San Giorgio: Fuochi e bombe sulle parole del vescovo

Comitato per i Diritti del Cittadino – Fuochi e bombe sulle parole del vescovo

larsenale-pronto-ad-esplodere-sul-piazzale-belvedere-idria Il nostro intervento non è teso a creare alcuna divisione all’interno della comunità ecclesiale diocesana, bensì a far riflettere i parroci in primis e anche i fedeli e non, su quanto accaduto a Modica in occasione dei festeggiamenti in onore di San Giorgio. Prima di tutto vogliamo esprimere la nostra piena condivisione al pensiero del neo vescovo della Diocesi di Noto, mons. Antonio Staglianò, il quale una settimana fa si era espresso chiaramente in merito all’utilizzo dei fondi parrocchiali per i fuochi d’artificio, considerando tale utilizzo uno spreco e dicendo che era ora di dire basta e dare invece una mano concreta a chi soffre. Con tutto rispetto per chi l’ha preceduto, finalmente un vescovo che ha avuto il coraggio, almeno fino ad ora a parole, di denunciare pubblicamente l’uso improprio delle offerte raccolte nelle parrocchie e di indicare chiaramente la strada da seguire. …

Letto 13748 volte

Crisi idrica al quartiere S. Cuore Modica

Nino Cerruto
Nino Cerruto

Con il 1° Giugno c.a. il problema della crisi idrica al quartiere S. Cuore sarà in buona parte risolto. E’ quanto ha dichiarato l’Assessore ai LL.PP ing. Giorgio Cerruto in risposta ad una mia interrogazione (riportata in allegato), nella seduta del consiglio comunale del 27 Aprile u.s.
Sembra che il comune abbia individuato alcuni pozzi di privati che verranno affittati per immettere l’acqua nella nuova rete idrica, che in questi giorni sta per essere completata con la realizzazione degli allacci, e nel serbatoio di Via Rocciola Scrofani in fase di ristrutturazione.
Il tutto nell’attesa che vengano realizzati i pozzi già autorizzati dal Genio Civile nel 2005, per i quali vi erano le risorse finanziarie che sono state irresponsabilmente utilizzate dalla precedente amministrazione per illuminare alcune contrade.
Non è la prima volta che l’Assessore Cerruto assume impegni su questo gravissimo problema che sta sempre più esasperando i cittadini e che potrebbe portare ad una vera e propria sollevazione popolare, qualora, in tempi brevi, non si danno risposte esaurienti. Già il 1° Ottobre 2008 in un incontro con i residenti presso i locali della Parrocchia del S. Cuore era stato promesso che entro 6 mesi, con un progetto finanza, sarebbero stati realizzati i pozzi e la relativa conduttura di adduzione. Invece a tutt’oggi non sono stati apposti neanchi i vincoli per tutelarli; anzi qualcuno è già stato compromesso perchè nel farttempo in quella zona sono state rilasciate delle concessioni edilizie. Come anche sono state rilasciate concessioni in zone in cui vi è già in atto una grave crisi idrica, aggravando ulteriormente il disagio per i residenti e per i nuovi insediamenti.
Ribadisco la ferma e convinta proposta di bloccare tutte le licenze che ricadono in zone in cui si registra una inadeguata ed insufficiente erogazione dell’acqua.
Sollecito l’Assessore a mettere in campo tutti i mezzi a sua disposizione per dare priorità assoluta alla soluzione di questo problema, anche perchè l’approssimarsi del periodo estivo e la sospensione del servizio di rifornimento mediante autobotti, qualora non dovesse venire rinnovato il contratto di prossima scadenza, farà ancora una volta esplodere in tutta la sua drammaticità questa vera e propria emergenza.
Come movimento seguiremo, insieme ai cittadini, gli atti che, si auspica, quotidianamente verranno posti in essere per fornire adeguate risposte e inviteremo l’Assessore a trarre le dovute conclusioni qualora, ancora una volta, non dovessero essere rispettati gli impegni presi.

Modica, 28/04/2009
sia-lacqua
Nino Cerruto
Consigliere Comunale
Una Nuova Prospettiva

Letto 12166 volte

Modica Multiservizi: interviene il consigliere comunale di Sinistra Democratica, Vito D’Antona

Vito D'AntonaDichiarazione del Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, Vito D’Antona.

Le recenti dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’ex presidente della società Modica Multiservizi in un momento di grande attenzione attorno alla società non possono passare inosservate, poiché quanto affermato rappresenta una delle cause delle attuali difficoltà del Comune.
Infatti, viene inequivocabilmente confermato quanto denunciato per anni dal Centrosinistra, in ordine alla formulazione dei contratti tra il Comune e la società; ricordiamo che immediatamente dopo la stipula degli stessi, nel mese di gennaio del 2005, denunciammo che i corrispettivi, pari ad Euro 1.867.525,41 per il primo anno e che sarebbero dovuti arrivare ad Euro 4.157.707,17 nel quinto anno, erano stati fissati unilateralmente dai vertici della società e accettati dall’Amministrazione Comunale del tempo, senza alcuna analisi dei costi, né preventivo visto di congruità da parte dei dirigenti del Comune.…

Letto 17237 volte

Convegno: i bambini e la città

i-bambiniMartedì 28 aprile 2009, dalle ore 17 alle ore 20, si terrà alla Casa don Puglisi di Modica un convegno, realizzato con il sostegno del “Centro servizi per il volontariato etneo”, su “I bambini e la città” (si allega programma) che partendo dai dati raccolti dall’Osservatorio diocesano delle povertà, vuole dare un contributo alla riflessione e all’azione pedagogica e politica di famiglie, associazioni, amministrazioni, servizi socio-sanitari perché i bambini, tutti i bambini e in particolare quelli con più difficoltà diventino la “misura” di una città più giusta e più fraterna.

Sono previsti gli interventi del presidente dell’Ecos Med Gaetano Giunta, del ricercatore sociale Salvatore Rizzo, del direttore dell’Istituto di Gestalt e Ministro provinciale dei Cappuccini Giovanni Salonia. Il convegno vuole altresì dare un contributo alla scrittura del nuovo Piano socio-sanitario di zona, per il quale è stata avviata la concertazione sociale: ci sembra anche in questo caso che mettersi “ai piedi della crescita dei bambini” comporti servizi intelligenti e attenti ma anche un’adeguata cultura della solidaerietà e della cittadinanza.

Letto 20937 volte

Il Governo e i nostri soldi: 14 miliardi di euro per 131 cacciabombardieri, briciole per crisi, lavoro e terremoto

jfsVedi: Grillonews.it e Sbilanciamoci.org

Un “terremoto” di indignazione, un coro di proteste.

É quello che la società civile è chiamata, ora più che mai, ad esprimere dopo che il 7 e 8 aprile 2009 le commissioni Difesa di Camera e Senato hanno espresso parere favorevole al «Programma pluriennale relativo all’acquisizione del sistema d’arma Joint Strike Fighter JSF», il faraonico progetto che il Governo intende lanciare mediante la produzione e acquisizione di 131 cacciabombardieri JSF completi di relativi equipaggiamenti, supporto logistico e basi operative.

Costo stimato: oltre 13 miliardi di euro, nel periodo 2009-2026. Tredici miliardi di euro!

Letto 17567 volte

Caltanissetta: forum regionale dei gruppi di acquisto solidali siciliani

maniFORUM REGIONALE DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI SICILIANI
“ Il futuro e’ pieno di idee”

Caltanissetta 26/04/2009

SCOPI DELLA RETE (E DEL SITO):
UNO STRUMENTO PER DARE E RICEVERE CONSIGLI, INFORMAZIONI, PROPOSTE PER I GASISTI SICILIANI
PER I PRODOTTI PIU’ “LONTANI” UNIRE LE FORZE PER ABBATTERE IL COSTO ECONOMICO E “AMBIENTALE”
ORGANIZZARE INCONTRI COMUNI CON I PRODUTTORI
ORGANIZZARE UNA RETE COMUNE CON I PRODUTTORI
ARCHIVIO DOCUMENTI  PRINCIPALI
ORGANIZZAZIONE DELLA DOMANDA E DELL’OFFERTA
Programma…

Letto 23679 volte