D’Antona Vito Consigliere Comunale SEL Modica

Dichiarazione del Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà, Vito D’Antona.

Esprimiamo la nostra preoccupazione per il fatto che il Consiglio Comunale di Modica è stato chiamato, già nella seduta di Venerdì 22 e, a seguire lo sarà, in quella di Mercoledì 27, a discutere di un nutrito ordine del giorno composto in prevalenza da varianti singole al Piano Regolatore Generale.

Le varianti in discussione riguardano sia nuovi insediamenti produttivi e ampliamenti di locali già esistenti in zona agricola, sia assegnazioni di destinazioni urbanistiche ad aree, originariamente indicate per la realizzazione di servizi verso la collettività, servizi che non essendo stati realizzati negli anni, hanno determinato la decadenza dei vincoli apposti sulle aree dal Piano Regolatore Generale.

Pur essendo consapevoli della legittimità e delle aspettative che stanno a base delle istanze, in particolare nel caso degli insediamenti produttivi, per la cui realizzazione in questi anni, in assenza di aree destinate ad attività commerciali o ricettive, dovuta al ritardo decennale di dotare il Comune della Variante generale al PRG, l’unica strada praticabile è stata quella della variante singola, sulla base della normativa sullo Sportello Unico delle Attività Produttive, riteniamo, però, altrettanto legittimo per il Consiglio Comunale, in rappresentanza degli interessi generali della città, mettere un punto fermo e riappropriarsi della sua competenza nel campo della programmazione urbanistica, attraverso l’immediato avvio della discussione sulla Variante al PRG.

Dopo le ormai decennali vicende legate alla Variante, per la quale il Comune è stato innumerevoli volte commissariato dalla Regione, all’inizio del mandato è stata acquisita la compatibilità della maggioranza dei consiglieri in carica, condizione favorevole che consente a questo Consiglio Comunale di affrontare ed adottare il provvedimento; inoltre, è stato superato recentemente anche il problema, introdotto da una norma regionale, di acquisizione della Valutazione Ambientale Strategica, che avrebbe ulteriormente appesantito l’iter ed allungato i tempi della discussione.

Poiché risulta che in questi giorni la Giunta, supportata dall’Ufficio Urbanistica e da professionisti esterni, ha già avviato il suo esame propedeutico alla trasmissione degli atti al Consiglio Comunale, invitiamo l’Amministrazione, anche sulla base delle comunicazioni fornite dal Sindaco al Consiglio Sabato 16 ottobre, relative ad una imminente definizione della procedura, ad accelerare gli adempimenti di propria competenza, in modo tale da mettere nelle condizioni il Consiglio Comunale di discutere, e possibilmente adottare in tempi brevi, la Variante generale al PRG e non più varianti singole.

Modica, 23.10.2010

Vito D’Antona

Letto 16560 volte