I corpi degli immigrati accolti a Pozzallo Quei morti sono nostri fratelli! E chiedono un’umanità “altra da come siamo stati” Nella banchina del molo di Pozzallo, dove nel pomeriggio e nella serata del 1° luglio sono stati accolti gli immigrati drammaticamente morti nel barcone di appena venti metri che trasportava seicento persone, c’era molta commozione. […]

continua la lettura.....