Una riflessione sul voto e sulla campagna elettorale

Riceviamo e pubblichiamo:
Una riflessione sul voto e sulla campagna elettorale

Durante questa campagna elettorale ne abbiamo sentito e visto di tutti i colori, ci sono state, perfino, forze politiche che hanno invitato gli elettori a disertare le urne.
Noi siamo convinti che l’esercizio del voto è uno dei pochi strumenti in possesso dei cittadini per far sentire la loro voce e per cambiare i propri governanti, uno strumento democratico per giudicare sull’operato di chi ha amministrato e sui programmi di chi si propone a governare.
E’ anche diritto e dovere, nello stesso tempo, conquistato a caro prezzo dai nostri padri. Invitiamo, pertanto, tutti i modicani a recarsi a votare il 29 e 30 giugno prossimi, dimostrando, come per il primo turno, la loro maturità e saggezza, per dare alla città un’amministrazione capace di affrontare e risolvere i tanti problemi sul tappeto.
Cogliamo l’occasione, anche, per esprimere tutto il nostro sdegno nei confronti di certi atteggiamenti che hanno portato diversi uomini politici a repentini cambi di casacca, passando da uno schieramento all’altro e tradendo il proprio elettorato. Apprezziamo, invece, chi coerentemente con quanto dichiarato e scelto in prima battuta, ha continuato e continua a spendersi per il bene della città.
Infine, prendiamo le distanze da tutti coloro che in questa campagna elettorale, non rispettando le regole in tema di affissione, hanno sporcato la città con i manifesti abusivi e il volantinaggio selvaggio, arrecando danni e deturpando l’immagine della nostra città.

Modica, 26/06/08 Marcello Medica
Emanuele Spadaro
(Due candidati al Consiglio Comunale)

Letto 19362 volte

13 thoughts on “Una riflessione sul voto e sulla campagna elettorale”

  1. Saluto l’admin e tutti coloro che seguono, come me , questo sito.
    Se ho la possibilità vorrei rispondere in questo luogo ai due candidati al consiglio comunale, non eletti … Che con il loro comunicato han provato a criticare una scelta non facile, proclamata nel mezzo dei “tafferugli elettorali per il ballottaggio”, e cioè quella di invitare, chi non si sente rappresentato da due schieramenti, di disertare le urne il 29-30 giugno. fermo restando che ogni scelta, come tale, è degna di rispetto in un paese “democratico” giustifico quanto dichiarato proprio utilizzando i termini dei Concittadini Medica e Spadaro:
    “Cogliamo l’occasione per esprimere tutto il nostro sdegno nei confronti di certi atteggiamenti che hanno portato diversi uomini politici a repentini cambi di casacca, passando da uno schieramento all’altro e tradendo il proprio elettorato …”
    Ma è proprio quello che a nostro avviso è avvenuto in città da una parte delle forze politiche!
    Non potendo votare il CentroDx perchè rappresentativo di un potere massonico-mafioso e del sopravvento dell’economia alla politica, e non potendo votare il CentroSx per ovvi motivi ideologici oltre che di inciuci (Siamo dell’idea che il Sindaco Buscema avrebbe potuto governare anche con una forte minoranza in consiglio comunale) abbiamo preferito semplicemente e sino infondo la coerenza (è un valore che oggi in politica non si trova quasi più), perchè altrimenti non potremmo guardarci in faccia la mattina allo specchio.
    Se mi è possibile vorrei fare con voi un raggionamento all’assurdo! Se percaso le elezioni avessero dato questo esito:
    Scucces 48% Scarso 26,1 e Buscema 25,9%
    tutto il centro Sx avrebbe appoggiato un accordo con l’MPA??? così tanto per assurdo non ci sarebbe stato qualcuno che avrebbe dichiarato, beh così non ci stò non vado a votare ???
    Grazie per lo spazio che mi avete dedicato, un saluto!

  2. Da 30 anni ho diritto al voto e non ho mai disertato le urne, anzi non ho mai tollerato chi esortava ad andare al mare.
    Quest’anno per la prima volta a questo ballottaggio ho fatto la scelta di non votare. Non sto esortando nessuno, ma ho espresso la mia opinione e ritengo che ciascuno debba ascoltare gli altri e poi scegliere liberamente.
    Pongo agli altri la domanda che mi sono posto io: Cosa ha chiesto, preteso ed ottenuto il clan mpa per questo apparentamento? Quali condizioni ha posto? Quali nobili obiettivi ha concordato con antonello?
    Datemi una risposta vera, che possa convincermi ad andare a votare.

  3. convincere qualcuno a fare o non fare quacosa non è facile e non ritengo sia nelle mie corde: ogniuno è libero di fare scelte e di seguirle sino in fondo! tuttavia ritengo che quelli come me che si sentono fortemente di sinistra anche non essendo felicissimi di questa alleanza, dovrebbero impegnarsi comunque a votare domenica ed a votare Antonello Buscema per due ragioni essenzialmente.
    1) Chi conosce Antonello, come me, sa bene quali siano le sue qualità umane, ma anche politiche. quindi può essere certo che la promessa di un’amministrazione trasparente verrà mantenuta ad ogni costo.
    2) Perchè il voto della gente di sinistra è utile e necessario per Antonello, per essere ancor di più il sindaco di tutti i Modicani, ma espressione di un eletorato di sinistra, e non il sindaco eletto, sopratutto, dagli elettori dell’MPA. il nostro voto, penso, è la linfa necessaria per rendere ancor più forte Antonello, qualora il risultato della prima tornata venga confermato.
    per il29e30…: penso che l’unica concessione fatta da Antonello all’MPA sia stata quella di concedere due assessorati e la vicesindacatura a questo partito con lo scopo congiunto di poter correggere l’anomalia creata da questi sei anni di amministrazione Torchi.
    Spero cambierai idea.

  4. Carbla ha ragione.
    L’elettorato di sinistra oggi più che mai deve essere compatto e votare per Antonello in modo da garantire un equilibrio nei rapporti di forze sia con l’mpa sia con lo stesso partito democratico.
    Io sono convinto assertore della integrazione.
    Lo sono anche in politica laddove la sintesi di realtà diverse tra loro porti benessere diffuso per la città.
    Non penso che i prossimi cinque anni di amministrazione saranno facili, ma ciò soprattutto per i grossi problemi che Torchi ci ha lasciato.
    Concentriamo tutte le nostre forze per dare un voto chiaro e determinato ad Antonello perchè solo così Antonello avrà nella sua voce la voce della città intera.
    Antonio Ruta

  5. che fine ha fatto il vostro manifesto “E SE C’ERA RUMMIA”? a chi era riferito?

  6. Caro 29e30…
    Credi sia più importante parlare del manifesto (riferito sai bene a chi) piuttosto che impegnarsi per risolvere i tanti problemi di Modica?
    Quando il centrosx ha governato la città sono state risanate le finanze dell’ente, i dipendenti erano pagati con regolarità, gli imprenditori partecipavano agli appalti, la città era in crescita, è nato il sistema del polo commerciale, marina di modica era un pullulare di manifestazioni ed eventi, il settimo centenario ha dato l’incipit allo sviluppo turistico della città: C’ERA UN BENESSERE DIFFUSO.
    Oggi Modica vive un momento di grande difficoltà e pretende risposte concrete che solo ANTONELLO potrà dare!!!
    Certe masturbazioni mentali non porteranno il pane nelle case dei lavoratori del comune nè accresceranno la domanda turistica, non risolveranno i problemi della viabilità, non garantiranno uno sviluppo sostenibile del territorio: quelle sono e restano solo masturbazioni mentali di chi è forse di destra e spera che Antonello perda!
    Tranquillo 29e30…ANTONELLO VINCERA’ PER MODICA E SARA’ LUI IL SINDACO DI TUTTI I MODICANI ED ANCHE TUO…
    CON AFFETTO
    ANTONIO77

  7. l’hai detto “il centro sx ha governato la città”;
    pensi che ora in caso di vittoria governerebbe di nuovo il csx? oppure il cmspxa?

  8. govenerà csx e mpa… con la differenza che l’mpa ha deciso di fare una politica di rottura con il passato… e Antonello (il csx) ha colto questo dato e vuole provare a governare (non alegarsi politicamente!)… l’MPA ha la possibilità di dimostrare che i componeneti modicani sono persone affidabili… altrimenti andiamo a casa senza problemi… ma almeno ci abbiamo provato…

    Ricordiamo a noi che il sindaco è di csx e attorno ad Antonello si sono risvegliate un bel pò di persone…

  9. Avevo detto di tacere, ma sono fortemente tentato. Scusate se sono più ripetitivo di un mantra, ma io penso di aver posto in questi giorni quesiti di carattere politico fondati e motivati.
    Ma come fate a pensare che un elettore di SINISTRA possa ingoiare da un giorno all’altro l’alleanza con l’Mpa ?
    Dove sta il ruolo delle forze a sinistra del Partito democratico in questo progetto amministrativo e politico per il governo della città ?
    Se le forze di sinistra si appiattiscono sulle posizioni del PD a che serve stare a sinistra del PD ?
    Perché le forze a sinistra del PD dopo il primo turno non hanno assunto una posizione unitaria e autonoma all’interno del centro-sinistra in seguito all’alleanza con l’Mpa ?
    Perché nessuno mi da una risposta POLITICA a queste domande ?
    Perché continuate a rispondermi che Antonello è buono e incorruttibile quando pongo degli interrogativi del genere ?
    IO CONTINUO A PENSARE CHE SUPERATO IL PRIMO TURNO LE FORZE A SINISTRA DEL PD IN SEGUITO ALL’ACCORDO TRA PD E MPA, PUR SENZA ROMPERE L’ALLEANZA DI CENTRO SINISTRA E SENZA RITIRARE IL SOSTEGNO AL CANDIDATO BUSCEMA AVREBBERO DOVUTO ESPRIMERE UNA POSIZIONE CRITICA ALL’INTERNO DEL CENTRO-SINISTRA, UNITARIA E AUTONOMA. IN QUESTO MODO LA CANDIDATURA DI BUSCEMA E TUTTA L’ALLEANZA NE SAREBBERO USCITE RAFFORZATE.
    INVECE, OGGI NON RIESCO A INDIVIDUARE IL RUOLO DELLA SINISTRA NEL PERCORSO CHE HA PORTATO IL PD AD ALLEARSI CON L’MPA!
    SE LA SINISTRA AVESSE FATTO LA SINISTRA, ALMENO MI SAREI SENTITO PARZIALMENTE RAPPRESENTATO IN QUESTA ALLEANZA ANOMALA.
    INVECE, IN QUESTE CONDIZIONI MI SENTO MOLTO DISTANTE.
    PER QUESTA RAGIONE NON ASPETTATEVI IL MIO VOTO PERCHE’ NON CI SARA’!

  10. il csx ha governato e penso bene.
    il cdx, lo vediamo, non ha fatto altrettanto.
    quindi domenica dobbiamo andare a votare per far si che il csx ritorni a governare. l’mpa, di cui tanto vi preoccupate, penso sia cosciente del fatto che a Modica o si allinea alla politica di Antonello oppure la concessione fattagli gli verrà tolta!

  11. x maurizio77… …sembrerò ripetitivo… ma se molti hanno accettato questa scelta è proprio perchè c’è Antonello…

  12. Un confusionario contributo alla discussione.
    Premesso che il problema più grande di questa città è certamente Golia e che la causa sta nel fatto che i modicani votano per i suoi uomini.
    Tenuto conto che “e se c’era rummia” è nato quando tutti i responsabili (Mpa compreso) di 6 anni di disastrosa amministrazione volevano scaricare tutte le colpe su Torchi, presentandosi agli elettori come i salvatori della città.
    Preso atto che non si sono messi d’accordo è venuta fuori l’ipotesi di un terzo candidato.
    A questo punto la vicenda ha preso tutto un altro significato: si prospettava la possibilità di mettere in difficoltà Golia e di mandare un forte messaggio ai modicani “Golia non è onnipotente e imbattibile!”
    Se Antonello avesse avuto voti sufficienti a farlo da solo non avrebbe avuto di certo questo mal di pancia di andarsi ad alleare con l’MPA,(che nel mentre ha avuto dai modicani il 23%).
    Sulla possibilità di pensare di andare da soli con 8 consiglieri credo che non ci sia un solo modicano disposto ancora a sostenere questa tesi.
    L’accordo con l’MPA nasce da tre esigenze: difendere, liberare e salvare la città.
    Certo è normale che farlo con chi ha contribuito a renderla schiava e provocarne il disastro susciti l’indignazione e lo sconcerto in chi non conosce bene o dimentica le condizioni in cui si trova la città (insisto nel sostenere che il problema grosso non è il dissesto ma Golia), ma in situazioni straordinarie è necessario uno sforzo straordinario, anche e soprattutto nell’elaborazione di una decisione e di una scelta.
    Questo è quello che hanno fatto, non senza difficoltà, le forze politiche che sostengono Antonello e i cittadini che ne approvano la scelta.
    L’MPA si è presentato alla città come
    antagonista di Golia, portatore di una voglia di rottura con chi continua a stare dalla sua parte .
    Sui motivi che hanno spinto l’MPA a farlo potremmo stare a dissertare per giorni e giorni e, molto probabilmente, potremmo trovarci d’accordo sull’ipotesi che le ragioni non sono certamente da ricercare nell’interesse della città.
    Ma, tenuto conto di quanto sostenuto prima, Antonello ha proposto loro un patto per amministrare la città, fondato sul suo programma e sui principi e i valori di integrità morale, trasparenza e lealtà che contraddistinguono il suo operato.
    Su questi li ha chiamati a firmare l’accordo.
    Accordo tra parti politiche antitetiche, se guardiamo, non tanto agli statuti di partito, ma alla politica agita e al modo di intendere il potere. Chi legge questo sito non ha bisogno di sentirsi ripetere chi è Lombardo e chi sono molti dei suoi seguaci.
    Ma proprio per questa diversità estrema Antonello ha ribadito più volte che l’accordo è tutto sull’amministrazione della città e sul programma. Il tutto imperniato sulla sua persona, quale garante dell’azione amministrativa: corretta, trasparente, disinteressata e volta tutta a garantire il raggiungimento dei tre obiettivi: difesa, liberazione e salvezza di Modica.
    Che provino a sgarrare, troveranno pane per i loro denti e una città (compresi i loro elettori) che piano piano saprà comprendere il buon governo e non perdonerà certo chi dovesse metterlo a rischio. Io credo che avranno tutto l’interesse politico a non fare passi falsi e a cercare di sembrare in grado di stare al fianco di Antonello.
    Tutto questo Antonello non potrà certo farlo da solo, perchè è un’impresa titanica, perchè da più parti (e non saranno solo forze esterne…) tenteranno di bloccarne l’agire, perchè Golia non starà a guardare e cercherà di riconquistare posizioni e uomini, perchè il comune di Modica è in una situazione disastrosa e lo sarà ancora per molto.
    Per tutto questo, per la scelta di andarsi a mettere in un casino pazzesco, dove solo uno pazzo per la propria città poteva mettersi, sapendo che ha tutto da perdere e niente da guadagnare, ho scelto di seguire Antonello in questa difficilissima ma indispensabile avventura.
    Non biasimo chi deciderà di andare al mare ma volete mettere la possibilità di potersi incazzare a testa alta… chi andrà al mare non sarà tanto titolato a farlo.
    Le cose difficili non sono impossibili.
    Auguri a tutti i modicani.

  13. Io credo non credo che una posizione critica della sinistra avrebbe rafforzato Antonello.
    La sinistra deve imparare a sporcarsi le mani perchè non è più il tempo delle posizioni critiche.
    la città si aspetta FATTI e non parolo, la città si aspetta che NOI TUTTI ANDIAMO AL GOVERNO E DIAMO RISPOSTE VERE E DEFINITIVE AI PROBLEMI.
    Credo anche che nell’MPA ci possano essere persone oneste, così come so per certo che nella sinistra ci sono persone a dir poco IMBARAZZANTI!
    Non guardiamo la pagliuzza nell’occhio dell’altro se prima non abbiamo visto la trave che nel nostro occhio!
    SU’ ANDIAMO AL COMUNE E RISOLLEVIAMO LE SORTI DI UNA CITTA’ CHE SARO MINARDO (ALTRO CHE GOLIA!) VUOLE “POSSEDERE” COME FOSSE COSA SUA…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *