Resoconto della giunta delle elezioni: proporre la decadenza dal mandato dell’on. Giuseppe Drago

fonte: www.camera.it


Mercoledì 6 ottobre 2010. – Presidenza del presidente Maurizio MIGLIAVACCA.

La seduta pubblica comincia alle 14.45.

Elezione contestata del deputato Giuseppe Drago – XXV Circoscrizione Sicilia 2.

Maurizio MIGLIAVACCA, presidente, avverte che l’ordine del giorno reca, ai sensi dell’articolo 13 del regolamento della Giunta delle elezioni, l’udienza per la discussione pubblica dell’elezione contestata, per motivi di ineleggibilità sopravvenuta, del deputato Giuseppe Drago, proclamato nella XXV Circoscrizione Sicilia 2.
Ricorda ai colleghi che, a norma dell’articolo 13, comma 7, del regolamento della Giunta, alla riunione in camera di consiglio partecipano i componenti della Giunta che sono stati presenti all’udienza pubblica per tutta la sua durata. Pertanto, i deputati che dovessero sopraggiungere nell’Aula a seduta pubblica già iniziata ovvero allontanarsene prima della sospensione non potranno partecipare alla riunione della camera di consiglio. Sarà cura della Presidenza registrare i deputati presenti fin dall’inizio della seduta pubblica. La Presidenza si riserva altresì la facoltà di autorizzare brevi sospensioni tecniche della seduta pubblica, nel corso delle quali i deputati non potranno comunque allontanarsi dalla zona immediatamente adiacente all’Aula della Giunta.
Ricorda, inoltre, che, in base alla costante prassi, i componenti la Giunta potranno rivolgere le loro domande alle parti, su specifiche questioni, solo per il tramite del Presidente, al quale, a norma dell’articolo 13, comma 3, del regolamento della Giunta, spetta la direzione della discussione e la disciplina dell’udienza, a fini di garanzia di un corretto contraddittorio tra le parti.
Avverte che, a norma dell’articolo 13, comma 4, del regolamento della Giunta, nella relazione introduttiva il relatore onorevole Orsini si limiterà ad esporre i fatti e le questioni senza esprimere giudizi, e prenderanno, quindi, la parola, come da prassi, dapprima il candidato Gianni e, quindi, il deputato Drago, i quali potranno poi replicare per una volta.
Le parti non si sono avvalse della facoltà di farsi assistere in udienza pubblica da un rappresentante e non hanno presentato nuovi documenti né deduzioni.
Nessuna delle due parti si è, inoltre, avvalsa della facoltà di prendere visione della documentazione agli atti.
(Il deputato Giuseppe Drago e il candidato primo dei non eletti Giuseppe Gianni vengono introdotti in Aula).…

Letto 19350 volte

Vito D’Antona – Rinegoziazione mutui.

D’Antona Vito

Consigliere Comunale SEL Modica

Al Sig. Sindaco del Comune di Modica

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Modica

p.c.    Agli Organi di Informazione

Oggetto: Rinegoziazione mutui. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà,

–          Tenuta presente la circolare n. 1278 del 21.9.2010, con la quale la Cassa Depositi e Prestiti consente ai Comuni che in atto hanno dei prestiti accesi con la Cassa la possibilità, a determinate condizioni, di rinegoziare dei mutui con scadenza successiva all’anno 2013, mediante un nuovo piano di ammortamento di restituzione di durata non inferiore a dieci anni e fino a trenta anni, a decorrere dal 1° gennaio 2011;

–          Preso atto che la circolare prevede una procedura specifica e, in particolare, che entro il 19 novembre occorre che il Comune, se interessato, deve selezionare, mediante collegamento informatico con la Cassa, i prestiti che intende negoziare alle nuove condizioni e che, successivamente, entro il 26 novembre deve trasmettere alla Cassa la documentazione richiesta, previa adozione di una apposita deliberazione del Consiglio Comunale con la quale viene approvata l’operazione di rinegoziazione;…

Letto 22903 volte