Vito D'AntonaIl sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, chiede alla S.V. di volere sottoporre al Consiglio Comunale il seguente Ordine del Giorno, per essere discusso ed eventualmente approvato:

“Il Consiglio Comunale di Modica,

Tenuto presente che dal 1° Agosto per circa cinquanta dipendenti di Video Mediterraneo sono state avviate le procedure per la cassa integrazione;
Preso atto che tale decisione è stata determinata da un momento di grave difficoltà economica dell’impresa, la quale, secondo le dichiarazioni del titolare della società, riportate dalla stampa in questi giorni, avrebbe avuto negato un contributo finanziario per una interpretazione non pacificamente accettata delle disposizioni sulle agevolazioni statali all’editoria;
Preso atto che da notizie assunte in via informale, la società, con l’ausilio di legali e consulenti, sta cercando di impostare una strategia rivolta a fare valere le proprie ragioni per l’esito positivo della richiesta di contributo;
Rilevato che tale situazione sta determinando un grave stato di incertezza e di preoccupazione tra i circa sessanta dipendenti e collaboratori dell’emittente televisiva, i quali, nel caso di esito negativo della vicenda, potrebbero perdere da un giorno all’altro il loro posto di lavoro;
Rilevata la necessità, avvertita in questi giorni da più parti, di esprimere in primo luogo la solidarietà della città ai dipendenti e ai collaboratori, il cui futuro è all’improvviso diventato incerto e insicuro;
Ritenuto, inoltre, doveroso tentare di mettere in atto ogni forma di iniziativa politica, istituzionale e sindacale in grado di evitare l’aprirsi di una vertenza occupazionale in un momento economico particolarmente difficile e in una realtà locale caratterizzata da poche occasioni occupazionali in grado di assorbire eventuali esuberi che potrebbero presentarsi in caso di esito negativo della vicenda;
Ritenuto, ancora, doveroso tutelare e difendere una realtà e un patrimonio significativi per la città di Modica, dati da una emittente che in tanti anni ha informato e ha proiettato in tutto il mondo le potenzialità del territorio modicano e ragusano;
Rilevato che appare opportuno, analogamente a quanto si sta facendo per altre importanti vertenze occupazionali della realtà provinciale, verificare la possibilità di fare intervenire i vertici istituzionali provinciali, come la Prefettura e la Provincia Regionale di Ragusa, mediante un confronto a breve scadenza con le Organizzazioni Sindacali e i vertici istituzionali del Comune;
Esprime

la propria solidarietà ai dipendenti e ai collaboratori di Video Mediterraneo interessati da uno stato di incertezza sul loro futuro;

Invita
l’Amministrazione Comunale a verificare la possibilità di farsi promotrice di eventuali iniziative, mediante il coinvolgimento della Prefettura di Ragusa, della Provincia Regionale di Ragusa e delle Organizzazioni Sindacali, rivolte ad evitare lo stato di crisi permanente dell’emittente Video Mediterraneo, con le conseguenze inevitabili sul piano occupazionale e della informazione.”
Modica, 2.8..2009
Distinti Saluti
Vito D’Antona

Letto 8772 volte