locandina_impattozeroMercoledì 22 aprile 2009
Comunicato stampa
La giornata della Terra

Solo nel 1953, grazie al lavoro del geochimico Clair Cameron Patterson, fu stabilita l’età del nostro pianeta, la Terra.

Fu stabilito appunto che attraverso le quattro ere dell’Eocene, Miocene, Pliocene e Pleistocene il pianeta vivente GAIA ha raggiunto la rispettabile età di 4,65 miliardi di anni. Una scoperta che ha permesso lo sviluppo della teoria dell’evoluzionismo: i processi di adattamento e di interazione delle specie viventi sono estremamente lenti rispetto agli standard temporali dell’uomo.

L’attività umana in soli due secoli di industrializzazione ha messo in crisi un equilibrio naturale che ha richiesto miliardi di anni per realizzarsi. Oggi in tutto il pianeta si festeggia il compleanno del pianeta, appunto il giorno della Terra, the Earth day.

Un giorno di riflessione cui tutti siamo chiamati a manifestare il nostro amore per Gaia, il pianeta vivente.

Legambiente Modica, il neonato circolo melograno, ha deciso in tutta fretta di mobilitarsi con una piccola iniziativa che coinvolge alcune attività commerciali che subito hanno aderito con entusiasmo al giorno della Terra.

Il Caffé Letterario Hemingway, il Martin Cafè, R&TIA-Divisione Fonti Rinnovabile, Natura Iblea, Polo Commerciale Modica, Garden House di Careno & C., Calabrese Argenti, Conad Sicilia, destineranno parte degli incassi di oggi alla piantumazione di alberi in un’area della città da individuare insieme all’amministrazione comunale che ha immediatamente concesso il patrocinio all’iniziativa.

Le attività commerciali aderenti al giorno della Terra, attiveranno la raccolta differenziata per mandare un segnale alla città affinché si accrescano gli sforzi per rilanciare con determinazione una pratica che ormai è comune in tutta Europa.

Legambiente Modica, in collaborazione con il DIRE (Dipartimento Industria Rifiuti Energia) di Legambiente Sicilia, va oltre e ricorda che le priorità fondamentali per una corretta gestione integrata dei rifiuti sono la prevenzione e il riutilizzo dei rifiuti.

Evitare di produrre rifiuti è il modo più semplice ed MODICA circolo melograno economico di gestirli.

Legambiente suggerisce al Sindaco e agli assessori competenti ad attivare al più presto poche ma determinanti azioni che evitino la produzione di rifiuti.

Per esempio l’avvio di un accordo di programma con le principali catene di supermercati presenti a Modica per favorire il ricorso ai vuoti a rendere, il riuso degli imballaggi, l’eliminazione graduale delle buste di plastica, inutili quanto invasivi imballaggi usa e getta.

Modica presenta una significativa quota di popolazione che vive nella bellissima campagna modicana.

Il Comune potrebbe distribuire, a soli 10 € ciascuno, dei composter a quanti sono in possesso di un giardino.

Con un investimento di poche migliaia di euro si permetterebbe a centinaia di famiglie modicane di autoprodurre del compost da utilizzare come fertilizzante per i propri giardini.

Allo stesso tempo diminuirebbero la produzione di rifiuti del 30-50%. Per incentivare la pratica del compostaggio il Comune potrebbe riconoscere uno sconto di almeno il 20% sulla tassa dei rifiuti.

Una corretta gestione dei rifiuti, ricorda il circolo melograno, è un atto di amore per il futuro dei propri bambini.

Molte altre cose si possono fare per diffondere l’uso delle FER (Fonti di Energia Rinnovabile) e di pratiche di efficienza e risparmio energetico. Poche azioni che ci permetterebbero di produrre energia gratuitamente per 50 anni.

Conservare un territorio sano, bello, fruibile è un dovere di donne e uomini di oggi, oltre che un diritto delle future generazioni.

Legambiente Modica
circolo melograno

Letto 13122 volte