Festa del rifugiato 2012

Si terrà martedì 19 giugno alle ore 20 a Modica, presso il cantiere educativo “Crisci Ranni” nell’area attrezzata Padre Basile (via Fontana – ex Foro Boario), la Festa del Rifugiato 2012, organizzata dal Coordinamento “Sui sentieri di Isaia” della Caritas diocesana di Noto, dalle cooperative sociali “Il Dono” e “Don Puglisi” e dallo SPRAR (il sistema di accoglienza dei richiedenti asili politico e dei rifugiati).
Da un’idea di Enzo Ruta e con il coinvolgimento di tutte le mamme, le ragazze, i bambini e gli operatori del Centro Babel di Modica e del Centro Vivere la Vita di Ragusa – case di accoglienza dello SPRAR – verrà rappresentato lo spettacolo “Cuori”: il cuore infatti è nel nostro immaginario il luogo dei sentimenti, delle emozioni, delle paure, del coraggio e di tutto ciò che ci sta a… cuore! In un percorso di testimonianze di vita, suoni, canti e balli di mondi lontani, tutto si concluderà in un dialogo fra due donne che al centro di un ipotetico mare della nostra esistenza si ritrovano in un abbraccio.
Per ricordarci che nel cuore di ogni uomo è conservata la scintilla che ci porta al cuore di Dio e in questo senso ci fa sentire tutti irrimediabilmente fratelli.

Letto 76184 volte

Modica Miete Culture – Programma degli eventi – TUTTI GRATUITI

Programma:

MERCOLEDÌ 13 GIUGNO
Chiostro di Santa Maria del Gesù – Modica Alta

ore 18,30 – Inaugurazione del Festival Contaminazioni 2012

ore 20,00 – Una vita per la poesia. Presentazione del Meridiano Mondadori dedicato alla poesia di Maria Luisa Spaziani. Con Maria Luisa Spaziani, Paolo Lagazzi e Giancarlo Pontiggia. Al termine degustazione di cioccolato modicano a cura di Antica Dolceria Bonajuto.

Piazzale di Santa Maria del Gesù – Modica Alta
ore 21,30 – Tra Torre del Lago e New Orleans. Concerto di Danilo Rea e Silvia Colombini.
Spettacolo gratuito

GIOVEDÌ 14 GIUGNO
Atrio Comunale – Modica Bassa

ore 10,00 –  Inaugurazione della Rassegna dei Piccoli Editori. A cura di Ottavio Navarra.
Fino al 17 giugno. Degustazione a cura del Consorzio di Tutela del Cioccolato Modicano

ore 10,30 – Mandate a dire all’imperatore. In videoconferenza, un dialogo sulla poesia     tra Pierluigi Cappello e Giuseppe Traina.

ore 12,00 – Presentazione di Timor sacro, di Stefano Pirandello (a cura di Sarah Zappulla Muscarà). Interviene Antonio Sichera. Legge Ernesto Ruta.

ore 19,00 – Di cultura si vive. Meeting delle scuole della Città. Con Tomaso Kemeny. A cura di Officina Kreativa.

Scalinata della Chiesa di San Pietro – Modica Bassa
Ore 21,30 –  Senza confini. Ebrei e zingari. Di e con Moni Ovadia. Spettacolo gratuito

VENERDÌ 15 GIUGNO
Palazzo Grimaldi – Modica Bassa
ore 10,30 –  Nessuna telefonata sfugge al cielo. Piccole storie notturne. Paolo Lagazzi parla del suo  libro con Giuseppe Traina. Legge Ernesto Ruta.

ore 12,00 – Presentazione del Teatro di Vincenzo Pirrotta. Con Vincenzo Pirrotta e Stefania Rimini.

ore 18,00 – Responsabilità del pensiero, responsabilità della parola. Dialogo tra Giancarlo Magnano  e Giancarlo Pontiggia. Conduce Riccardo Emmolo.

Teatro Garibaldi
ore 20,00 –  La ballata delle balate. Di e con Vincenzo Pirrotta. Ingresso gratuito
Scalinata Chiesa di San Giovanni- Modica alta
ore 22,30 – Giacomo Caruso Jazz Trio in concerto. Spettacolo gratuito

SABATO 16 GIUGNO
Palazzo Grimaldi
ore 10,30 – Raccontare la crisi. Ne parlano, con Matteo Durante, Giuseppe Barone, Marco Cobianchi e Paolo Gila.

ore 12,00 – Presentazione di Pallone criminale, di Simone Meo e Gianluca Ferraris. Interviene Matteo Durante.

Auditorium Salvatore Triberio – Palazzo della Cultura
ore 18,00 – La questione della verità – Dialogo tra Carlo Sini e Giuseppe Ruggieri.

Piazzetta di San Nicolò Inferiore – Modica Bassa
ore 19,30 – Andromaca. Inedito di Clelia Lombardo, con Barbara Corso, regia Giannella D’Izzia. Spettacolo gratuito
Cinema Aurora – Modica Alta
ore 21,00 – Terraferma. Di e con Emanuele Crialese. Conduce Emilio Cicciarella.
Ingresso gratuito

DOMENICA 17 GIUGNO
Atrio Comunale
ore 10,30 – I sessanta nomi dell’amore con Tahar Lamri. Interviene Maria Giovanna Italia. Legge Carlo Cartier.
ore 12,00 – Ti parlo. Giancarlo Pontiggia e Antonio Sichera in dialogo sulla poesia di Riccardo Emmolo.
Auditorium Salvatore Triberio – Palazzo della Cultura
ore 18,00 – La poesia e il sacro. Dialogo tra Giuseppe Conte, Rosita Copioli e Roberto Vignolo.

Teatro Garibaldi
ore 20,00 – Bell’incanto. Recital lirico di Silvia Colombini. Ingresso gratuito
ore 22,30 – Piazza Monumento – Modica bassa – I Modena City Ramblers in concerto Spettacolo gratuito

INFO:
Segreteria Organizzativa  | Ufficio Assessorato alla Cultura
Tel. 0932.75.96.41/2  Mobile 346.655.81.05
assessorato.cultura@comune.modica.rg.it | bibliotecaquasimodo@comune.modica.rg.it

www.modicamieteculture.it

Letto 74240 volte

Poltrona vuota 2010 e 2011

“Il consigliere comunale è tenuto a partecipare a tutte le adunanze del consiglio”. Così recita l’art.26 del regolamento del Consiglio Comunale di Modica e questo vuole essere per noi l‘unico punto di riferimento per un qualsiasi confronto attorno al tema delle presenze dei consiglieri nella civica assise.
Il nostro movimento, così come in passato altri gruppi e associazioni, ha sempre dato molto risalto alla qualità ed alla quantità delle presenze dei consiglieri e denunciato le conseguenze negative che derivano, spesso, dall’impossibilità di tenere il civico consesso a causa delle forti assenze, sia per l’impossibilità di deliberare che per le notevoli spese che gravano sulle casse comunali. Malcostume purtroppo presente in entrambi gli schieramenti e che sembra confermarsi negli anni.
Durante la legislatura in corso abbiamo più volte informato la città, pubblicando i dati relativi alle presenze in consiglio e, a quasi quattro anni dall’insediamento dell’amministrazione Buscema, torniamo a farlo.
Come già avvenuto ad inizio 2010, vogliamo attribuire il titolo “POLTRONA VUOTA 2010 E 2011” al consigliere meno presente.
Con 45 assenze su 56 sedute nel 2010 e 35 assenze su 43 sedute nel 2011, il titolo “POLTRONA VUOTA 2010 e 2011” viene assegnato nuovamente al consigliere Giorgio Aprile.
Innanzitutto come cittadini e poi come appartenenti ad un movimento politico che ha sempre messo al primo posto la partecipazione responsabile alla vita della città, non possiamo non ritenerci delusi ed amareggiati dai dati che emergono dal nostro monitoraggio.
Scusandoci preventivamente per eventuali possibili inesattezze presenti nella nostra raccolta di dati, vogliamo far rilevare, senza enfasi, ma con civica inquietudine, che quasi un terzo dei consiglieri comunali (ben 9 su 30) ha superato il 25% di assenze su 161 sedute dall’inizio della legislatura al 31 dicembre 2011 e, tra questi, alcuni hanno superato il 30% (2), altri il 40% (2) e uno addirittura il 75%.
Alla luce di questi numeri non possiamo esimerci dal fare un breve riferimento ad alcune affermazioni che abbiamo letto ed ascoltato in questi ultimi giorni, secondo le quali l’assenza del consigliere può essere giustificata in quanto strumento di contrasto verso scelte dell’amministrazione e del consiglio non condivise.
È talmente palese l’incongruenza di tale tesi con l’enunciato dell’art. 26 del regolamento consiliare, con il quale abbiamo voluto aprire questa nostra nota, che riteniamo non ci sia bisogno di aggiungere altro.
O meglio, un’ultima cosa vogliamo aggiungerla, anche per chiudere con un aspetto positivo. Attestiamo con piacere il confermarsi del consigliere Giovanni Migliore quale consigliere più presente (o meno assente), con soltanto 3 assenze dall’inizio della legislatura.
Evidentemente o il consigliere Migliore sconosce il “valore dell’assenza” come strumento di lotta o, viceversa, considera, in ossequio al regolamento, di dover essere presente per contribuire anche al cambiamento di scelte politiche ed amministrative che non condivide.
Fiduciosi che gli esempi positivi alla fine prevalgono sempre, auspichiamo che ci sia un’inversione di tendenza almeno in quest’ultima parte di legislatura e che, avvicinandoci alle consultazione elettorali del 2013, i futuri candidati possano avere nell’articolo 26 del regolamento consiliare un riferimento fondamentale.
Modica, 26 maggio 2012
Piero Gugliotta
Una Nuova Prospettiva
movimento politico della città di Modica

Letto 38239 volte

ATTENTI AL MUOS!

Testi tratti da “Il NO del Politecnico di Torino al MUOStro di Niscemi” e “Il Ministero teme che la base Usa di Niscemi inquini” di Antonio Mazzeo

 

 

 

Il NO del Politecnico di Torino al MUOStro di Niscemi, di Antonio Mazzeo
La stazione di telecomunicazioni MUOS (Mobile User Objective System) comporta gravi rischi per la popolazione e per l’ambiente tali da impedirne la realizzazione in aree densamente popolate, come quella adiacente la cittadina di Niscemi (Caltanissetta). Ad affermarlo sono Massimo Zucchetti, professore ordinario di Impianti Nucleari del Politecnico di Torino e research affiliate del Massachusetts Institute of Technology (USA) e Massimo Coraddu, consulente esterno del dipartimento di Energetica del Politecnico ed ex ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).

I due studiosi hanno analizzato i possibili rischi per la salute della popolazione dovuti all’irraggiamento diretto del nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari della Marina militare USA, e i danni che le emissioni possono provocare all’ambiente circostante. I risultati, estremamente inquietanti, sono contenuti in un report consegnato qualche giorno fa all’amministrazione comunale di Niscemi. Il sindaco, Giovanni Di Martino, lo ha immediatamente inviato al presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, chiedendogli di sospendere l’autorizzazione concessa per installare il terminale MUOS all’interno della zona naturalistica protetta “Sughereta di Niscemi”, inserita nella rete Natura 2000 come sito di interesse comunitario (SIC ITA05007). La Regione aveva autorizzato i lavori l’1 giugno scorso, basandosi su una sommaria certificazione della sostenibilità ambientale del MUOS da parte della facoltà d’Ingegneria dell’Università di Palermo. Ma per il Politecnico di Torino, i rischi delle antenne satellitari “sono stati sottovalutati, o del tutto ignorati” dai docenti siciliani (gli ingegneri Luigi Zanforlin e Patrizia Livreri) e dagli “esperti” nominati dalle forze armate statunitensi.

Secondo i dati tecnici forniti dalle autorità militari, il sistema di telecomunicazione MUOS consiste in tre grandi antenne paraboliche (due continuativamente funzionanti e una di riserva) per le trasmissioni in banda Ka verso i satelliti geostazionari, più due trasmettitori elicoidali in banda UHF, per il posizionamento geografico. …

Letto 43420 volte

Distribuzione compostiere comune di Modica

L’assessorato all’Ecologia del Comune di Modica metterà a disposizione dei cittadini, che ne facciano richiesta all’ufficio ecologia, 750 compostiere. I requisiti per venirne in possesso sono quelli di essere residente nel territorio del Comune, deve possedere un giardino o area privata idonea alla collocazione di una compostiera e deve essere in regola con i pagamenti della TARSU.
I cittadini che aderiranno all’iniziativa potranno beneficiare di una riduzione del 10% annuo sulla Tarsu.

Tutti i dettagli e i moduli sono recuperabili sul sito del Comune di Modica cliccando su questo link:

http://www.comune.modica.gov.it/content/avviso-pubblico-distribuzione-compostiere-domestiche

Letto 41430 volte