Modica Miete Culture – Programma degli eventi – TUTTI GRATUITI

Programma:

MERCOLEDÌ 13 GIUGNO
Chiostro di Santa Maria del Gesù – Modica Alta

ore 18,30 – Inaugurazione del Festival Contaminazioni 2012

ore 20,00 – Una vita per la poesia. Presentazione del Meridiano Mondadori dedicato alla poesia di Maria Luisa Spaziani. Con Maria Luisa Spaziani, Paolo Lagazzi e Giancarlo Pontiggia. Al termine degustazione di cioccolato modicano a cura di Antica Dolceria Bonajuto.

Piazzale di Santa Maria del Gesù – Modica Alta
ore 21,30 – Tra Torre del Lago e New Orleans. Concerto di Danilo Rea e Silvia Colombini.
Spettacolo gratuito

GIOVEDÌ 14 GIUGNO
Atrio Comunale – Modica Bassa

ore 10,00 –  Inaugurazione della Rassegna dei Piccoli Editori. A cura di Ottavio Navarra.
Fino al 17 giugno. Degustazione a cura del Consorzio di Tutela del Cioccolato Modicano

ore 10,30 – Mandate a dire all’imperatore. In videoconferenza, un dialogo sulla poesia     tra Pierluigi Cappello e Giuseppe Traina.

ore 12,00 – Presentazione di Timor sacro, di Stefano Pirandello (a cura di Sarah Zappulla Muscarà). Interviene Antonio Sichera. Legge Ernesto Ruta.

ore 19,00 – Di cultura si vive. Meeting delle scuole della Città. Con Tomaso Kemeny. A cura di Officina Kreativa.

Scalinata della Chiesa di San Pietro – Modica Bassa
Ore 21,30 –  Senza confini. Ebrei e zingari. Di e con Moni Ovadia. Spettacolo gratuito

VENERDÌ 15 GIUGNO
Palazzo Grimaldi – Modica Bassa
ore 10,30 –  Nessuna telefonata sfugge al cielo. Piccole storie notturne. Paolo Lagazzi parla del suo  libro con Giuseppe Traina. Legge Ernesto Ruta.

ore 12,00 – Presentazione del Teatro di Vincenzo Pirrotta. Con Vincenzo Pirrotta e Stefania Rimini.

ore 18,00 – Responsabilità del pensiero, responsabilità della parola. Dialogo tra Giancarlo Magnano  e Giancarlo Pontiggia. Conduce Riccardo Emmolo.

Teatro Garibaldi
ore 20,00 –  La ballata delle balate. Di e con Vincenzo Pirrotta. Ingresso gratuito
Scalinata Chiesa di San Giovanni- Modica alta
ore 22,30 – Giacomo Caruso Jazz Trio in concerto. Spettacolo gratuito

SABATO 16 GIUGNO
Palazzo Grimaldi
ore 10,30 – Raccontare la crisi. Ne parlano, con Matteo Durante, Giuseppe Barone, Marco Cobianchi e Paolo Gila.

ore 12,00 – Presentazione di Pallone criminale, di Simone Meo e Gianluca Ferraris. Interviene Matteo Durante.

Auditorium Salvatore Triberio – Palazzo della Cultura
ore 18,00 – La questione della verità – Dialogo tra Carlo Sini e Giuseppe Ruggieri.

Piazzetta di San Nicolò Inferiore – Modica Bassa
ore 19,30 – Andromaca. Inedito di Clelia Lombardo, con Barbara Corso, regia Giannella D’Izzia. Spettacolo gratuito
Cinema Aurora – Modica Alta
ore 21,00 – Terraferma. Di e con Emanuele Crialese. Conduce Emilio Cicciarella.
Ingresso gratuito

DOMENICA 17 GIUGNO
Atrio Comunale
ore 10,30 – I sessanta nomi dell’amore con Tahar Lamri. Interviene Maria Giovanna Italia. Legge Carlo Cartier.
ore 12,00 – Ti parlo. Giancarlo Pontiggia e Antonio Sichera in dialogo sulla poesia di Riccardo Emmolo.
Auditorium Salvatore Triberio – Palazzo della Cultura
ore 18,00 – La poesia e il sacro. Dialogo tra Giuseppe Conte, Rosita Copioli e Roberto Vignolo.

Teatro Garibaldi
ore 20,00 – Bell’incanto. Recital lirico di Silvia Colombini. Ingresso gratuito
ore 22,30 – Piazza Monumento – Modica bassa – I Modena City Ramblers in concerto Spettacolo gratuito

INFO:
Segreteria Organizzativa  | Ufficio Assessorato alla Cultura
Tel. 0932.75.96.41/2  Mobile 346.655.81.05
assessorato.cultura@comune.modica.rg.it | bibliotecaquasimodo@comune.modica.rg.it

www.modicamieteculture.it

Letto 79296 volte

Gestione del Servizio idrico a Modica – Interrogazione del consigliere Nino Cerruto

Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Sindaco
All’Assessore alle manutenzioni
All’Assessore ai Lavori Pubblici
Comune di Modica
E p.c. Agli organi di informazione

Oggetto: Gestione del Servizio Idrico a Modica. Interrogazione

Il Servizio Idrico a Modica in questa fase presenta tre nodi critici:
1. la mancata clorazione dell’acqua;
2. la gestione;
3. la disponibilità di acqua non sufficiente al fabbisogno.

1. La mancata clorazione dell’acqua. Come ho avuto modo di rilevare in una interrogazione presentata il 22/7/2010, dal mese di maggio dello scorso anno gli addetti alla clorazione dell’acqua pubblica hanno sospeso il servizio per via della mancanza delle condizioni di sicurezza all’interno dei locali ove si effettua lo stoccaggio dell’ipoclorito ed il monitoraggio del cloro residuo immesso in rete.

Come è noto quello della mancanza di sicurezza nei suddetti locali è un problema che esiste da decenni, ma soltanto ora gli operatori hanno ritenuto di estremizzare le forme di protesta nonostante l’amministrazione abbia già fatto degli interventi ed abbia appaltato i lavori per la realizzazione di box esterni ai serbatoi dove poter effettuare la clorazione. …

Letto 38712 volte

Il Partito Democratico interviene in merito alle dichiarazioni del Dr. Manno

Partito Democratico

La lettera aperta che il Dr. Manno ha indirizzato al Sindaco di Modica è un documento politico mascherato, ma non troppo, da ragioni burocratiche.
Sgombriamo subito il campo da possibili equivoci: nessuno contesta al Dr.Manno che il Comune di Modica debba pagare quanto di propria competenza all’Ato ambiente.
Anzi invitiamo l’Amministrazione ad attivarsi sollecitamente, ma siamo certi che lo stia già facendo, per pagare quanto pattuito in sede di transazione delle somme dovute.
Anch’esse rientrano, tanto per ricordarlo, nel pacchetto “voragine finanziaria” che si è ereditato e che ci è assunti l’onere di gestire.
Nel contempo, tuttavia, invitiamo l’Amministrazione a verificare se la normativa che prevede il commissariamento degli enti inadempienti sia una normativa ad hoc per il Comune di Modica o sia applicabile indistintamente a tutti gli enti locali che rivestano lo status di debitore dell’Ato e in quest’ultima ipotesi la si invita ad attivarsi perché la normativa sia applicata senza esitazione alcuna nei confronti di tutti coloro che si trovano, legge alla mano, nella stessa situazione del Comune di Modica.
Altro invito che rivolgiamo all’Amministrazione di Modica è quello di verificare quale norma consente agli attuali organi dirigenziali dell’Ato di permettere che la discarica di Ragusa che è di tutto il comprensorio, Modica compresa, sia destinata ad uso esclusivo del Comune Ragusa e i piccoli limitrofi mentre gli altri comuni della provincia sono chiamati a conferire i loro rifiuti in località extraprovinciali con evidente aggravio di costi.
Se, come riteniamo, detta norma non esiste, (e il rapido esaurirsi della discarica di Ragusa non è motivazione giuridicamente accettabile) invitiamo l’Amministrazione a farsi parte attiva perché si ponga fine a questo danno ingente a carico di tutti i cittadini sollecitando l’Ato perché individui (o faccia individuare dal Commissario straordinario dei rifiuti) urgentemente altri siti idonei per le discariche compreso il territorio di Modica.
Consequenziale, in caso di diniego dell’Ato, il doversi rivolgere alle competenti autorità compresa la magistratura contabile.
Ma siamo certi che il Dr. Manno da manager rispettoso della normativa vigente non avrà nulla da obiettare al riguardo.
E’ perfettamente inutile sottolineare come l’Ato ambiente abbia fallito tutti gli obiettivi per il raggiungimento dei quali è stato creato.
La provincia di Ragusa è perennemente in stato di emergenza rifiuti per l’assoluta mancanza di iniziative volte all’individuazione di nuove discariche, puerile sostenere che la competenza è del Commissario straordinario, e soprattutto per il mancato e colpevole avvio di un serio e credibile progetto di raccolta differenziata.

Di quest’ultima rimane solo il vago ricordo di una inutile campagna di comunicazione di un paio d’anni fa costata a noi contribuenti ben 800.000 euro circa, somme queste che potevano essere impiegate in ben altro modo come la profonda crisi debitoria dell’Ato dimostra. Ma il fabbricare debiti elargendo a destra e manca denaro pubblico è il biglietto da visita, il marchio doc degli uomini politici del centrodestra locale e questo noi modicani, primatisti nazionali in materia, ormai lo sappiamo benissimo.…

Letto 37788 volte

Multiservizi: Relazione

MULTISERVIZI

Parte prima.

La nascita

Facendo seguito alla delibera di giunta n. 169 del 25/10/2002 , il Consiglio Comunale di Modica il 24/3/2003 approva la costituzione della società mista a prevalente capitale pubblico (51%). Essa viene poi ufficialmente costituita il 27/7/2004 con la soc. OMNIA GLOBAL S.r.l. , con sede in Catania in via Toselli 40.

Scopo.

Nello statuto approvato dal CC si legge che gli obiettivi che ci si prefiggeva raggiungere erano:

  1. introdurre modalità di gestione dei servizi improntate a criteri di economicità, efficacia, efficienza, così da ridurre i costi, elevare gli standard qualitativi e quantitativi dei servizi;
  2. assicurare lo sbocco occupazionale dei lavoratori precari (articolisti LSU ed LPU) di tipo duraturo e non assistito, derivante da un’iniziativa avente valenza economico-imprenditoriale con garanzia di stabilità

Il Consiglio di Amministrazione…

Letto 26551 volte

Relazione attività amministrativa 18 mesi

1. Premessa

La presente relazione si propone di presentare un resoconto ragionato sui primi 18 mesi di attività del Sindaco e della Amministrazione Comunale.

Come si ricorderà, la tornata elettorale conclusasi nel mese di Luglio dell’anno 2008 si svolse a distanza di appena un anno dalla precedente e fu determinata dalle dimissioni dell’allora Sindaco, rieletto nel 2007 dopo il primo quinquennio amministrativo e poi candidatosi alle Elezioni Regionali del 2008.

La precedente Amministrazione aveva avuto una continuità di sei anni, tale da consentire una pienezza di sviluppo del programma amministrativo; essa aveva goduto inoltre di una amplissima maggioranza in seno al Consiglio Comunale.

Lo scenario che si presentava tuttavia agli elettori nella tarda primavera del 2008 era contrassegnato da una fortissima conflittualità sociale, derivante soprattutto dall’incancrenirsi dei ritardi nei pagamenti al personale e ai fornitori del Comune, e dall’esplodere della emergenza rifiuti, sintomo anche di un problema strutturale maggiore e di più ampio degrado amministrativo.

Nel corso della campagna elettorale del 2008 l’argomento del Comune deficitario fu ancora oggetto di aspro confronto politico, in dipendenza della negazione o fortissima sottovalutazione del tema da parte dello schieramento avverso a quello del Sindaco che poi risultò vincitore.

Il primo compito del Sindaco e della nuova Amministrazione era dunque quello di capire dall’interno – al di là degli indicatori noti ai cittadini modicani – la vera consistenza dei problemi da affrontare.

2. La crisi finanziaria

La dimensione del baratro finanziario fu subito chiara sin dal primo impatto e dall’esame di una nota predisposta dal dirigente della ragioneria sul disavanzo e sui debiti fuori bilancio. Fu subito evidente che i bilanci predisposti e approvati in anni precedenti non rispecchiavano la realtà dei conti del Comune.

A quel punto fu necessario assumere un orientamento circa la dichiarazione o meno del dissesto. La questione era, e per certi versi rimane ancora, controversa: nel senso che questo rischio non potrà considerarsi definitivamente scongiurato fintantoché non si produrranno bilanci stabilmente riequilibrati, al cui interno ci siano vere coperture della competenza e del debito.

Come è noto, la scelta della Amministrazione e della sua maggioranza consiliare fu per la non dichiarazione dello stato di dissesto e per un orientamento operativo volto ad amministrare come se si fosse in presenza di un dissesto.…

Letto 33359 volte

La Città Informata: intervista collettiva a sindaco e amministrazione

Un’ora di domande e risposte a “La Città informata”

Affrontati con i giornalisti le questioni amministrative della Città

Citta InformataUna panoramica a tutto tondo dell’attività amministrativa con doppio giro di domande dei giornalisti e risposte del sindaco e degli assessori ieri sera a Palacultura nel corso dell’incontro “La Città Informata” alla presenza del pubblico che ha assistito all’appuntamento bimestrale programmato dalla Giunta Buscema.

Presenti i giornalisti Carmela Giannì della Pagina, Marcello Medica del Quotidiano di Sicilia, Giorgio Buscema de La Sicilia e Giorgio Caruso del Giornale di Sicilia.

Per l’amministrazione il Sindaco e gli assessori Antonio Calabrese ( P.I. e Viabilità), Tiziana Serra ( Politiche Ambientali), Nino Frasca Caccia ( Sviluppo Economico), Giorgio Cerruto ( Lavori Pubblici), Enzo Scarso  (Vice Sindaco), Giuseppe Sammito ( Bilancio e programmazione)

Nel corso dei sessanta minuti di botta e risposta gli argomenti che sono stati attenzionati quelli ricorrenti:

la questione del personale, traffico e viabilità gli avvisi di garanzia ai consiglieri per la mancata previsione, del 100%, degli arretrati contrattuali, e i rapporti con il sindacato degli aziendali, la gestione RSU, la fondazione Teatro Garibaldi, la crisi delle’erogazione idrica, la situazione economica finanziaria.…

Letto 19277 volte