Scrivi la tua domanda al CANDIDATO. Scopri come

Interessante iniziativa del Movimento Città Ragusa (http://www.cittaragusa.it/)

Cari Cittadini,
Vi ricordiamo che Martedì prossimo 8 aprile, dalle ore 18, si terrà al Mediterraneo Palace Hotel di Ragusa, l’incontro pubblico con i candidati aperto a tutte le domande che il pubblico vorrà porre. L’incontro verrà trasmesso in diretta su cittaragusa.it con possibilità di porre domande anche on-line. Inoltre la chat verrà trasmessa in diretta su Telenova. Vi invitiamo a partecipare, non mancate. E’ un’occasione unica per confrontarsi liberamente con i candidati diettamente e senza mediazione. Su cittaragusa.it troverete i nominativi dei candidati che hanno aderito al nostro invito.

Con l’occasione Vi informiamo che Sabato, dalle 19 alle 24, e Domenica dalle 10 alle 22, saranno allestiti due gazebi a Marina di Ragusa nel lungomare A.Doria attraverso i quali verrà pubblicizzata l’iniziativa “Prima di Votare Pensa”. Se potete, dateci una mano.

Se vuoi essere costantamente informato fai di www.cittaragusa.it la tua homepage: CLICCA QUI

COME SI POSSONO INVIARE LE DOMANDE?
le domande saranno raccolte in quattro modi
– moduli compilati dai passanti nel banchetto di marina di ragusa sabato e domenica
– inserite dai visistatori sul sito del movimento www.cittaragusa.it in questi giorni
– moduli compilati dal pubblico in sala martedì che verranno riportate sul sito
– direttamente via internet in diretta in chat sul sito del movimento martedì

Letto 6893 volte

2 thoughts on “Scrivi la tua domanda al CANDIDATO. Scopri come”

  1. Gradirei porre ai candidati deputati regionali e nazionali le seguenti domande:

    1) Cosa ne pensano personalmente dell’invasione dell’Iraq del 2003;
    http://en.wikipedia.org/wiki/2003_invasion_of_Iraq

    2) Date le opinioni discordanti sulla questione, quante sono, secondo loro, le vittime di tale guerra in Iraq iniziata nel 2003 e tuttora in corso.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Casualties_in_the_conflict_in_Iraq

    3) Se personalmente pensano che Saddam Hussein fosse veramente coinvolto con Al-Qaida
    http://en.wikipedia.org/wiki/Saddam_Hussein_and_al-Qaeda

    4) A cosa servono e quale compito ricoprono al giorno d’oggi le Nazioni Unite?
    E se “non servono a niente” tanto “ogni nazione fa come gli pare” perché “mantenere economicamente un tale costosissimo apparato”?;
    http://en.wikipedia.org/wiki/United_nations

    5) Come pensano di combattere il terrorismo internazionale islamista?
    http://en.wikipedia.org/wiki/War_on_terrorism

    6) Quale maggiore garanzia di difesa dei diritti costituzionali sono o non sono favorevoli alla reintroduzione del voto segreto per i parlamentari?
    http://www.giuffre.it/age_files/dir_tutti/archivio/summa_0204.html

    Grazie per l’attenzione.

    Maurice Carbonaro

  2. “Data la congiuntura in corso… l’italica nostrana casta cavalcherà ulteriormente l’autoreferenzialità o provvederà a riformare effettivamente il nostro sistema elettoral-istituzionale per rendere il nostro BelPaese un vero Sistema Paese efficiente promuovere l’implementazione della sussidiarietà, governabilità-decisionalità, rappresentatività e non ultimo quello dell’economicità gestionale complessiva… Ottenibile questo, procedendo ad trasformandoinderogabilmente introdurre: riducendo1) un monocameralismo e comunque, il fa acquisire alla figura delil Senato in funzione federale; 2) numero dei parlamentari; 3) capo del governo quel necessario potere simile a €urozone: Canc.tedesco, Premier brit. e/oquello dei paesi dell’ revisionando spagn.; 4) i regolamenti parlamentari; 5) inderogabilmente introdurre un sistema elettorale completo autocorrettivo ed autorigenerativo quanto il SEMIALTERNO permette senza tanti “speculativi” pit stop (rappresentati dai soliti artificiosi monodirezionali referendum e/o attraverso infruttuose testate Bicamerali!) Pertanto serve mettere a sistema le risapute e più volte testate obsolete parzialità riscontrate negli attuali incompleti meccanismi elettorali dal Mattarellum al Porcellum per incarreggiarli a sistema in modo completo quanto si propone con:

    il sistema SEMIALTERNO “è” un sistema a leader implicito in quanto non necessariamente richiede di essere direttamente eletto e la sua peculiarità consiste nel fatto che su una base a “mandate”(votazioni) elettorali PROPORZIONALI PURE, (la cui purezza dipende da come si ritagliano i collegi, ovviamente, più ampia sarà la circoscrizione maggiore risulterà la proporzionalità, più piccola diventerà la circoscrizione, più grande sarà lo spreco dei voti, agendo indirettamente così a mo’ di fattore di soglia), quando la “situazione” si rendesse priva di governo od andasse in stallo (ovvero la legislatura chiudesse prima dei suoi fisiologici tempi, ad esempio prima degli attuali cinque anni “art. 60”) il SEMIALTERNO richiama una mandata elettorale (votazione) ad induzione PREMIO di MAGGIORANZA e/o MAGGIORITARIA, (ovviamente, anche qui, “la mandata con premio” risulterà tanto più efficace quanto numericamente ridotti saranno i collegi elettorali in cui sarà ritagliato il territorio nazionale, quindi, non “regionalista” come si presenta or ora ritagliato il Senato! Bensì nazionale!) Dopo, tale mandata con Premio di MAGGIORANZA, comunque, si ritorna alla mandata a “base PROPORZIONALE”. da cui il termine SEMIALTERNO!SEMIALTERNO il sistema elettorale più completo per realizzare ed istituire la discontinuità concorrenziale sinergica permanente per incamminarci verso un effettivo virtuoso bipolarismo aperto!
    Giacché ”le novità si ottengono arrangiando in modo inedito le cose del passato!” (MONOD)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *