Ideato, promosso ed organizzato dal mensile “IL CLANDESTINO con permesso di soggiorno”, prenderà il via a Modica il 25 agosto il 2° Festival del Giornalismo.

Di seguito la presentazione che apre il sito www.festival-del-giornalismo.it dove è possibile trovare contenuti e programma dell’evento.

L’idea di un Festival del Giornalismo nasce dal desiderio di promuovere, a Modica, la conoscenza del panorama informativo nazionale, con particolare attenzione al mondo giornalistico siciliano.
Figure di spicco hanno, infatti, segnato la storia del giornalismo in Sicilia, sia per la loro incessabile ricerca della verità, portata avanti con un’attenta dedizione al mestiere, sia per le loro tragiche vicende.

Giornalisti come Giovanni Spampinato e Pippo Fava, spesso dimenticati nell’indifferenza della società, devono invece servire da monito in un contesto difficile come quello che si profila in Italia. Proprio a queste due figure abbiamo dedicato due giorni del nostro Festival.

A Pippo Fava e al cambiamento dello scenario informativo in Sicilia è dedicata un nostro incontro: Riccardo Orioles, Pino Finocchiaro e Antonello Mangano racconteranno la loro esperienza sul campo e ci aiuteranno a comprendere meglio l’idea del ‘giornalismo etico’ di Fava. Sarà inoltre proiettato un video di Pino Finocchiaro dedicato alla sua figura e saranno presenti anche i figli Elena e Claudio Fava.

“Giovanni Spampinato: la vicenda oscura di un giornalista ragusano” è invece l’argomento della nostra seconda conferenza, che prevede l’intervento del fratello Alberto Spampinato, dei giornalisti Carlo Ruta e Roberto Rossi (con la presentazione dell’ultimo libro di quest’ultimo) Per guardare al panorama nazionale e all’attuale fase di polemiche e malcontenti che riguarda il mondo della stampa, abbiamo invitato i giornalisti Franco Fracassi e Bruno Tinti.

All’incontro sulla libertà d’informazione sarà presente anche il sostituto procuratore di Palermo, Antonio Ingroia, che fornirà senz’altro un’ulteriore momento di grande interesse culturale. Inoltre avremo la presenza dei Procuratori di Modica e Gela, Puleio e Lotti.

Un intero pomeriggio del festival sarà inoltre dedicata ai numerosi progetti editoriali giovanili: un forum consentirà di conoscere tutte le nuove realtà
siciliane impegnate nella comunicazione. Al forum seguirà l’intervista al giornalista Walter Molino.

Saranno poi istituiti due workshop, giornalismo fotografico e giornalismo d’inchiesta, con due docenti qualificati Franco Fracassi e Simone Donati, mentre la sera lasceremo spazio a musicisti e artisti locali, come Davide Di Rosolini, il quintetto jazz a cura di Giuseppe Scucces, Salvatore Rendo, Pietro Giunta, Armando Barni ed Ennio Maltese e a momenti teatrali con Fatima Palazzolo, Riccardo Tona e Leandro Medica.

Letto 16352 volte