I cittadini continuano a pagare con ripercussioni sempre più gravi gli errori della gestione amministrativa e finanziaria di questi ultimi anni. Ne sono una dimostrazione i cittadini residenti nel quartiere Sorda che oggi pomeriggio si sono visti costretti ad invadere l’Aula Consiliare per far sì che qualcuno potesse accorgersi del grave disagio che stanno vivendo per la mancanza d’acqua nelle loro abitazioni. Le carenze della rete idrica al Sacro Cuore sono purtroppo un’emergenza che si trascina da anni, ma alla quale oggi si sommano le conseguenze delle inadempienze da parte del Comune.

Il fatto che alle ditte private che hanno finora fornito il servizio di trasporto dell’acqua con le autobotti non siano state pagate le spettanze, per un ammontare di quasi un milione di euro, e che di conseguenza la gara per il nuovo appalto sia andata deserta non è altro che l’ennesima dimostrazione di come la disastrosa situazione finanziaria del Comune di Modica incida sostanzialmente sul funzionamento dei servizi ai cittadini.

Non è la prima volta che accade che le gare vadano deserte, a causa della inaffidabilità e della poca credibilità del Comune rispetto ai fornitori.

E per l’ennesima volta siamo costretti a prendere atto che a pagarne le maggiori conseguenze sono i cittadini, che continuiamo a veder protestare per un motivo o per un altro nell’aula consiliare senza altro modo per poter far sentire la loro voce e senza possibilità di risolvere i propri problemi con l’Ente in modo normale.

Modica, 7 giugno 2008

Antonello Buscema

Letto 9799 volte