Eccezionale evento per Modica e per il territorio ibleo tutto, ma anche occasione di estrema attualità è il riunirsi di ottanta delegati da tutte le Caritas d’Italia, più una ventina di ospiti, per il Coordinamento nazionale immigrazione 2011.  L’evento, promosso da Caritas italiana insieme alle Caritas diocesane di Noto e di Ragusa (dove ci si sposterà giovedì sera), inizierà mercoledì 11 maggio alla Domus S. Petri con una sessione dedicata al Mediterraneo, coordinata dal giornalista di “Avvenire” Paolo Lambruschi. Sono previsti gli interventi di Fabrizio Maronta di LIMES, di Barbara Molinario dell’Alto Commissariato dell’ONU per i rifugiati, dal comandante della Capitaneria di Porto di Pozzallo Raffaele Giardina, e la testimonianza di Gabriele Del Grande, di Fortress Europe. Alle 21,30 presso l’Atrio Comunale di Modica tutti i cittadini sono invitati ad un momento pubblico di benvenuto promosso dall’Amministrazione, con momenti artistici e musicali curati dal gruppo musicale “I malacuscenza” e dalla “Compagnia del Piccolo Teatro”. Il coordinamento proseguirà giovedì – con ospite il parroco di Lampedusa – e venerdì. Il coordinamento sarà concluso venerdì 13 alle 12 con la concelebrazione eucaristica, nella chiesa di San Pietro, presieduta dal Vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò. Ai lavori parteciperà anche il direttore nazionale della Caritas, Mons. Vittorio Nozza. Sullo sfondo sarà tenuta presente la testimonianza di Giorgio La Pira, figlio di questa terra, che invitava a guardare al Mediterraneo come luogo di incontro tra le civiltà per costruire un mondo pacificato.

Maurilio Assenza
direttore della Caritas diocesana di Noto

Letto 32912 volte