Riciclaggio di denaro a Modica: tutti i nomi dei 13 indagati

Il Corriere di Ragusa mette nero su bianco la notizia che era sulla bocca di tutti ormai da diverse settimane riguardante le indagini che vede coinvolti i vertici dell’UDC provinciale e alcuni imprenditori locali per presunto riciclaggio di denaro.

http://www.corrierediragusa.it/public/articoli/2314-riciclaggio-di-denaro-indagato.asp

Potrebbero scuotere gli equilibri della politica modicana gli esiti delle indagini sul riciclaggio di denaro nel comune di Modica, condotte dal comando provinciale della Guardia di Finanza su direttive della Procura. Tra i 13 indagati figurano quattro esponenti di spicco dell’Udc. Si tratta dell’ex sindaco di Modica Piero Torchi, dimessosi dalla carica lo scorso mese per candidarsi alle recenti Regionali.

L’indagine riguarda anche l’ex assessore al bilancio del comune di Modica Carmelo Drago, fratello del leader ibleo dell’Udc, il riconfermato parlamentare nazionale Giuseppe Drago; il consigliere provinciale Vincenzo Pitino, nel frattempo traghettato dall’Udc al Pdl; il segretario provinciale dell’Udc ed ex assessore provinciale Giancarlo Floriddia.

Il reato al momento ipotizzato è associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro. La medesima ipotesi di reato è contestata anche agli altri nove indagati: il funzionario comunale Francesco Paolino; il già direttore dello sportello unico Giuseppe Castagnetta; Bruno Arrabito e il fratello Massimo, Gabriele Giannone, Massimo La Pira e gli imprenditori edili Giuseppe Sammito e Giuseppe Zaccaria.

Le indagini, avviate nel giugno 2007, di recente sono state prorogate e ormai sembrano giunte nella fase conclusiva. Nelle scorse settimane le 13 persone avevano ricevuto gli avvisi di garanzia che li informavano d’essere indagati, ciascuno per le proprie presunte responsabilità, a seguito della denuncia che sarebbe stata presentata da un imprenditore edile. Con le informazioni di garanzia, i 13 soggetti sono stati avvertiti che nei loro confronti le Fiamme gialle stanno continuando a effettuare accertamenti per capire se quelle che al momento restano solo ipotesi d’accusa formulate in una denuncia hanno qualche fondamento. Da quel poco che trapela dal fitto riserbo, sarebbero comunque parecchie le intercettazioni ambientali e telefoniche già eseguite e ora al vaglio degli investigatori.

Secondo la denuncia dell’imprenditore, alcuni suoi colleghi sarebbero stati favoriti nell’appalto di opere pubbliche. Sempre secondo quanto sostenuto nella denuncia, per velocizzare il pagamento delle spettanze arretrate, dovute dal Comune ad alcuni fornitori di servizi, sarebbero state sborsate anche delle somme di denaro. In pratica, gli imprenditori avrebbero “abbuonato” parte del debito al Comune, per godere di una corsia preferenziale nel pagamento delle restanti somme, risultando così privilegiati rispetto agli altri creditori.

Numerose persone sarebbero già state interrogate. Anche l’imprenditore che sporse la denuncia avrebbe a sua volta pagato, ma, non ottenendo nessun riscontro tangibile, avrebbe deciso di denunciare i fatti. La Guardia di finanza sta ora cercando di capire dove siano finite queste somme. La Guardia di Finanza avrebbe, a questo proposito, acquisito informazioni anche sui conti correnti bancari. Da qui l’ipotesi di reato prospettabile di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro.

Le 13 persone devono altresì spiegare la provenienza di questo denaro, precisando a quali prestazioni o servizi si riferiscano ed esibendo fatture o altri documenti contabili comprovanti la liceità delle operazioni dalle quali sarebbero scaturiti gli accreditamenti delle somme. Tra le ipotesi prese in considerazione anche quella che parte di queste somme sia transitata in conti offshore. La vicenda, che si protrae da dieci mesi, starebbe ormai per giungere alle battute finali.

Letto 20262 volte

19 thoughts on “Riciclaggio di denaro a Modica: tutti i nomi dei 13 indagati”

  1. Che tristezza, che vergogna.
    Per fortuna a Modica in questi giorni c’è Eurochocolate e potremo stemperare l’amarezza con un bel pezzo di cioccolata modicana…

  2. Secondo me, al di là dei fatti che la giustizia accerterà, questa notizia non è altro che una manovra politica per mettere a tacere l’Udc e mettere le mani definitivamente sulla città da parte di uno schieramento politico che dopo avere piazzato una pedina a Roma e una a Palermo vuole conquistare anche Modica.

  3. Anche questi sono gli effetti disastrosi della politica del centrodestra! Continuate a votarlo, cittadini modicani!

  4. Ma CHI ha rivelato i nomi? Perché il corriere ha l’esclusiva? Speriamo che si arrivi presto ad una sentenza chiara … sarebbe una beffa se tutto finisse in una bolla di sapone (vedi arresti di Lombardo del 1992 e 1994 …)

  5. In effetti non si capisce se giuseppe drago è citato come indagato o come fra fra fratello …

  6. I dubbi sui metodi utilizzati per scegliere quali creditori pagare non sono cosa nuova.
    Antonello Buscema durante la campagna elettorale di un anno fa puntò il dito su questo argomento e Carmelo Modica, sulla sua rubrica “Carta Bianca”, mi pare suggerisse provocatoriamente il metodo del sorteggio per assicurare pari opportunità a tutti i creditori visto che non era dato sapere quale criterio oggettivo si utilizzasse per la scelta.
    Antonello proponeva di saldare le fatture in ordine di data…ma forse era un metodo troppo banale…

  7. Anzitutto un plauso alla Gazzetta del Sud e al Corriere di Ragusa che, soli, hanno pubblicato la notizia questa mattina. Agli altri organi di informazione sarà sfuggita?

    In secondo luogo lascerei che a prevalere fosse, come giusto, una presunzione d’innocenza.

    Quello che però vorrei è che la città seguisse con attenzione l’evoluzione giudiziaria di questa vicenda. Perchè troppo spesso dopo il “processo sommario” dei primi giorni, tutto cade nell’oblio…Ci si dimentica, si sottovaluta, di sminuisce.
    Non possiamo sapere oggi se le responsabilità saranno accertate. Certamente abbiamo il dovere come cittadini di informarci e di capire quello che succede intorno a noi.

  8. dopo la lettura della notizia sono rimasto allibito,vorrei non pensare che in realta’ esistesse una tale situazione ,ma dall’altra parte le accuse si basano credo su qualcosa di certo.spero che la giustizia arrivi presto ad una conclusione.

  9. Secondo me, l’informazione (vedi Tommaso Agosta), non è affatto sfuggita agli organi di stampa e alle emittenti televisive locali. Ormai, a Modica, anche i più ingenui hanno capito che i “giornalisti” locali, o per convenienza o per timore, si girano dall’altra parte di fronte a vicende che coinvolgono i potentati. VERGOGNA!! Auguro alla Giustizia buon lavoro.

  10. Che dire un 13 molto amaro nonostante la dolcezza che gira in città!
    Mi auguro possa venire fuori tutto il marcio che c’è dietro e che chi ha colpa paghi.

  11. Ma c’havete fatto caso che stamane 25 aprile 2008, i giornali “la Sicilia” e il “Giornale di Sicilia”, titolavano la notizia di “Alì Baba – Torchi e dei suoi quaranta ladroni” mentre alle ore 14 sul notiziario di Vr Regione, hanno aperto con le celebrazioni della Liberazione e come seconda notizia i 400anni della città di Vittoria? Ma a chi vogliono darla a bere? VERGOGNA VERGOGNA E VERGOGNA anche allo pseudodirettore di quel giornale, tenuto stretto al guinzaglio dei Minardo…..CHE SCHIFO

  12. Invito a leggere il mio Carta bianca su Dialogo in uscita in questi giorni del quale trascrivo un breve stralcio.

    […]In questi tristi scenari qualcosa di positivo è comunque riscontrabile: esiste il dato certo che i modicani antropologicamente e politicamente cretini sono solo 4.735 perchè tanti sono i modicani che hanno dato il loro voto ad un personaggio che dopo appena dieci mesi ha tradito 21.938 elettori al quale aveva promesso un secondo mandato da Sindaco per completare il “meraviglioso” progetto già iniziato nel 2002.[…]

    Considerato quanto numerosissimi sono stati gli avvisi di garanzia a politici che non si sono trasformati in condanne, non è lecito attribuire particolari valenza a questi avvisi di garanzia.
    Per il momento, specie per quanto riguarda i criteri di pagamento, e per quanto riferisce la stampa, sembra che disegnano un modo di fare che è stato oggetto di precise accuse politiche.
    Staremo a vedere.
    Io non sono un ipocrita e pertanto non dichiaro, come il politichese ed il falso bon ton tra politicanti suggerisce di fare anche nei confronti degli avversari e cioè, “speriamo che possa dimostrare la sua estraneità”. No! Io… no! Rivendico la mia assoluta libertà di scrivere che non me ne frega assolutamente nulla della loro o estraneità o meno ai fatti oggetto degli avvisi.
    L’ex Sindaco Torchi dichiara “apprendo dalla stampa, in violazione ad ogni tutela personale…”.
    Ebbene dico al Signor Torchi che noi modicani abbiamo il diritto di sapere, e subito, quanto è o può essere legato ai soldi del bilancio comunale che si forma con le nostre tasse; non fosse altro per il semplicissimo fatto che gli abbiamo pagato lo stipendio per sei anni; e poi se abbiamo dovuto subire la rassegna stampa di tutte le balle stratosferiche che emanava per cercare di prendere voti abbia la bontà di non rizelarsi per presunti torti subiti per la pubblicità data al suo avviso di garanzia.
    Noi modicani vogliamo sapere a chi abbiamo pagato lo stipendio. Come andrà a finire?
    Non è dato saperlo.
    Conosciamo, invece, benissimo le vittime che la malapolitica ha lasciato sul selciato.
    Sono: la democrazia, il buon governo, l’efficienza burocratica, lo sperpero di denaro pubblico, il buon senso.
    Non conosciamo gli autori dei singoli delitti ma ne conosciamo il mandante, anzi la mandante: una cultura politica mediocre.
    Quindi, per quanto mi riguarda non auguro né assoluzioni né condanne, mi limito semplicemente ad aspettare e sperare come tutti coloro che dopo aver sporto denuncia di furto contro ignoti sono in attesa di una telefonata. Squillerà il telefono?

    Carmelo Modica

  13. Sono profondamente amareggiata per la situazione che si è venuta a creare intorno a questa vicenda. Non riesco a comprendere come ci possa essere ancora gente capace di usare buone parole nei confronti di chi se ne frega altamente della città, del benessere di tutti, della propria faccia.
    Ma se da una parte la mia “italianità” mi ha insegnato che in questo paese essere politico significa poter fare e disfare tutto davanti agli occhi di tutti ed essere anche giustificato, dall’altra faccio a botte con il mio “io” che non sopporta più di vedere corsie preferenziali e riverenze verso questa gentaglia!
    Sono cresciuta rispettando chi per lavoro racconta i fatti, chi informa, nel rispetto del pensiero degli altri, dell’informazione corretta…oggi mi sono accorta che purtroppo la censura c’è ed è anche maledettamente inculcata nella cultura del nostro paese.
    In questi giorni abbiamo assistito ad una vicenda che ha coinvolto la nostra città e chi l’ha amministrata. Di fronte ad un tale atto sono state spiegate tutte le armi che si avevano a disposizione.
    Chi doveva informare non l’ha fatto perché non conviene, chi si sentiva migliore l’ha fatto a metà nascondendosi dietro una fasullissima onestà intellettuale per poi ritrattare solo per non fare cattiva figura nei confronti dei lettori che intanto si erano indignati di tanta ipocrisia. Per non dire che la stessa redazione si è anche riservata il diritto di filtrare i commenti degli utenti pubblicando solo ciò che conviene e che comunque non faccia risaltare agli occhi degli altri frequentatori che in qualche modo “qualcuno ti osserva”.
    La mia consolazione? Che esiste ancora gente buona come coloro che scrivono in questo sito, coloro che lavorano per informare davvero la gente, per migliorare le cose, che denunciano i fatti senza timore.

  14. FREQUENTO MODICA DA OLTRE TRENT’ANNI E DEVO CONFESSARE CHE FINO A TRE ANNI FA,DA QUANDO CI VIVO STABILMENTE,AVEVO UNA VISIONE DEI SUOI CITTADINI E SOPRATTUTTO DI CHI LI AMMINISTRA,DEL TUTTO SBAGLIATA.
    I MODICANI,OVVIAMENTE CON LE DOVUTE ECCEZIONI,SI RIVELANO
    INCAPACI DI SOVVERTIRE SITUAZIONI CHE LI SBALLOTTA DA UN ESTREMO ALL’ALTRO SENZA CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI ESSI BATTA CIGLIO.
    ALLUDO AGLI ULTIMI AVVENIMENTI POLITICI CHE HANNO CARATTERIZZATO LE AMMINISTRATIVE.
    MI CHIEDO COME POSSA UN ELETTORE MODICANO ORIENTATO A SINISTRA,LASCIARSI UBRIACARE DALLE MENZOGNE DI ABILI
    POLITICANTI,CHE PRIVI D’OGNI MINIMA DECENZA ARGOMENTANO
    CERTI PAPOCCHI,COME IL BENE PER LA CITTA’!
    MA TU ELETTORE DI SINISTRA, AVRESTI DATO IL TUO VOTO A ENZO SCARSO ALIAS RICCARDO MINARDO?
    E DATO CHE LA RISPOSTA PUO’ ESSERE SOLO NO,COME PUOI LASCIARTI STORDIRE DALLE MENZOGNE DI QUESTI TRASFORMISTI?
    COME BISOGNA INTERPRETARE QUEST’ACCONDISCENZA?
    SUBALTERNITA’ A FIGURE RITENUTE FORTI,INCAPACITA’ AD UN MINIMO DI ANALISI CRITICA,PREDISPOSIZIONE A RITENERE CHE NULLA E NESSUNO POSSA TOGLIERE LE MASCHERE A QUESTI SIGNORI?
    QUALE CHE SIA LA RISPOSTA,E’ SBAGLIATA COMUNQUE!
    SAREBBE BELLO CHE OGNI TANTO CI SI RICORDASSE CHE SIAMO UOMINI LIBERI E PERTANTO A NESSUNO PUO’ ESSERE CONSENTITO DI CALPESTARE TALE PRINCIPIO IN NOME DEI PROPRI INTERESSI,DELLA PROPRIA SETE DI POTERE.
    CONTINUO POI AD ILLUDERMI CHE UN BEL GIORNO MI POSSA SVEGLIARE E SCOPRIRE CON MIO SOMMO COMPIACIMENTO CHE
    QUALCHE UOMO DELL’INFORMAZIONE,RINUNCI A SEGUIRE I DICTAT DI QUALCHE POTENTATO E COMINCI AD ABBRACCIARE
    LA MISSIONE DI FAR CRESCERE L’UOMO QUALUNQUE,ACCHE’ NEL TEMPO SI POSSA SPERARE IN UNA SOCIETA’ MATURA CHE SAPPIA QUANTOMENO DISTINGUERE LE MENZOGNE DALLE VERITA’.

  15. ma come??…Gabriele Giannone? Massimo La Pira?
    che cosa e` successo? ve lo dico io: siete caduti in basso.Oh, non adesso…adesso vi hanno solo scoperto.Vedete? a fare del male, si riceve solo del male.Come a fare le corna, si ricevono solo corna.Hei, guardatevi attorno ora….quanti amici vedete?bene, questo e quello che meritate.Buona vita (se`!)

  16. saluto tutti coloro che sia nel bene e nel male, un pò hanno aperto le loro pupille ed qualcosa e entrato nei meandri del cervello.veniamo a noi,(DENARO) E’ la parola magica,non ha bandiera,volto,immagine di decoro.hai più giovani vi dico che molti ma molti anni fà,fù aperta la famosissima(cassa del mezzogiorno),e io ho potuto vedere oggi che non è stato fatto nulla fior fior di miliardi del vecchio conio,terra di nessuno che nel tempo ha consumato e non ha fatto crescere ho prolificare.quello che accade nell’ultima ora sono briciole.in analisi temporale,il cittadino non sà cosa sia veramente in realtà il famoso voto in cabina elettorale è una cambiale in bianco cioè io ti prometto mari e monti in più ti faccio navigare nell’universo……. è illusione pura come è poi dai fatti. Modica cosa era 30 anni fà,la sicilia è una zona franca come un mulinello in mezzo al mare.un esempio lampante?? Quando gli Americani sbarcarono in Sicila per liberare l’Italia la domanda fù qua in casa sicula non si passa, quanti dollari hai portato??? e…. allora passarono.questa è una puntata di come funziona fine della puntata.tu del popolino non sei niente e ti illudi che il tuo voto viene mescolato con il pacchetto già preconfezionato,analizzate meglio il tutto,esperienza nel tempo e certe babbiate non lasciatevi decantare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *