Nota della Federazione della Sinistra sul Buscema bis

Nel varare i lavori della nuova squadra assessoriale il Sindaco di Modica ha dichiarato che il nuovo esecutivo “non nasce per un fatto di capriccio, ma nel contesto politico di un rilancio dell’azione amministrativa.”
Apparirà, però, evidente alla città ed ai cittadini che hanno votato questa amministrazione, che tale affermazione non esprime la linea politica dell’intera coalizione ma, ancora una volta, corrisponde ai dettami del MPA, socio di maggioranza del Sindaco.
L’evocato rilancio dell’azione amministrativa sembra cozzare con i risultati che questa amministrazione ha raggiunto o si vanta di avere raggiunto.
Le scelte compiute sulla nuova compagine, incomprensibili e prive di trasparenza, creano, poi, un imbarazzante ventaglio di contraddizioni.
L’esigenza della rotazione perché ha riguardato solo alcuni assessori e non altri?
Forse per maggiori capacità di alcuni rispetto ai restanti delegati?
Questo non giustificherebbe il cambio di delega per Sammito.
Infatti delle due l’una o questi ha raggiunto brillanti risultati, il ché giustifica la permanenza in giunta ma non il cambio di delega, oppure lo stesso ha operato male; allora perché mantenerlo in squadra?…

Letto 20982 volte

Corso di Teatro Educazione della Compagnia del Piccolo Teatro

RIPARTE IL LABORATORIO DI TEATRO-EDUCAZIONE ORGANIZZATO DALLA COMPAGNIA DEL PICCOLO TEATRO CON IL SOSTEGNO DEL COMUNE DI MODICA

Riparte, anche quest’anno, il laboratorio di teatro-educazione organizzato dalla Compagnia del Piccolo Teatro di Modica, gestito insieme ad esperti esterni e realizzato grazie al sostegno del Comune di Modica, Ass ai servizi sociali. Il laboratorio, giunto al suo quarto anno, ha visto e vede i bambini protagonisti indiscussi di tutte le attività, dai giochi-esercizi prettamente teatrali alle attività corporee a quelle musicali e scenografiche.
Appare utile che i bambini nel delicato periodo della loro crescita, ricevano diversi stimoli affinché possano conoscere e comprendere i vari aspetti della realtà e possano sperimentare in prima persona le loro risorse e anche i loro limiti. Uno strumento di sicura efficacia è costituito dall’esperienza teatrale vista nella dimensione del laboratorio e pensata in relazione alle reali esigenze dei bambini, ai loro interessi, alle loro capacità.
Il laboratorio di teatro – educazione prevede un percorso di formazione e crescita della “persona” nella sua totalità di corpo, anima e mente attraverso l’utilizzo del gioco drammatico. Il gioco non è una mera perdita di tempo di cui i bambini potrebbero fare a meno, e non è neanche un modo per far “sfogare” i bambini.…

Letto 18974 volte

Comitato per i diritti del cittadino: “..governi anche col diavolo”

Altro che inciuci della Prima Repubblica!

Il Comitato per i Diritti del Cittadino, facendosi portavoce del sentire comune, esprime tutto il suo sdegno per quanto è accaduto e sta accadendo nei palazzi della politica. Quello che si è consumato nei giorni scorsi a Palermo e quello che si sta consumando in questi giorni a Roma, è veramente sconcertante per non dire vergognoso. Altro che inciuci della Prima Repubblica! In Sicilia, a distanza di due anni dalle elezioni regionali che hanno visto contrapposti il centrosinistra con Anna Finocchiaro candidato Presidente e il centrodestra col Movimento per l’Autonomia con Raffaele Lombardo candidato Presidente che a sua volta è stato eletto Governatore, dopo bene tre Governi si forma il quarto, ma questa volta con il sostegno fondamentale del Partito Democratico che si allea con il partito autonomista di Lombardo, tradendo in tal modo tutti gli elettori, sia di centrodestra (prima maggioranza e ora opposizione), sia di centrosinistra (prima opposizione e ora maggioranza). A Roma, nel frattempo, Lombardo contratta con Berlusconi per garantirgli il suo appoggio con i cinque parlamentari dell’MpA e tenere in piedi un Governo che non ha più l’originaria maggioranza in Parlamento. L’incoerenza assoluta, la delegittimazione degli elettori che vengono usati e traditi, nonché l’attaccamento alla poltrona, è il mix che ne viene fuori. Una miscela che può produrre effetti devastanti tra la popolazione costretta quotidianamente a fare i conti con le conseguenze della profonda crisi economica che sta mettendo in ginocchio famiglie e imprese, mentre chi dovrebbe occuparsi di governare e risolvere i problemi, passa il tempo a contrattare, facendo Governi anche col diavolo pur di rimanere al potere. Dall’altro lato, chi dovrebbe rappresentare l’alternativa (il PD), fa invece un inciucio col suo avversario (l’MpA), tradendo non solo i suoi elettori, ma anche quelli che dovrebbero essere i propri dichiarati valori.

Modica, 27/09/2010
Marcello Medica

Letto 18329 volte

Monito di Una Nuova Prospettiva per un miglior risultato

Puntiamo al miglior risultato!
L’imminente varo della nuova squadra assessoriale, frutto di un costruttivo confronto politico e di un laborioso percorso di individuazione di risorse umane e di professionalità di rilievo, sia interne alle forze che sostengono la coalizione di maggioranza che espressione della società civile modicana, potrebbe portarci ad esprimere un apprezzamento convinto per il risultato raggiunto;
tuttavia, la constatazione della quasi certa riconferma di una delega importante, quale quella ai servizi sociali, alla stessa formazione politica che da diversi anni, e sin dalla passata amministrazione, ha ricoperto questo ruolo con propri uomini, con ricambi frequenti, e con risultati tutt’altro che lusinghieri (specialmente se confrontati con gli anni dell’assessorato Buscema), ci spinge ad avanzare un forte monito al Sindaco ed alla coalizione tutta.
Avevamo, infatti, già avanzato al primo cittadino la richiesta, ferma e convinta, di dare, in alcuni settori, un segnale di discontinuità che sgombrasse il campo da ogni sentore di “riserva di caccia” e rimettesse al centro criteri di competenza, professionalità ed efficienza, fiduciosi nella comprensione e nell’accoglimento di questi criteri anche da parte di tutte le componenti della maggioranza.
Così non è stato per tutti i settori o, quanto meno, non lo è sino al momento in cui scriviamo, e questo non può che lasciarci grande insoddisfazione, perplessità e timori per il prosieguo della attività amministrativa.
Auspichiamo, pertanto, che queste poche ore che ci separano dall’annuncio della nuova compagine amministrativa possano servire a recepire queste istanze, che consentirebbero a tutta la coalizione di presentarsi al cospetto della città con la consapevolezza di aver ottenuto da questo percorso, complesso, articolato, ma necessario, un risultato importante per proseguire e consolidare l’opera di riscatto avviata due anni fa.
Modica, 24 settembre 2010
Piero Gugliotta
Una Nuova Prospettiva
Movimento politico della città di Modica

Letto 18082 volte

Il vero cambiamento – Nota di Una Nuova Prospettiva sul rimpasto

Il vero cambiamento

Il reale e radicale cambiamento che sta vivendo la città di Modica da due anni e due mesi, da quando, cioè, è stato eletto sindaco Antonello Buscema, riguarda innanzitutto il rapporto di lealtà e verità che il primo cittadino ha inteso instaurare con i cittadini.
Le difficoltà e le grandi complessità che hanno comportato gli interventi volti al risanamento delle dissestate casse comunali e alla gestione dei servizi e delle opere necessarie alla città non sono state nascoste o mistificate, come era in uso nel recente passato, ma, con grande rispetto e senso di responsabilità, sono state evidenziate e rese pubbliche al fine di rendere partecipi e responsabili i modicani tutti.
Questo modo di procedere rimanda ad una visione della città intesa come comunità di persone che cresce, gioisce e soffre insieme, e che nei momenti difficili non si rifugia o si nasconde dietro false rappresentazioni della realtà ma dà fondo alle riserve di buon senso e solidarietà e individua le migliori forze per uscire dalla situazione di crisi e ripartire con slancio ed ottimismo.
Oggi è necessario far emergere e dare enfasi a questa visione.
Sono stati raggiunti risultati importanti che hanno creato i presupposti per poter guardare al futuro con un certo ottimismo e consentire alla città di ripartire per ritrovare la serenità e la normalità perdute.
E’ con questi punti fermi e rimandando a questa visione della città che il movimento Una Nuova Prospettiva guarda al momento attuale e alla decisione di imprimere un deciso e vigoroso rinnovamento all’attività amministrativa e nella compagine assessoriale.
A partire dalla riconfermata condivisione con il primo cittadino di tali vedute e prospettive, il nostro movimento ha inteso esprimergli, altresì, la ferma e convinta richiesta di dare un segnale di discontinuità che dimostri, qualora ce ne fosse bisogno, che, non c’è spazio per “riserve di caccia” per alcuna componente della coalizione e che, semmai l’unica riserva possibile riguarda la garanzia di competenza, professionalità ed efficienza che deve essere alla base di ciascuna scelta. Pertanto abbiamo invitato il Sindaco a procedere, ove possibile, ad una rotazione delle deleghe assessoriali, confermando, in questo modo, lo stile che sta animando tutte le componenti della coalizione, impegnate come sono nella individuazione delle migliori risorse e professionalità per proseguire con rinnovato vigore nel lavoro sin qui prodotto.
L’interesse primario del bene della città e l’imprescindibile autonomia decisionale del Sindaco sono state e rimangono le uniche condizioni che il nostro movimento ha inteso ribadire al primo cittadino, mentre appaiono prive di fondamento le notizie diffuse da emittenti locali circa il diretto coinvolgimento del nostro movimento nella squadra assessoriale.
Modica, 19 settembre 2010
Piero Gugliotta
Una Nuova Prospettiva
Movimento politico della città di Modica

Letto 17607 volte

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

Pubblichiamo questo contributo di Nino Cerruto per cercare di capire meglio la situazione economica del comune di Modica e capire quale eredità ci è stata lasciata…
BILANCIO DI PREVISIONE 2010

Premessa

Nella seduta del Consiglio Comunale di Giovedì 9/9/2010 è stato approvato, dopo oltre 7 ore di dibattito, il Piano triennale delle Opere Pubbliche ed il bilancio di previsione per l’anno 2010.

Il forte ritardo con cui è stato deliberato lo strumento finanziario, che in una situazione di normalità andrebbe approvato entro il 31 Dicembre dell’anno precedente rispetto al quale l’esercizio si riferisce, è indice delle forti difficoltà finanziarie in cui ancora si trova il nostro Ente, per cui risulta arduo far quadrare i conti e nello stesso tempo elaborare bilanci reali.

Vi sono infatti alcuni nodi di fondo fortemente critici che pendono come una spada di Damocle sul Comune e che possono portare alla dichiarazione di dissesto finanziario.

I nodi critici

Le pesanti situazioni di problematicità finanziaria sono principalmente costituite da:

  1. Disavanzo di amministrazione che con il consuntivo 2009 ammonta a circa € 18.300.000;
  2. Debiti fuori bilancio di cui in 2 anni ne sono stati riconosciuti e pagati per circa € 10.000.000;
  3. Uscite obbligatorie, sono quelle rigide, in non vi sono possibilità di intervento, la maggior parte delle quali riguarda il personale spese che, nel 2010, ammontano a circa € 19.000.000 (precisamente 19.267.798);
  4. Grossi creditori che sono:

a)     L’ENEL per circa € 10.000.000;

b)    l’università per circa € 9.000.000;…

Letto 24762 volte

Rete NO TRIV

“NASCE LA RETE DEI COMITATI NOTRIV SICILIANI CONTRO LE TRIVELLAZIONI GAS-PETROLIFERE IN SICILIA”

Domenica 19 settembre 2010  a Scicli primo appuntamento di coordinamento

Si è ufficialmente costituita LA RETE DEI COMITATI NOTRIV SICILIANI, che comprende gruppi organizzati nelle città di Marsala, Sciacca, Menfi, Castelvetrano, che si estende fino ai comuni dell’area sud orientale della Sicilia tra cui Noto, Scicli, Caltagirone, Vittoria, Modica, ecc.

Si tratta di un’iniziativa di grande importanza, che sottolinea l’impegno e l’attenzione con cui tanti cittadini ed organizzazioni stanno seguendo la questione delle trivellazioni gas-petrolifere nel Canale di Sicilia e nella terra ferma della Sicilia, dopo il boom di autorizzazioni concesse nei mesi scorsi dal Ministero per le Attività Produttive (off-shore) e dall’Assessorato all’Industria della  Regione Siciliana ( on-shore) .…

Letto 16774 volte