Modica, piazza Matteotti: manca il palco e salta lo spettacolo musicale. Interrogazione di Nino Cerruto.

Nino Cerruto
Nino Cerruto
UNA NUOVA PROSPETTIVA
MOVIMENTO POLITICO DELLA CITTA’ DI MODICA

Al Sindaco
All’Assessore al Personale
All’Assessore alle Manutenzioni
Al Segretario Generale
E p.c. al Presidente del Consiglio Comunale
Comune di Modica
Agli organi di informazione

Oggetto: mancata manifestazione a Piazza Matteotti del 29/08/08

Venerdì 29 doveva tenersi a Piazza Matteotti, secondo quanto previsto nel calendario delle manifestazioni estive, uno spettacolo musicale.

La manifestazione non si è potuta svolgere in quanto il palco, smontato dagli operai della Multiservizi la mattina a Marina di Modica, non è stato successivamente montato a Piazza Matteotti per lo spettacolo serale.

Nello stesso pomeriggio di Venerdì 29, essendo venuti a conoscenza del contrattempo, sono stati contattati i funzionari comunali ed i responsabili della Multiservizi, i quali hanno entrambi manifestato l’impossibilità di intervento e, nello stesso tempo, ciascuno attribuiva all’altro la responsabilità dell’accaduto, nonché si è anche registrato una confusione sulle competenze.

Con la presente si chiede di accertare la responsabilità del disservizio provocato e di assumere i dovuti e previsti provvedimenti.

Nel contempo quanto successo pone la necessità di una riflessione sul ruolo della Società partecipata, visto che non è la prima volta che, a causa di confusione di ruoli e trasferimenti di competenze, si provocano disservizi e si registrano notevoli ritardi negli interventi.

Modica, 30/08/2008

Nino Cerruto
Consigliere Comunale
Una nuova prospettiva

Letto 8648 volte

2 thoughts on “Modica, piazza Matteotti: manca il palco e salta lo spettacolo musicale. Interrogazione di Nino Cerruto.”

  1. Vorrei dire al consigliere Cerruto,del quale ho molta stima, ma la responsabilità per cui gli stessi operai che dovevano montare il palco,non prendono lo stipendio da tre mesi di chi sono? E poi ,le sembra logico che delle persone che non percepiscono lo stipendio da molto tempo facciano dello straordinario che prenderanno chissà quando? Sono sicuro che lo “spettacolo” era più importante del pane dei figli egli operai.Mi sembra che sia cambiato poco e nulla,e che anche questa amministrazione e questo consiglio viva d’immagine.Sperop che si cominci a fare una politica un pò più di sinistra,perchè ci servono sempre meno spettacoli e semprepiù concretezza.

  2. Ma scusa ke c’entra questo??capisco la rabbia, l’ingiustizia della mancata ricezione degli stipendi, ma se si vuole creare un disservizio si SCIOPERA, si incrociano le braccia e le ore di sciopero verranno detratte dagli stipendi, se vieni pagato devi erogare il servizio punto e basta. Poi possiamo pure parlare dell’ingiustizia nel ritardo dei pagamenti…ma ricordo che tali dipendenti vengono pagati con i soldi della comunità e che non è particolarmente etico creare disagi ed evitare un servizio che – prima o poi- verrà pagato…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *