noaimanifest11 Da Radio R.T.M.:
Il Comune di Modica batte cassa ed avvia il recupero delle spese che ha dovuto sostenere per la defissione dei manifesti riguardanti la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale e l’elezione del nuovo sindaco, risalente al 15 e 16 giugno 2008. Circa cinquecento candidati in questi giorni stanno ricevendo a casa le notifiche dei verbali spiccati dall’ufficio dell’Avvocatura Comunale, attraverso i quali a coloro che avevano utilizzato spazi non autorizzati per l’affissione dei rispettivi manifesti elettorali, viene intimato di versare la somma prevista(qualcuno lo ha già immediatamente fatto). Complessivamente sono cinquecentottanta le notifiche che serviranno, appunto, al recupero delle spese sostenute all’epoca per materiale e personale. Nella sostanza il Comune di Modica stila un resoconto delle somme impiegate per la defissione e, conseguentemente, fa una divisione per infrazione. Chi ha affisso meno manifesti, chiaramente, pagherà di meno, chi non ha avuto remora alcuna, molto di più. Tra gli interessati molti sono gli attuali consiglieri ed amministratori comunali, ma tanti sono anche coloro che, alla fine, sono rimasti con un pugno di mosche in mano e la notifica rappresentata per loro il cosiddetto “danno oltre alla beffa”. La somma che deve recuperare l’ente di Piazza Principe di Napoli, sulla base degli accertamenti anche fotografici eseguiti dalla polizia municipale, ammonta a quasi dodicimila euro. Nello specifico, 401 euro rappresenta il costo per l’acquisto della colla impiegata per la copertura dei manifesti elettorali abusivi con fogli in bianco che sono costati cinquecento euro. L’importo più consistente è quello che l’amministrazione comunale ha dovuto sborsare alla Modica Multiservizi, il cui personale è stato impiegato durante la campagna elettorale per la defissione. E’ bene sottolineare che i verbali in questione non hanno nulla a che fare con quelli che spiccherà la Prefettura di Ragusa prossimamente relativamente all’inosservanza delle disposizioni impartite dall’apposita legge, quella cioè dell’affissione selvaggia, anche questi derivanti dagli accertamenti e dalle infrazioni rilevate dalla polizia municipale. In atto i verbali per candidato partono da 57 euro, per tre soli manifesti abusivi, a 300 euro. Ma attenzione. Il settore municipale diretto dall’avvocato Miriam Dell’Ali tra qualche settimana farà partire anche gli inviti di pagamento per le elezioni Europee del 13 e 14 aprile dello scorso anno. Sono in tutto 289 i candidati inottemperanti che dovranno “pagare Dazio” al fine di consentire al Comune di Modica di recuperare oltre 14 mila euro ovvero 474 euro per la colla, 1600 euro per i manifesti a copertura e 12.300 euro per la Modica Multiservizi.

Letto 15441 volte