in via D’Amelio.

Letto 9712 volte