ripetitore

Intervento dei comitati contro l’inquinamento elettromagneto di Modica.

Nell’anno 2003 il consiglio comunale votò un piano di posizionamento dei ripetitori di telefonia mobile predisposto dalla POLAB. La realizzazione del piano ha comportato uno studio al fine di individuare tutte le aree di proprietà del comune su cui era possibile installare gli impianti per la telefonia mobile. L’obiettivo primario del piano è di salvaguardare la salute dei cittadini minimizzando l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, nello stesso tempo garantire la copertura di rete e per ultimo permettere di avere al comune di Modica un’entrata derivante dal canone d’affitto.

Finalmente nel Marzo 2009 l’amministrazione comunale ha approvato il nuovo “REGOLAMENTO PER L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE.” che definisce le regole per l’installazione e i criteri per la localizzazione dei nuovi impianti e di quelli i cui contratti di locazione sono in scadenza o scaduti e ribadisce il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’amministrazione esclusivamente nei siti individuati dal piano POLAB.

A seguito dell’approvazione del regolamento si sono costituiti due comitati contro l’inquinamento elettromagnetico e hanno ufficialmente chiesto all’amministrazione l’attuazione del regolamento che prevede soprattutto la formazione del gruppo tecnico di valutazione al fine di verificarne l’attuazione.

A distanza di 4 mesi il gruppo tecnico di valutazione non è stato ancora costituito nonostante le diverse richieste dei comitati.

I comitati pertanto sollecitano l’amministrazione affinché affronti il problema dell’inquinamento elettromagnetico in modo deciso attuando in primo luogo il regolamento. Si chiede inoltre di avviare un percorso di informazione della cittadinanza che abita o lavora nelle aree interessate.

Piero Paolino, Portavoce “Comitati contro l’inquinamento elettromagnetico”

Letto 11031 volte