Treppiedi Sud: realizzare una pista ciclabile

Nino Cerruto
Nino Cerruto

UNA NUOVA PROSPETTIVA – MOVIMENTO POLITICO DELLA CITTA’ DI MODICA

Al Sindaco
All’Assessore Ai LL.PP
All’Assessore allo Sport

E p.c. al Presidente del Consiglio Comunale
Comune di Modica
Agli organi di informazione

Oggetto: Realizzazione pista ciclabile

In seno al progetto di riqualificazione del quartiere di Treppiedi sarebbe auspicabile prevedere, apportando le dovute varianti, la realizzazione di una pista ciclabile, come richiesto da alcuni residenti.

Infatti il quartiere, ed in particolare Treppiedi Sud, per la sua disposizione urbanistica, è meta di ciclisti e podisti e si possono osservare, in qualsiasi ora della giornata, bambini che percorrono in bici il quartiere, ed a rischio, quindi, di incidenti stradali.

Inoltre la pista incentiverebbe l’uso della bici al posto dell’automezzo e favorirebbe stili di vita più virtuosi che favorirebbero senz’altro una migliore qualità della vita.

Una tale opera andrebbe configurata in un più vasto progetto di realizzazioni di piste ciclabili nei diversi quartieri, attingendo a forme di finanziamento che non gravino sulle casse comunali ed alle opere di urbanizzazione dei privati, in modo da dotare Modica di tutta una rete di percorsi percorribili in bici che, tra l’altro, costituirebbe un elemento di attrazione turistica.

Con la presente si chiede altresì alle SS.VV di verificare a che punto è il progetto, annunciato alcuni anni fa dalla precedente Amministrazione Comunale, della Provincia Regionale di Ragusa di realizzazione di una pista ciclabile che dovrebbe collegare Maganuco, attraverso Marina di Modica, con Sampieri.

Modica, 28/08/2008

Letto 10817 volte

4 thoughts on “Treppiedi Sud: realizzare una pista ciclabile”

  1. Dato che presto dovrebbero iniziare anche i lavori di riqualificazione del tratto dell’ex ss.115 che attraversa il polo commerciale di Modica, sarebbe opportuno pensare a realizzare una pista ciclabile anche lì.
    Le vicine città di Pozzallo e Ragusa insegnano che basta poco per realizzare un’opera che qualifica enormemente e rende molto più vivibili i quartieri.
    Con una pista ciclabile che potrebbe estendersi dalla rotatoria per Sicli fino alla rotatoria per Pozzallo, intersecandosi con quella proposta dal consigliere Cerruto, sarebbe possibile muoversi in sicurezza su due ruote nelle adiacenze di tutto l’asse del polo commerciale dove insistono, oltre ai negozi, importanti servizi: scuole, fermate degli autobus, supermercati, farmacie, palestre, agenzia delle entrate etc etc.
    Tra l’altro, a differenza degli altri quartieri della città “orograficamente” meno avvantaggiati dal punto di vista ciclistico e pedonale, al quartiere Sorda molti ragazzini utilizzano già la bicicletta per spostarsi ed una pista ciclabile incentiverebbe e darebbe sicurezza all’utilizzo di questo sano mezzo di trasporto.
    Un intervento che sin da subito potrebbe fare felici gli amanti delle due ruote sarebbe l’installazione delle rastrelliere davanti agli esercizi commerciali ed agli uffici: permetterebbero di parcheggiare ed assicurare con un lucchetto le biciclette senza la spasmodica ricerca del classico palo o della ringhiera metallica… il Consorzio Polo Commerciale, i commercianti di via S. Cuore, quelli del centro Storico e, dulcis in fundo, il Comune di Modica potrebbero realizzare l’idea con uno sforzo davvero minimo!

  2. perchè in contrada treppiedi sud invece di fare una pista ciclabile non si sollecita l’amministrazione ad aggiustare tutti i fari pubblici che in maniera vergognosa sono spenti per il 50%? l’anello per chi passeggia corre o va in bici è per lunghi tratti al buio….invece di illuminare la campagna che è “abituata” a stare al buio illuminate la città.

  3. ….dimenticavo …per dare un segnale ai cittadini onesti occorre dare piccoli segnali non fare grandi sogni che poi vengono puntualmente delusi….accendete i le luci!!!!!!

  4. Approvo pienamente la pista ciclabile!
    “Ogni volta che vedo un adulto in bicicletta penso che per la razza umana ci sia ancora speranza” (H.G. Wells)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *