…ecco come si fa il buco in bilancio…

Ecco alcuni passaggi della seduta del consiglio dell’11-09-07 che ha portato all’approvazione del consuntivo 2007. Non è il documento intero.

…Il consigliere Spadaro invita l’amministrazione Comunale ad attenzionare le osservanze fatte dai revisori;
Il consigliere D’Antona legge in questo documento, ancora una volta, il tentativo di dipingere una realtà che non appartiene a questa Città. Ciò è dimostrato dalla presenza stasera dei lavoratori della Multiservizi e dell’emergenza rifiuti. Ricordo solo alcuni dei debiti che l’Ente ha, afferma che l’Amministrazione Comunale non ha alcuna politica finanziaria. Si chiede come i Revisori abbiano potuto esprimere parere favorevole, e nell’interesse del Comune, invita la maggioranza a verificare la correttezza del conto prima di esprimersi;
sono entrati i consiglieri Azzaro, Minardo e Ruffino;
Si allontanano i Consiglieri Vernuccio, Dormiente il Presidente sostiuito dal Vice;

Il consigliere Marisa Giunta sottolinea che non vi è niente di scandaloso nella iscrizione di entrate che difficilmente poi i comuni riusciranno a riscuotere.
L’amministrazione Comunale ha rispettato l’impegno a non aumentare il carico fiscale e a scovare gli evasori. La questione finanziaria non riguarda solo il comune di Modica ma tutti gli Enti pubblici e questo non può che anticipare il voto favorevole. Invitando l’Amministrazione Comunale a dotarsi di strumenti di monitoraggio della spesa…

Si allonta il consigliere Ruffino

Consiglieri presenti e votanti 23,
voti favorevoli alla proposta 16,
voti contrari alla proposta 7.

il consuntivo 2007 è stato approvato..

Letto 7722 volte

4 thoughts on “…ecco come si fa il buco in bilancio…”

  1. Questo “spezzone” dimostra come i consiglieri di sinistra e centro sinistra abbiano negli anni hanno fatto una buona opposizione all’interno del consiglio comunale.
    Quello che è mancato è stato il passo successivo e cioè portare fuori dal consiglio, a conoscenza della gente, certe informazioni in modo da renderle pubbliche e di facile conprensione.

  2. sicuramente è grave il modo e la modalità per gestire la Cosa Pubblica, ma è più grave dare queste informazioni in periodo di campagna elettorale e non il giorno dopo l’evento. Chiedo perché in particolare i 7 contrari non hanno dato comunicazione a chi di dovere? Vi Informo, da Consulente, che il bilancio si può far sempre quadrare nel rispetto della legge, soprattutto per mantenere calmi i propri creditori o le banche che ti danno un affidamento, oppure la stessa voce di quadratura può essere opportuna per destabilizzare chi comanda. QUESTO POTREBBE ESSERE SUFFICIENTE PER CAPIRE CHE TUTTO E BENE QUANDO FINISCE BENE, ma oggi il voto non lo darei a nessuno per le responsabilità di coloro che hanno governato e di chi ha fatto opposizione.

  3. Caro Uno Qualunque,
    come sai l’informazione a Modica non si può ritenere libera e ti assicuro che, avendo assistito di persona a parecchi consigli, la sinistra si è opposta strenuamente all’approvazione del bilancio (anche se i media non ne hanno dato risalto).
    Si è fatto appello anche ai revisori dei conti che hanno “convalidato” il bilancio, soprattuto quando si scoprì, poco dopo l’approvazione, che era stata tenuta nascosta la lettera in cui il ministero comunicava ufficialmente che nulla era dovuto per l’affitto dello stabile del tribunale.
    L’avvocato Carmelo Ruta ha inviato tutta la documentazione alla Corte dei Conti, così come puoi verificare se effettui una ricerca su questo sito.
    Saluti,
    Maurizio Pisana.

  4. Credo sia cristallino per tutti che il problema più grande che oggi ci troviamo ad affrontare è la difficoltà di comunicare capillarmente e con efficacia quanto avviene nei meandri del palazzo (e non solo il S. Domenico).
    Sul web siamo riusciti a fare tanto, ma purtroppo è un media che non ci permette di entrare in contatto con la maggior parte della gente, con coloro che, per mancanza di tempo, di possibilità o solo di interesse, rimane all’oscuro di tante macchinazioni e poi, quando saltano fuori queste notizie, si meravigliano – un po’ a torto, un po’ a ragione – di quanto sia accaduto.
    Invito tutti (e io farò la mia parte, statene certi) a tenere gli occhi aperti in futuro e a diffondere il più possibile quanto è di interesse per la nostra città, affinché non ci ritroviamo nuovamente travolti improvvisamente(?) da problemi come quelli che ci ritroviamo oggi a dover fronteggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *