Ciao Rita

rita_unpLa vigilia di Ferragosto Rita Borsellino ha concluso la sua esperienza terrena.
Dopo la strage di Via D’Amelio, avvenuta 26 anni fa in cui morì tragicamente il fratello Paolo, da lei definito una persona normale, non un eroe, che ha compiuto fino in fondo il proprio dovere, Rita ha girato tutta l’Italia per diffondere la cultura della legalità ed ha rappresentato un simbolo della vera antimafia, allora ancora non contaminata da imposture.

Questo suo impegno civile fece sì che il popolo che si riconosceva nei valori della giustizia, della pace, dell’accoglienza, del rispetto dell’altro, la candidasse nel 2006 alla Presidenza della Regione Siciliana. La sua candidatura rappresentò già una vittoria della società civile nei confronti degli apparati di partito del centro sinistra che avevano proposto Pippo Baudo. La competizione elettorale fece scattare in molti giovani la passione per l’impegno politico e sociale; tantissimi maggiorenni che lavoravano o studiavano fuori dall’isola, rientrarono per votarla e per dare il proprio contributo alla campagna elettorale.
Fu allora che ebbe origine il nostro movimento “Una Nuova Prospettiva”, attorno al quale molte persone, spinte da una genuina proposta politica che non andava alla ricerca di ibride alleanze, liberamente si aggregarono.
La Sicilia doveva scegliere tra lei, che incarnava il modo vero ed autentico di concepire l’impegno politico, ed il candidato del centro destra Totò Cuffaro; i siciliani, non sappiamo se liberamente o meno, persero l’occasione di essere governati da una Presidente che invece di favorire la mafia, l’avrebbe realmente combattuta.
Rita Borsellino lascia una grande eredità raccolta da tutti coloro che s’impegnano genuinamente e senza secondi fini nella politica.
Ed è per questo che a Rita esprimiamo profonda e sincera gratitudine.
Ciao Rita
Gli amici di Una Nuova prospettiva di Modica

Letto 2626 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *