Modica. Su Pinocchio il Carnevale 2009, ma non solo… Metamorfosi che possono rendere più umana la città

pinocchio_modicaDi seguito un articolo di Maurilio Assenza pubblicato su Dialogo.

Modica. Su Pinocchio il Carnevale 2009, ma non solo…
Metamorfosi che possono rendere più umana la città

“Pinocchio: le metamorfosi della vita”: è stato, non solo il tema di un incontro molto partecipato che si è tenuto al Palazzo della Cultura di Modica lo scorso 19 gennaio, ma anche l’avvio di una riflessione e di un lavoro creativo nelle scuole della città in vista di un Carnevale diverso rispetto al vuoto e all’allegria disordinata degli ultimi anni; un Carnevale centrato sul tema di Pinocchio avendo come suoi momenti culminanti una sfilata di maschere, organizzata puntando non sul caricaturale ma sul poetico, e una grande festa in piazza Matteotti. …

Letto 38367 volte

Il Disegno di legge del senatore Franco Orsi: una lista di orrori senza fine.

cacciatoreDal Senato parte in questi giorni uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, ai parchi, alla nostra stessa sicurezza: un disegno di legge di totale liberalizzazione della caccia.
E’ firmato dal senatore Franco Orsi.

Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, abbattimenti di orsi, lupi, cani e gatti vaganti e tante altre nefandezze.
La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere fatta a pezzi.

Fermiamoli!!!

Ecco la lista degli orrori.…

Letto 19791 volte

Grandi affari dell’acqua in Sicilia: inchiesta di Carlo Ruta

Carlo Ruta
Carlo Ruta

Il business del secolo in Sicilia

Acqua, un affare che scotta

Come gruppi economici e consorterie territoriali stanno appropriandosi delle risorse idriche di una regione che possiede tanta acqua mentre, per paradosso, ne patisce endemicamente la mancanza. La presenza discreta della multinazionale spagnola Aqualia. Le strategie della società catanese Acoset. L’anomalia del sudest.

In Sicilia i processi di privatizzazione dell’acqua che vanno dipanandosi negli ultimi anni si raccordano con una tradizione composita. Se si dà uno sguardo alla storia post-unitaria, si constata infatti che l’accaparramento delle fonti, delle favare per usare il termine di derivazione araba, ha scandito con regolarità l’evoluzione legale e illegale dei ceti che hanno esercitato dominio sull’isola. Il controllo delle acque ha consentito di lucrare rendite economiche e posizionali importanti, di capitalizzare, di chiamare a patti le autorità pubbliche, di condizionare quindi gli atti dei municipi, degli enti di bonifica, di altre istituzioni.…

Letto 23017 volte

Iacp. Una diatriba a svantaggio degli inquilini degli alloggi

Una diatriba a svantaggio degli inquilini degli alloggi

soffitto_alloggi_popolariUna diatriba politica sulla carica di Presidente dello Iacp di Ragusa, attualmente detenuta dall’avv. Giovanni Cultrera, in quota MpA, è quella che ha infuocato i giorni scorsi, riempiendo le pagine dei mass-media. Una lotta di potere, in realtà, tra Pdl e MpA per tale carica di sottogoverno e che, a nostro avviso, non ha nulla a che vedere con i reali problemi che, purtroppo, si trova ad affrontare quotidianamente chi vive negli alloggi popolari della provincia. La realtà e più amara di quanto si possa credere. Basta andare a constatare il degrado e l’abbandono della gran parte degli alloggi popolari per capire che la responsabilità è di tutti i Presidenti che da 30 anni a questa parte si sono succeduti al vertice dello Iacp. La gente che vive in tali alloggi è stanca delle tante promesse e spera soltanto che i politici la smettano di litigare per spartirsi le poltrone e diano atto, invece, alle manutenzioni e ai servizi necessari alla dignitosa vivibilità in tutti gli alloggi dello Iacp di Ragusa.

Modica, 08/02/09                                                                                   Marcello Medica

Letto 11339 volte

Legambiente chiede blocco pesca novellame in prov. di RG

Riceviamo, pubblichiamo e invitiamo a inoltrare!

Qui di seguito trovate un comunicato contro l’apertura della pesca al novellame (neonata, muccu) in provincia di Ragusa: se qualcuno è interessato a collaborare per portare avanti questa iniziativa è pregato di contattarci, GRAZIE.

LEGAMBIENTE RAGUSA CIRCOLO IL CARRUBO ONLUS

Via Siracusa 15 97100 RAGUSA
E-mail: legambientergATvirgilio.it Fax n. 0932930304 Cell.a 3475613774 Cell.b 3495308223

COMUNICATO STAMPA

STOP AI PREDONI DEL MARE!

LEGAMBIENTE CHIEDE UN INTERVENTO URGENTE PER FERMARE LA PESCA DEL NOVELLAME IN PROVINCIA DI RAGUSA

Puntuale come sempre, arriva dalla Regione l’autorizzazione alla pesca del novellame in Sicilia.
Con una nota inviata al Prefetto, al Presidente e agli Assessori all’Ambiente ed alle Attività produttive della Provincia, ai Sindaci dei comuni marinari, alla deputazione regionale, al Comandante della Capitaneria di Pozzallo, alle centrali cooperative ed alle cooperative di piccola pesca, alla F.I.P.S.A.S. ed alle associazioni subacquee, l’ Associazione ambientalista chiede che venga attivato urgentemente un tavolo tecnico operativo finalizzato ad intervenire presso l’ Assessorato regionale competente per ottenere l’ interdizione della pesca al novellame in Provincia di Ragusa.
Nonostante che a tutti i livelli politici, scrive l’Associazione, ci si dichiari in favore della tutela e valorizzazione del mare e della piccola pesca, ogni anno nessuna iniziativa viene presa per impedire che in provincia si attui tale pesca, e ciò nonostante che tale attività non venga effettuata da nessun pescatore in provincia di Ragusa e quindi non comporti alcun vantaggio economico (se ve ne fosse alcuno) ma solo impatto ambientale.

Letto 18748 volte

Cava Ispica: degrado e abbandono

Marcello MedicaTorna di nuovo l’attenzione sul degrado e sullo stato di abbandono di Cava Ispica, soprattutto per quanto riguarda la parte alta della zona archeologica: Baravitalla.
Là dove anni fa erano stati realizzati due parcheggi muniti di servizi igienici e e da dove si diramavano i sentieri che attraversavano la cava alla scoperta delle bellezze naturalistiche e archeologiche, oggi si riscontra solo abbandono, spazzatura e distruzione.
Qualche mese fa anche una squadriglia degli scout AGESCI Modica 2 aveva denunciato il degrado.

Marcello Medica è tornato sul posto ed ha pubblicato un dettagliato resoconto sul Quotidiano di Sicilia.

L’amministrazione assicura un intervento.…

Letto 23538 volte

Modica, inquinamento elettromagnetico al quartiere d’Oriente?

Comitato per i Diritti del Cittadino

Modica, 20/11/2008

Al Sig. Sindaco del Comune di Modica
e p.c. all’A.R.P.A. DAP di Ragusa
e agli organi d’informazione

Oggetto: PROBABILE INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

La presente per portarLa a conoscenza che nel quartiere d’Oriente, in questi ultimi anni sono notevolmente aumentati i casi di tumore e leucemia. …

Letto 16016 volte