manifesti-abusivi-sulla-facciata-del-cine-teatro-modernoIn tema di pubbliche affissioni, Modica sconta la limitata attuazione del Piano degli impianti  pubblicitari e delle pubbliche affissioni, approvato con atto del Consiglio Comunale n. 76 del  31/07/03. Le superfici finora disponibili, infatti, sono insufficienti e occorrerebbe, così come previsto dagli articoli 21 e seguenti del suddetto piano, che il Comune predisponesse le superfici previste e la loro distinzione secondo le diverse finalità. In città, tuttavia, la Polizia Municipale, recrimina i confortanti risultati dal punto di vista della repressione dei reati in tema di affissioni e pubblicità. Oltre mille, infatti, sono i verbali contestati dalla sezione “Pubblicità ed Affissioni” della Polizia Municipale dal 1 gennaio al 31 dicembre 2008. In particolare, 1.007 sono stati quelli contestati in violazione alle norme sulla propaganda elettorale, nelle due tornate del 13 e 14 aprile e del 15 e 16 giugno. Venti i verbali emessi per l’affissione non autorizzata, mentre due hanno riguardato l’installazione d’insegne pubblicitarie e otto i verbali per occupazione di suolo pubblico. «In materia di affissioni – precisa l’attuale comandante Giuseppe Puglisi – nonostante la limitatezza di personale, si continua costantemente a svolgere un lavoro continuo e capillare per tutto il territorio in special modo, nei pressi di monumenti e nel centro storico». Il Sindaco, Antonello Buscema, rispondendo ad un’interrogazione del consigliere comunale di Una Nuova Prospettiva, Nino Cerruto, in tema di costi di defissione per il Comune durante le campagne elettorali, sostiene che «si tratta ormai di una piaga che vive la città ad ogni campagna elettorale, in quanto, le squadre dei candidati non hanno rispetto delle regole e il sistema sanzionatorio non è adeguato per cui bisogna agire in flagranza». Secondo il primo cittadino la legge va modificata perché la lotta al manifesto selvaggio è impari rispetto alla diffusione di manifesti abusivi che vengono coperti e quelli che rimangono affissi. Il Sindaco ha, altresì, annunciato che, se è possibile individuare a quali persone possono essere intestate le spese, chiederà agli uffici di operare l’operazione di recupero degli elevati costi che il Comune sostiene per il ripristino dei siti danneggiati da manifesti abusivi e per le varie notifiche ai contravventori. L’assessore al ramo, Elio Scifo, ha dichiarato di voler procedere ad una rapida organizzazione di tutto il settore per dare concreta attuazione al piano delle pubbliche affissioni di cui il Comune si è già dotato.

Modica, 06/02/09                                                                                   Marcello Medica

Letto 9567 volte