Clicca sulle foto per ingrandirle


E’ stata effettuata venerdi mattina, da parte di una squadra di operatori ecologici del comune di Scicli, una prima bonifica della scogliera di Costa di Carro del versante di Sampieri.

La situazione di grave degrado ambientale della zona ricadente all’interno del parco di Costa di Carro era stata denunciata giorni addietro dal movimento Una Nuova Prospettiva ed aveva visto l’intervento sul posto dell’assessore all’ecologia Raffaele Giannone del tecnico comunale Alessio Privitera ed anche il sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque, che si era voluto personalmente sincerare della situazione al fine di predisporre opportuni interventi di salvaguardia del territorio.

Una squadra di operatori ecologici ha quindi passato al setaccio tutta la scogliera rimuovendo la spazzatura accumulatasi soprattuto durante la settimana di ferragosto quando diversi campeggiatori, in tenda e camper, avevano preso d’assalto la costa lasciandosi dietro montagne di spazzatura.

Anche alcuni rifiuti ingombranti, abbandonati sul posto da anni, sono stati rimossi ed un apposito mezzo ha provveduto all’aratura dell’arenile.

Vogliamo esprimere il nostro apprezzamento per il segnale di pronta risposta e disponibilità all’appello lanciato da Una Nuova Prospettiva che gli uffici del comune di Scicli, ed il Sindaco in persona, hanno voluto dare in materia ambientale ed auspichiamo che possano vedere presto la luce ulteriori interventi a salvaguardia della costa Sampierota.

Il sindaco ha infatti assicurato che l’intera zona di Costa di Carro verrà recintata ed interdetta al transito veicolare ed opportune azioni di controllo e tutela verranno intraprese di concerto con la Capitaneria di Porto di Pozzallo, responsabile dell’area demaniale ricadente all’interno del perimetro del parco.

Tutto il litorale di Sampieri è stato, negli ultimi anni, oggetto di attenzioni da parte di studiosi ed ambientalisti per le caratteristiche dell’ambiente marino e costiero.

La spiaggetta di Costa di Carro è stata infatti spesso meta delle splendide tartarughe Caretta Caretta che l’hanno scelta per la riproduzione e quindi vi hanno deposto le uova.

Le zone sabbiose circostanti hanno invece rappresentato l’habitat ideale per la nidificazione del Martin Pescatore il cui nido – un cunicolo scavato su una parete sabbiosa – è andato distrutto dal transito dei mezzi all’inizio della stagione estiva.

Al centro di un convegno, che si è svolto a Sampieri nel mese di maggio 2009, le alghe del mare sciclitano ed in particolare il cosiddetto “pomodoro di mare”: sarebbero utili per ricavarne molecole e sostanze idonee nella ricerca alla lotta ai tumori (la stampa dava addirittura notizia della volontà di creare un centro di ricerca oncologica applicata agli organismi marini).

Ricordiamo infine che sempre nella spiaggia di Sampieri è stato avvistato e fotografato il rarissimo Ocypode cursor volgarmente detto “granchio fantasma” che, in base alle notizie attualmente disponibili, non è azzardato pensare che sia presente solo in questa zona; della sua presenza nel territorio nazionale esiste solo una segnalazione di parecchi anni fa nell’isola di Lampedusa.
Questa specie è compresa nell’Allegato II riguardante le specie rigorosamente protette dalla Convenzione di Berna e nell’elenco dell’allegato II del protocollo relativo alle zone specialmente protette e alla diversità biologica nel Mar Mediterraneo adottato alla Convenzione di Barcellona del 1996.

Un tratto di litorale, insomma, di grandissima ricchezza ed importanza biologica che deve essere tutelato ad ogni costo e che, se opportunamente valorizzato – l’intervento di messa in sicurezza della fornace Penna potrebbe completare il quadro di una serie di interventi minimi di conservazione -, potrebbe rappresentare il fiore all’occhiello di un’intera provincia.

Modica, 30 agosto 2009

Maurizio Pisana.
Una Nuova Prospettiva
Movimento politico della città di Modica

http://www.unanuovaprospettiva.it

Letto 26116 volte