La Forza del SUDore e della prepotenza


Oggi Modica si è svegliata nel segno della Forza del Sudore e della prepotenza, quella bruta di chi non rispetta gli altri, di chi si impone con le urla, di chi se ne infischia delle leggi.

In ogni dove i modicani potranno vedere dei manifesti che dicono che il “il sud è partito” e, purtroppo, potranno pensare che ancora una volta il sud sarà condannato ad essere assimilato all’illegalità, alla violenza ed alla sopraffazione, perchè a questo rimanda un’iniziativa del genere.

In questo momento non vogliamo spendere molte parole su questo gesto.

Diciamo soltanto che vedere coperti illegalmente i manifesti di cittadini e imprese che hanno pagato regolarmente la loro tassa e quelli di associazioni, partiti e movimenti che, nell’assoluta regolarità, hanno affisso i manifesti per la campagna referendaria, è  il sintomo di una città non ancora liberata da politici e politicanti che già in passato si sono distinti per stili prepotenti e per una concezione privata della cosa pubblica.

Attendiamo che la solerzia indebitamente usata, in alcuni casi, da chi è preposto al controllo, venga oggi attivata per sanzionare e reprimere questo ennesimo insulto alla nostra amata città.

Modica, 30 maggio 2011

Una Nuova Prospettiva

movimento politico della città di Modica

 

 

 

Letto 38889 volte

11-13 maggio a Modica il Coordinamento nazionale immigrazione 2011

Eccezionale evento per Modica e per il territorio ibleo tutto, ma anche occasione di estrema attualità è il riunirsi di ottanta delegati da tutte le Caritas d’Italia, più una ventina di ospiti, per il Coordinamento nazionale immigrazione 2011.  L’evento, promosso da Caritas italiana insieme alle Caritas diocesane di Noto e di Ragusa (dove ci si sposterà giovedì sera), inizierà mercoledì 11 maggio alla Domus S. Petri con una sessione dedicata al Mediterraneo, coordinata dal giornalista di “Avvenire” Paolo Lambruschi. Sono previsti gli interventi di Fabrizio Maronta di LIMES, di Barbara Molinario dell’Alto Commissariato dell’ONU per i rifugiati, dal comandante della Capitaneria di Porto di Pozzallo Raffaele Giardina, e la testimonianza di Gabriele Del Grande, di Fortress Europe. Alle 21,30 presso l’Atrio Comunale di Modica tutti i cittadini sono invitati ad un momento pubblico di benvenuto promosso dall’Amministrazione, con momenti artistici e musicali curati dal gruppo musicale “I malacuscenza” e dalla “Compagnia del Piccolo Teatro”. Il coordinamento proseguirà giovedì – con ospite il parroco di Lampedusa – e venerdì. Il coordinamento sarà concluso venerdì 13 alle 12 con la concelebrazione eucaristica, nella chiesa di San Pietro, presieduta dal Vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò. Ai lavori parteciperà anche il direttore nazionale della Caritas, Mons. Vittorio Nozza. Sullo sfondo sarà tenuta presente la testimonianza di Giorgio La Pira, figlio di questa terra, che invitava a guardare al Mediterraneo come luogo di incontro tra le civiltà per costruire un mondo pacificato.

Maurilio Assenza
direttore della Caritas diocesana di Noto

Letto 34719 volte

Ancora più decisi e determinati

Il movimento politico Una Nuova Prospettiva di Modica esprime forte preoccupazione e dispiacere per l’ennesima vicenda giudiziaria che si abbatte sulla nostra città, anche perché rischia di far aumentare la disaffezione dei cittadini nei confronti della politica.
La notizia degli arresti domiciliari nei confronti dell’onorevole Riccardo Minardo, della moglie e di altre persone, non può non lasciare sgomenti e attoniti.
Nonostante, infatti, lo stillicidio di provvedimenti giudiziari che si è avuto negli ultimi anni, non può esserci, certamente, spazio per l’abitudine o l’indifferenza.
Avvertiamo, piuttosto, la necessità di dare ancora maggiore enfasi al ripristino di una cultura civica basata sul rispetto delle regole e di una amministrazione della cosa pubblica corretta e trasparente e che abbia come obiettivo il bene comune.
Il collante del nostro movimento, e che per questo vede la presenza e l’impegno di tanti giovani e simpatizzanti, è la concezione della politica come servizio realmente onesto, libero e disinteressato alla polis, alla gente, alla comunità, idee queste che, a chi è impregnato di una concezione utilitaristica della politica, sembrano una stranezza della ragione.
Pertanto l’azione di sostegno che il nostro movimento ha garantito al Sindaco Antonello Buscema ed alla sua amministrazione sarà ancor più decisa e determinata nel portare avanti il progetto di una città bella, pulita, a misura di cittadino e dove si possano guardare senza sospetto, ma con fiducia e stima, quanti sono chiamati a guidarla ed amministrarla.
Riponiamo, ovviamente, massima fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine, chiamati ad indagare e ad accertare la verità in nome e per conto dei cittadini, i quali si attendono massima attenzione e scrupolo specialmente quando si tratta di gestione della cosa pubblica e di ipotesi di mancate occasioni di sviluppo per il territorio.
Modica, 28/04/2011
Piero Gugliotta
Una Nuova Prospettiva
movimento politico della città di Modica

Letto 30095 volte