Multiservizi – Liquidiamo le società ma non la memoria!

Liquidiamo le società ma non la memoria!

Il consiglio comunale, nel corso della seduta del 29 dicembre ha deliberato l’avvio delle procedure di liquidazione per le due società partecipate, Multiservizi spa e Rete Servizi srl.
I cittadini modicani vedono, finalmente, avviarsi a chiusura un’operazione, nata con la passata amministrazione, che non ha certamente brillato sul piano della trasparenza nelle assunzioni (quasi 150 dipendenti), sul piano dell’efficacia e dell’efficienza degli interventi. In particolare la Multiservizi era titolare di contratti particolarmente onerosi per il Comune. Basti pensare che la manutenzione del verde pubblico costava 3,87 euro al mq, a fronte di un costo di massimo negli altri comuni di 0,29 euro al mq. Con l’amministrazione Ruta si spendevano 70.000.000 milioni di lire e con la Multiservizi 800.000 euro.
Ma questa non è certamente l’unica stranezza riscontrabile nel lungo percorso delle società partecipate modicane.
Al fine di tenere viva la memoria e non cadere, in futuro, negli stessi errori, è bene ricordare l’operazione, che sarebbe riduttivo definire “semplicemente scandalosa”, compiuta il 18 gennaio 2008 con la BNL: la Multiservizi chiede alla BNL un prestito di 500.00 euro che vengono utilizzati non per pagare gli stipendi dei lavoratori ed i fornitori, così come richiedeva l’amministratore delegato, bensì per distribuirli come utili ai due soci, l’Omnia Global (socio privato) ed il Comune (socio pubblico). Con i 250.000 euro che il comune incassa, il 20 febbraio 2008 vengono rilevate le quote del socio privato, il quale se ne esce dalla società raddoppiando il capitale che tre anni prima aveva investito, ed il comune si ritrova ad essere l’unico socio della Multiservizi acquisendone, ovviamente, anche tutti i debiti che questa aveva ed ha con le banche, con i fornitori e con i lavoratori. In buona sostanza la giunta Torchi spese i soldi dei cittadini per acquistare altri debiti.
In relazione a questi gravi fatti, l’attuale sindaco Buscema ha preso impegno che sarà dato mandato ad un legale per approfondire in dettaglio la situazione e verificare se sussitono le condizioni per un giudizio di responsabilità personale e contabile nei confronti di amministratori delle Società Multiservizi spa, Reteservizi srl ed amministratori pubblici, eventualmente responsabili di scelte che hanno condotto alla gravissima situazione attuale.
Cosa accadrà dopo questa votazione?…

Letto 19471 volte

Una Nuova Prospettiva – Piano paesaggistico: “votazione incredibile”

Comunicato stampa del consigliere Nino Cerruto sulla seduta del consiglio comunale di martedì 21 dicembre, durante la quale si è votata una “incredibile” mozione sulle osservazioni al Piano Paesaggistico.

COMUNICATO STAMPA

Nella seduta del CC di martedì 21/12 si è discusso delle osservazioni da presentare alla Regione in merito al Piano Paesaggistico Regionale.

Come è ben noto tale Piano, redatto dalla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Ragusa, si prefigge l’obiettivo di tutelare l’ambiente extraurbano individuando tre diversi gradi di vincolo:
a) grado 1 giallo in cui gli interventi sono assoggettati alle indicazioni dei paesaggi locali;
b) grado 2 verde a cui corrispondono parchi e zone agricole, dove possono edificare solo gli agricoltori;
c) grado 3 rosso in cui ricadono zone vincolate come riserve, aree SIC e parchi.

Le osservazioni sono state elaborate, su mandato specifico del 13 Settembre u.s., dalla Commissione Urbanistica, allargata alla Conferenza dei Capigruppo, la quale ha tenuto conto delle indicazioni provenienti dalle Associazioni di categoria e dai portatori di interessi diffusi.

Ha suscitato notevole stupore allorquando nel corso della seduta vengono presentate altre osservazioni, raccolte in un corposo documento, elaborate su autonoma iniziativa, dai Consiglieri Cannata, D’Urso, Nigro e Occhipinti, secondo quanto dichiarato da quest’ultimo.

Le indicazioni proposte dai suddetti Consiglieri, che hanno incassato sorprendentemente il parere favorevole del Dirigente dell’ UTC, il quale è venuto a conoscenza dell’atto solo in quella sede, e quindi senza alcuna opportunità di effettuare un approfondito studio dello stesso, sono state votate favorevolmente da tutti i Consiglieri ed hanno registrato il voto contrario dei Consiglieri D’Antona (SEL) e Cerruto (UNP).…

Letto 23804 volte

Piano Paesaggistico: dichiarazione di Vito D’Antona

Dichiarazione del Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà, Vito D’Antona.

Quanto avvenuto nella seduta del Consiglio Comunale di martedì 21 dicembre in ordine alla discussione sulle osservazioni al Piano Paesaggistico da inviare alla Regione Siciliana non può passare inosservato.

La conclusione della lunga discussione, come è ormai noto, è stata l’approvazione di una delibera a maggioranza, con diciannove voti a favore e due contrari (il consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà e quello di Nuova Prospettiva), a seguito dell’accoglimento di un emendamento elaborato congiuntamente da un consigliere del Mpa, da due consiglieri del Pid e da un consigliere del Pdl.…

Letto 17631 volte

“L’Arca dei presepi” – 5^ Mostra-Concorso presso l’Atrio comunale – 21/29 dicembre ore 10/13-17/22

5^ mostra concorso organizzata dalla cooperativa “L’Arca” con presepi realizzati da scuole, associazioni, parrocchie e singoli cittadini.

La mostra sarà visitabile dal 21 al 29 dicembre dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 22 presso l’atrio comunale .

In occasione della mostra, sabato 25 dicembre alle ore 19,30 si terrà un concerto del gruppo “Muorika mia” e mercoledì 29, alle ore 19,30, ci sarà un recital di poesie e canti sulla tradizione del presepe, con Marcello Bruno, Carmelo Cavallo, Michele Cicero e la Compagnia del Piccolo Teatro

Letto 17500 volte

Rifiuti. Interrogazione di Vito D’Antona.

Oggetto: Emergenza rifiuti. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà,

–          Tenute presenti le recenti notizie riportate dalla stampa in merito alla gestione dei rifiuti in provincia di Ragusa;

–          Preso atto del dibattito svoltosi durante la seduta del Consiglio Comunale di Modica del 24 novembre, nel quale sia da parte dell’Amministrazione Comunale che da parte di tutti i gruppi consiliari è stata espressa seria preoccupazione sulla questione;

–          Preso atto degli ultimi sviluppi della situazione, e, in particolare, delle dimissioni del Collegio dei Liquidatori dell’Ato Ambiente di Ragusa, nonché della turbolenta Assemblea dei soci Ato di venerdì 9 dicembre, caratterizzata da uno scontro senza precedenti tra alcuni Sindaci e Sindaci e liquidatori Ato;

–          Preso atto, come già denunciato da più parti, che le settimane scorse sono state caratterizzate da una costante e crescente emergenza, nella quale fuori da ogni programmazione, lo smaltimento dei rifiuti da parte dei comuni della provincia di Ragusa è stato contrassegnato da minacce di chiusura di discariche, da possibili decreti ingiuntivi e da solleciti di pagamenti, azioni tutte che hanno interessato in modo specifico il Comune di Modica;

–          Visto che tutti questi fatti stanno preoccupando i cittadini, i quali avvertono che la problematica dello smaltimento dei rifiuti sembra essere sfuggita al controllo dei soggetti istituzionalmente responsabili e competenti della gestione, Comuni, Ato e Provincia, mentre cresce l’allarme sul possibile precipitare della crisi in modo analogo a quanto avviene in altre parti del Paese e della stessa Sicilia;…

Letto 25914 volte

“Sulle tracce di Felice Pignataro” – venerdì 10 dicembre, ore 19,30 presso la Domus S. Petri di Modica

Dopo la prima assoluta dello scorso 12 novembre al “Gridas” (Gruppo Risveglio dal Sonno) di Scampia, “Sulle tracce di Felice Pignataro”, di Francesco Di Martino e una decina di coautori, Marotta&Cafiero editori, arriva in Sicilia.
Verrà presentato a Modica: l’incontro è fissato per venerdì 10 dicembre, dalle ore 19:30, presso la Domus Sancti Petri in via Grimaldi.
L’opera è stata voluta sull’isola da “Il Clandestino-con permesso di soggiorno”, “Libera” e “Attinkitè”, supportati da “Nomadica-Festival del Cinema e delle Arti”.
Proprio all’interno del festival migrante “Nomadica”, il documentario “Felice!” di Matteo Antonelli e Rosaria Désirée Klain verrà proiettato, sabato 11 dicembre dalle ore 17:00, a Oaxaca, Messico, grazie all’appoggio del cineclub “El Pochote”.
“Sulle tracce di Felice Pignataro” (libro+dvd), intanto, continua la sua diffusione dal basso: qusi tutti i co-produttori hanno ricevuto la rispettiva copia.
Gli stessi, inoltre, hanno avviato un’intensa attività di divulgazione: segnalando anche nuovi punti vendita disponibili ad accogliere l’opera.
Un esempio pratico di come la co-produzione dal basso possa incidere su un lavoro destinato, così, ad essere ristampato: troppo poche le copie disponibili per soddisfare le richieste.

Letto 23043 volte