Tratto da: http://www.radiortm.it/Notizia.asp?id=22551

ATTENTATO INCENDIARIO IN UN CHIOSCO DI FIORI NEL PIAZZALE DEL CIMITERO COMUNALE DI MODICA. INDAGINI DELLA POLIZIA

Messaggio inquietante per un commerciante di fiori modicano. Ignoti gli hanno dato alle fiamme uno dei chioschi per la rivendita di fiori al cimitero comunale di Contrada Piano Ceci. I fatti risalgono a qualche notte fa anche se solo ora si è venuti a conoscenza di quanto accaduto anche perchè ieri, venerdì, è uno dei giorni in cui è alta la presenza di persone che si recano in visita ai cari defunti. E’ stato preso di mira, in particolare, uno dei chioschi più nuovi, realizzati, insomma, circa un paio di anni fa proprio nella zona dove si trova l’ingresso della nuova ala del cimitero e dunque dalla parte di Via Cimitero Mantegna Idria, dove è più facile agire senza essere notati. La struttura è di proprietà di un quarantenne modicano, P.F., e non rimane aperta tutti i giorni. Nottetempo ignoti si sono dotati di liquido infiammabile e lo hanno cosparso, probabilmente attraverso delle fessure, all’interno del chiosco prima di appiccarvi le fiamme. Il fatto che l’impianto fosse chiuso ha limitato i danni: distrutta la merce e gli scaffali in legno presenti all’interno mentre all’esterno sono visibili le mura affumicate. Il fuoco, insomma, non si è alimentato all’esterno e non c’è stato nemmeno bisogno dell’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Modica perchè si sono spente da sole. Sull’episodio, sulla cui matrice dolosa non ci sono dubbi, stanno indagando gli agenti del Commissariato di Polizia insieme ai colleghi della Scientifica. Sarebbe stato interrogato il proprietario dell’immobile ed altre persone per cercare di comprendere quale possa essere il movente che ha spinto gli ignoti a commettere questa che potrebbe essere una sorta di azione punitiva, oppure un segnale. Una decina di anni fa un simile episodio, ma allora i danni furono notevoli, si registrò in quello che è definito il piazzale principale del cimitero dove, sempre nottetempo, fu dato alle fiamme uno dei primi chioschi installati nell’area cimiteriale che costrinse il proprietario a chiudere definitivamente.

Letto 6446 volte