AL MOVIMENTO UNA NUOVA PROSPETTIVA

Gruppo consiliare
“Bellaciao-Rifondazione”

Ufficio del Consiglio
Comunale di Vittoria

MANIFESTI ELETTORALI ABUSIVI A VITTORIA.
Nel pieno rispetto della legge si vada avanti

Circa un mese fa una mia specifica interrogazione consiliare sui manifesti selvaggi elettorali delle ultime elezioni regionali e nazionali ha avuto dal Sindaco Nicosia una risposta sufficientemente credibile ed articolata.
Il Sindaco in Consiglio Comunale ha affermato che l’Ufficio Affissioni e la Polizia Municipale hanno accertato con mezzi video-fotografici, nel solo territorio di Vittoria, parecchie migliaia manifesti elettorali abusivi.
Le somme spese dal Comune di Vittoria per censire, rimuovere o oscurare i manifesti sono notevoli: si parla complessivamente di decine di migliaia di euro.
C’è un candidato che addirittura ha commesso, nella sola Vittoria, oltre dieci mila infrazioni!! Un altro circa settemila..
Chissà di quanta potenza economica potevano disporre…
Chi ha danneggiato e stuprato muri, cose, cabine telefoniche, cassonetti e persino segnali stradali e chi ha oltraggiato anche i centri storici, le Chiese e i Cimiteri va individuato e segnalato alle Autorità
Competenti. E nel rispetto della legge le spese sostenute dal Comune, come dicono le normative vigenti e come ha sostenuto la Prefettura nei mesi scorsi, devono essere recuperate. Il Comune di Vittoria, al di là di qualche vizio formale commesso per l’accertamento delle infrazioni, deve continuare il suo iter per bloccare e prevenire tale fenomeno.
Attorno alle varie tornate elettorali si costruisce, nell’area ipparina e iblea, un rilevante giro economico illegale supportato da diversi politici candidati o da loro presta-nomi. Gravissimo è il fenomeno delle squadre mercenarie di attacchinaggio costituite spesso da personaggi discutibili e vicini alla criminalità.
Altrettanto grave è la produzione incontrollata al nero di tonnellate di manifesti elettorali che poi ci troviamo appiccicati in modo indecoroso e barbaro sui muri delle Città.
Occorre bloccare questo scempio di illegalità e di degrado che ormai si ripete impunemente da anni.
La risposta all’interrogazione consiliare è stata solo un primo passo.
Questa vicenda sta avendo incredibilmente un ruolo importante nell’attuale crisi politica-amministrativa della Giunta Nicosia.
Gli Uffici Comunali della Polizia Municipale e dell’Ufficio Affissioni, correggendo eventuali vizi procedurali commessi in questi giorni e denunciati da qualche consigliere comunale di maggioranza, vadano avanti. E lo facciano presto, rifiutando ogni eventuale proposta di insabbiamento proposta dal politico di turno. E non c’è destra o sinistra che tenga : nel pieno rispetto della legge si vada avanti.
E’ un atto dovuto, necessario per prevenire e combattere un fenomeno gravissimo che va avanti indisturbato da anni anche grazie al coinvolgimento inaccettabile di diversi uomini politici.

Vittoria, 04-12-08

Peppe Cannella, consigliere comunale di Bellaciao-Rifondazione

Letto 10221 volte