D’Antona Vito

Consigliere Comunale SEL Modica

Al Sig. Sindaco del Comune di Modica

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Modica

p.c.    Agli Organi di Informazione

Oggetto: Rinegoziazione mutui. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà,

–          Tenuta presente la circolare n. 1278 del 21.9.2010, con la quale la Cassa Depositi e Prestiti consente ai Comuni che in atto hanno dei prestiti accesi con la Cassa la possibilità, a determinate condizioni, di rinegoziare dei mutui con scadenza successiva all’anno 2013, mediante un nuovo piano di ammortamento di restituzione di durata non inferiore a dieci anni e fino a trenta anni, a decorrere dal 1° gennaio 2011;

–          Preso atto che la circolare prevede una procedura specifica e, in particolare, che entro il 19 novembre occorre che il Comune, se interessato, deve selezionare, mediante collegamento informatico con la Cassa, i prestiti che intende negoziare alle nuove condizioni e che, successivamente, entro il 26 novembre deve trasmettere alla Cassa la documentazione richiesta, previa adozione di una apposita deliberazione del Consiglio Comunale con la quale viene approvata l’operazione di rinegoziazione;

–          Rilevato che il Comune di Modica ha in corso mutui concessi negli anni precedenti dalla Cassa Depositi e Prestiti pari ad un ammontare al 31.12.2009 di circa trenta milioni di euro, per i quali versa annualmente la cifra di oltre tre milioni di euro, comprensiva di quota capitale e interessi, somma quest’ultima che grava annualmente sul bilancio comunale;

–          Vista la pesantissima situazione finanziaria del Comune di Modica, caratterizzata, tra le altre criticità, anche da una persistente carenza di liquidità che costringe l’Ente a ritardare i tempi di pagamento delle spettanze ai propri dipendenti oltre che il dovuto ai fornitori, nonché a ricorrere costantemente ad anticipazioni di cassa da parte dell’istituto tesoriere, con aggravio di spese per interessi passivi;

–          Ritenuto, pertanto che appare necessaria ed urgente una valutazione attenta della opportunità offerta dalla Cassa Depositi e Prestiti, che se valida, conveniente e percorribile, consentirebbe al Comune una rinegoziazione di mutui tale da ammortizzare in un tempo più lungo la restituzione dei prestiti a suo tempo contratti e, quindi, una conseguente diminuzione delle rate annuali da restituire e una disponibilità di somme nel bilancio da potere utilizzare per fare fronte ad altre più impellenti necessità;

–          Preso atto che altri comuni stanno percorrendo la strada della rinegoziazione, utilizzando la procedura prevista dalla Cassa in tempo utile affinchè la rinegoziazione si perfezioni entro il 31 dicembre, in modo tale da ottenere gli effetti positivi già nel bilancio dell’anno 2011;

chiede

–          all’Amministrazione Comunale di esaminare la citata circolare della Cassa Depositi e Prestiti, concernente la possibilità di rinegoziazione dei mutui, e di valutare con urgenza ed attenzione se il Comune di Modica possiede i requisiti per accedere a tale opportunità, nonché i possibili vantaggi sul bilancio comunale;

–          che la presente venga discussa nella prossima riunione del Consiglio Comunale.

Modica, 10.10.2010

Vito D’Antona

Letto 20103 volte