I tre candidati Sindaco a CONFRONTO in TV

“Controverso” con i tre candidati, Scucces, Buscema e Scarso a confronto.

Oggi (22-05-2008) alle 14,30 su TELETRE
Sabato (24-05-2008) alle 11,30 su TELETRE
Domenica (25-05-2008) alle 21,30 su VIDEO MEDITERRANEO

Letto 13222 volte

7 thoughts on “I tre candidati Sindaco a CONFRONTO in TV”

  1. Io ho visto l’ultima parte di controverso ieri sera e vi invito a vederlo!

    Buscema ha dimostrato di avere le idee chiare su responsabilità (del dissesto finanziario) e strategie (per il risanamento). Buscema ha anche le idee chiare riguardo il problema rifiuti.

    Scarso fa quel che può fare… ha detto una sola che mi è piaciuta: puntiamo sul trasporto pubblico…

    Scuccess oltre a non voler ammettere chiaramente le responsabilità del suo schieramento (centro destra, forza italia + udc + an) è scorretto in quanto cerca di scaricare le colpe sugli altri… In particolare ascoltate bene la domanda sulla questione rifiuti…. e vedrete negli occhi e nelle parole di Scuccess tutto lo sconforto per la brutta figura che ha rimediato….

  2. INIZIANO LE VIOLAZIONI ALLE LEGGI !

    Sul sito di Videoregione , viene pubblicato un sondaggio che sostiene che il candidato Scucces sia il candidato favorito dai sondaggi , la notizia disponibile all’indirizzo web:

    http://www.vrsicilia.it/index.php?option=com_content&Itemid=17&id=2892&task=view

    la notizia riguarda un sondaggio commissionato alla società Crespiricerche , in violazione all’art 8 coma 3 della
    LEGGE 22 febbraio 2000, n.28
    il sondaggio non è stato pubblicato sul sito:

    http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/

    appositamente istituito e tenuto a cura del Dipartimento per
    l’informazione e l’editoria presso la Presidenza del Consiglio dei
    ministri

    di seguito l’articolo della legge:

    Art. 8.
    (Sondaggi politici ed elettorali)
    1. Nei quindici giorni precedenti la data delle votazioni e’ vietato
    rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi
    demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e
    di voto degli elettori, anche se tali sondaggi sono stati effettuati
    in un periodo precedente a quello del divieto.
    2. L’Autorita’ determina i criteri obbligatori in conformita’ dei
    quali devono essere realizzati i sondaggi di cui al comma 1.
    3. I risultati dei sondaggi realizzati al di fuori del periodo di cui
    al comma 1 possono essere diffusi soltanto se accompagnati dalle
    seguenti indicazioni, delle quali e’ responsabile il soggetto che ha
    realizzato il sondaggio, e se contestualmente resi disponibili, nella
    loro integralita’ e con le medesime indicazioni, su apposito sito
    informatico, istituito e tenuto a cura del Dipartimento per
    l’informazione e l’editoria presso la Presidenza del Consiglio dei
    ministri:
    a) soggetto che ha realizzato il sondaggio;
    b) committente e acquirente;
    c) criteri seguiti per la formazione del campione;
    d) metodo di raccolta delle informazioni e di elaborazione dei dati;
    e) numero delle persone interpellate e universo di riferimento;
    f) domande rivolte;
    g) percentuale delle persone che hanno risposto a ciascuna domanda;
    h) data in cui e’ stato realizzato il sondaggio.

  3. Concordo pienamente con il discorso sopra! Ho visto la replica di oggi alle 14 e 30 e mai tempo è stato speso meglio.

    Di Enzo Scarso condivido l’opinione sul trasporto pubblico e sulla raccolta differenziata, che poi è praticamente un discorso simile a quello di Antonello Buscema.

    Giovanni Scucces si è sparato certe castronerie che facevano rabbrividire, tentando di scaricare la colpa agli anni dell’amministrazione Ruta. Così come ha anticipato “Fulippo” nel commento sopra, il momento più interessante è stato nel finale quando si parlava di rifiuti. Ebbene, Scucces ha fatto una “malafiura” coi fiocchi!

    Una puntata assolutamente da vedere!

  4. Non sei a Modica?? Beato te!!!
    Tornando al discorso di Scucces e rifiuti, dell’ultima ora è la sua dichiarazione che la colpa della situazione critica in città al momento con i rifiuti è imputabile alla ditta Busso che non paga i suoi dipendenti. Cosa assurda e priva di senso. La ditta Busso ha anticipato quasi 8 mesi di pagamenti, e ora si trova sotto di 3 milioni di euro… logico che ora non può garantire altro.
    Ancora una volta, Scucces, con queste dichiarazioni, ha fatto intendere di avere i paraocchi e di non voler ammettere le responsabilità della passata amministrazione.

    Caro Davidonzo, se puoi seguire i fatti al momento solo dalle TV locali via satellite, tipo Mediterraneo Sat, di barzellette simili ne vedrai ancora tante. Ci manca solo che ci diano la colpa di andare a lavorare ora… 🙁 Ma se po’ campà così??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *